14 Agosto 2020 Segnala una notizia
Monza, report polizia locale: -28% dei reati in città. Arena: "Con regolamento salto di qualità"

Monza, report polizia locale: -28% dei reati in città. Arena: “Con regolamento salto di qualità”

7 Febbraio 2020

«Non abbiamo mai abbassato la guardia e ora i dati ci danno ragione: sul tema della sicurezza nessuno ha fatto bene come questa amministrazione». A dirlo è Dario Allevi, Sindaco di Monza, in occasione della presentazione dell’attività della Polizia Locale nel 2019.

Un bilancio positivo, secondo il Primo Cittadino e l’Assessore alla sicurezza, Federico Arena: in aumento i sequestri di stupefacenti e di merce venduta abusivamente, con controlli senza precedenti sulla vendita di alcolici ai minori.

«Eppure, la percezione della paura nei cittadini resta – ha continuato Allevi – e ogni giorno riceviamo segnalazioni. Però qui a Monza si fa gioco di squadra e se oggi presentiamo dati così significativi è perché ognuno ha fatto la sua parte e l’ha fatta bene. I reati sono in calo, adesso dobbiamo lavorare sul tema della prevenzione. A chi ci critica rispondiamo così: non prendiamo lezioni da chi ha considerato il tema della sicurezza come un fanalino di coda, sia a livello locale, sia a livello nazionale. E se ci sarà da protestare per difendere ciò che è stato fatto dal precedente governo contro l’immigrazione clandestina prometto che sarò in piazza».

I numeri

Dai dati presentati questo pomeriggio, venerdì 7 febbraio, si registra un miglioramento considerevole rispetto al 2018. «Il lavoro di squadra ha fatto molto – ha specificato Arena – ma penso che con il nuovo regolamento abbiamo fatto un salto di qualità. Rispetto al 2018 abbiamo registrato un +38,7% di persone identificate e controllate, +40% di sequestri di merce venduta abusivamente, +54,8% di controlli in edilizia, ambiente e cantieri stradali. Abbiamo agito anche sui servizi di pronto intervento (+9,6% rispetto ai dati 2018), sulle violazione delle norme stradali (punti della patente decurtati +98,3%) e abbiamo aumentato la collaborazione con le altre forze dell’ordine. Su quest’ultimo punto il dato è sconvolgente: +315% in un solo anno».

Forte azione su spaccio e consumo di droga

«Tra le mie deleghe – prosegue l’Assessore Arena – ho sia la sicurezza, che le politiche giovanili. Penso che siano entrambe, purtroppo, legate al tema dello spaccio e del consumo di droga. Abbiamo agito seguendo due direttrici: in primo luogo con un’ azione di repressione, che è necessaria. Dall’altra parte, però, abbiamo intrapreso dei percorsi di educazione e prevenzione. La strada per arginare il problema è tortuosa, ma i dati relativi all’anno appena trascorso ci dicono che stiamo andando nella direzione giusta: le persone segnalate per uso di sostanze stupefacenti sono passate da 55 a 90 (+63,6%), coloro che sono stati denunciati per spaccio ben 11 (l’anno scorso erano 3, +266,7%) e i sequestri di sostanze stupefacenti sono arrivati all’importante cifra di 217, segnando un +123,7%».

Monza, insieme a Milano, l’unico comando aperto h24

A fornirci dati più dettagliati sui numeri della polizia locale a Monza è il Comandate, Pietro Curcio. «Siamo poco più di 100 in tutta a Monza. Qualcuno di nuovo è arrivato, ma servirebbero più risorse. In questi anni, piano piano, qualcosa dovrebbe muoversi e speriamo di integrare una ventina di elementi. Monza è l’unico Comando, oltre a Milano, che lavora 24 ore al giorno. Lo facciamo per tutelare i cittadini in ogni momento e ne siamo fieri, anche se i compiti sono tanti e il lavoro extra non manca. Ma c’è fiducia in questa amministrazione e soprattutto collaborazione con tutte le forze dell’ordine. I reati sono in calo a livello nazionale, ma anche qui: si registra un -14% a livello brianzolo e un -28% a livello monzese. Penso che sia un feedback molto importante».

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi

Giussano, auto si ribalta in Valassina. Un ferito e traffico bloccato

Sulla strada statale 36 “Del Lago di Como e dello Spluga” il traffico è provvisoriamente bloccato, in direzione nord, in prossimità di Giussano (MB).

Obbligo di tampone per chi arriva da Grecia, Spagna, Croazia e Malta

Obbligo del tampone entro 48 ore per chi rientra o arriva in Italia dai Paesi Europei con il maggior numero di contagi in questo momento.

Covid, nuova ondata in autunno: arriva il piano del Ministero. Ecco i 4 possibili scenari

L’Istituto Superiore di Sanità ha diffuso il documento  “Elementi di preparazione e risposta a COVID-19 nella stagione autunno-invernale”.

Tragedia in Valmalenco: padre, madre e figlia perdono la vita a causa di una frana

Una valanga di detriti è piombata a valle all'imbocco dell'abitato di Chiareggio, località turistica in quota di Chiesa in Valmalenco (Sondrio). Morte tre persone.

ATS Brianza: quali regole valgono per il rientro dall’estero?

Per le persone di cui è consentito l’ingresso vi è l’obbligo di comunicare immediatamente al Dipartimento di Prevenzione il proprio ingresso in Italia.