Il 90% dei ragazzi italiani conosce una seconda lingua: studiarle fa bene a mente e salute

Molti ragazzi italiani sanno già che la conoscenza delle lingue straniere può portare diversi vantaggi, sia in termini di studio che di lavoro

studiare lingua ragazzi italiani

Molti ragazzi italiani sanno già che la conoscenza delle lingue straniere può portare diversi vantaggi, sia in termini di studio che di lavoro. I benefici garantiti dagli idiomi esteri vanno ben al di là di una semplice voce nel curriculum, visto che in realtà riescono ad aiutare anche la mente, per via di alcuni effetti molto positivi. Ecco perché oggi cercheremo di capire perché studiarle fa così bene.

Il 90% dei ragazzi conosce una lingua straniera

Come accennato poco sopra, i vantaggi assicurati dalle lingue estere non sono estranei ai ragazzi italiani, tutto il contrario. Secondo un recente studio condotto dall’Eurobarometro, infatti, il 90% dei giovani della Penisola conosce almeno un idioma straniero.

E il confronto con gli altri paesi europei spesso favorisce proprio i giovani dello Stivale, eccezion fatta per i danesi (99%) e i ragazzi del Nord-Europa, autentici campioni in questa classifica poliglotta. Di contro, i cittadini tricolori under-30 hanno fatto meglio di altre realtà importanti, come nel caso del Regno Unito.

Gli effetti positivi delle lingue straniere sulla mente

Può l’apprendimento di un idioma straniero potenziare le capacità mentali di una persona? Sono numerose le ricerche scientifiche che lo confermano, e che elencano una serie di benefici molto importanti per la mente dei giovani che imparano una seconda lingua

Per prima cosa, lo studio di una lingua estera aumenta il numero di connessioni fra le cellule nervose, incrementando la plasticità del cervello. In sintesi, grazie a questo fattore la mente riesce a immagazzinare un numero maggiore di ricordi e a rielaborare le informazioni ad una velocità superiore. 

In secondo luogo, un cervello mantenuto attivo con lo studio delle lingue si conserva giovane più a lungo: ciò consente ad esempio di combattere e ritardare malattie come il morbo di Alzheimer, sul quale la ricerca continua a cercare nuove soluzioni.

Il cervello ne beneficia anche dal punto di vista del pensiero: chi conosce più lingue, infatti, impara a comprendere le altre culture e amplia la propria visione del mondo. È una caratteristica che consente, ad esempio, di pensare fuori dagli schemi e di liberarsi più facilmente dai pregiudizi. 

Anche la capacità di ascolto tra beneficio dallo studio delle lingue, così come la capacità di gestire più task nello stesso momento (flessibilità cognitiva): una dote che può risultare essenziale nel lavoro e nella vita. 

Oggi, poi, grazie al web è più semplice apprendere un secondo idioma, anche se si ha poco tempo o una vita molto impegnata. Per quanto riguarda le tempistiche di apprendimento, infatti, in media studiando un quarto d’ora al giorno si possono apprendere le basi di una lingua in 3 settimane, come spiegato ad esempio nell’articolo di Babbel su quanto tempo ci vuole per imparare la lingua. Va però detto che il tempo può variare in base a diversi fattori: la complessità dell’idioma scelto, il proprio metodo e capacità di apprendimento e la costanza nello studio. 

Gli effetti positivi delle lingue estere sulla salute

Mente, ma anche corpo, perché l’apprendimento di una lingua straniera giova anche alla salute del nostro organismo. Gli studi che lo confermano sono numerosi, e qui occorre ricordare alcuni esempi fatti poco sopra. 

L’apprendimento degli idiomi stranieri, infatti, giova al cervello e consente di prevenire alcune malattie cerebrali: lo sostiene una ricerca condotta dall’Università San Raffaele di Milano. In secondo luogo, anche l’udito migliora grazie allo studio delle lingue estere, perché si affina ascoltando le diverse pronunce, imparando a distinguere meglio i vari suoni. Inoltre, migliorano le capacità matematiche e aspetti come la creatività, insieme alla fiducia nelle proprie potenzialità. 

Volendo riassumere quanto detto oggi, studiare un idioma straniero può favorirci da tantissimi punti di vista: la salute è uno dei più rilevanti, ma non dimentichiamoci dei vantaggi nel mondo del lavoro.

Più informazioni