Quantcast
Il manuale del proprietario che vuole vendere casa - MBNews
Economia

Il manuale del proprietario che vuole vendere casa

Dall'home staging al decluttering: ecco i segreti per presentare al meglio la propria casa in vendita.

Monza Frisi (5)

Volete vendere casa? Allora infornate una bella torta! Sì perché, per vendere il proprio immobile, non basta solo mettere un annuncio, ma ci sono alcune piccole strategie che il proprietario può mettere in atto per far in modo che la casa non rimanga invenduta (per troppo tempo). Se per il proprietario la casa rappresenta un pezzo di vita e di vissuto, per l’acquirente è invece un investimento e quindi il compito del venditore  è quello di presentare la propria casa come un gioiello: curata, pulita, ordinata e profumata.  A dare qualche utile dritta, l’agenzia immobiliare di Arcore Meani Real Estate & Business, che di case in vendita se ne intende. Da dove cominciare allora? Ad esempio dall’home staging, una pratica nata negli Stati Uniti e che significa letteralmente ‘la messa in scena della casa’ per renderla il più appetibile possibile agli occhi dei compratori: dal profumo di una torta appena sfornata, al letto rifatto in maniera impeccabile fino all’assenza di oggetti troppo personali.

Consigli e strategie per la vendita

Vendere casa non è affatto semplice e, spesso, chi decide di farlo deve aspettare mesi – se non anni – prima che qualcuno si interessi all’immobile. Perché? Le cause possono essere diverse, per esempio una valutazione fuori mercato oppure l’immobile disordinato. Vendere in tempi brevi, però, è fattibile: bisogna solo seguire alcuni accorgimenti che possono essere di grande aiuto, come quelli suggeriti dall’agenzia immobiliare arcorese Meani Real Estate & Business.

Se è arrivato il momento per voi di vendere, prima di mettere un annuncio, dovreste fare un check-up alla vostra casa in modo tale da andare a verificare – e di conseguenza correggere – eventuali inestetismi così da esaltare al massimo le potenzialità degli ambienti e degli spazi.

“Muffa o macchie di umidità, muri da tinteggiare o ringhiera da riverniciare? Se la vostra casa presenta qualcuno di questi difetti, allora è bene che passiate subito all’opera per eliminarli. E, attenzione – conclude l’agenzia Meani – vietato nasconderli o coprirli”.

Decluttering: per vendere casa, via il superfluo.

Avete trascorso anni in quegli ambienti e conoscete benissimo le potenzialità della vostra casa: ma basta questo per riuscire a venderla in poco tempo? Decisamente no. Tra le buone pratiche che deve mettere in atto il proprietario c’è sicuramente quella del decluttering, una vera e propria arte del riordino che aiuta a eliminare tutto ciò che è superfluo.  Presentare agli acquirenti la propria casa in ordine, soprattutto bagno e camere, evitando di fare vedere panni sporchi in giro e presentando un letto rifatto a regola d’arte sono piccoli gesti che, seppur all’apparenza banali, in realtà colpiscono subito l’attenzione del potenziale acquirente.

Ma come si può presentare al meglio la propria casa in vendita? Per esempio, iniziando a togliere gli oggetti troppo personali  e prestare la massima attenzione alla luce e ai profumi: “evitate quindi di cucinare minestre o soffritti prima di accogliere un’acquirente, meglio puntare ad una torta o a dei biscotti. Il loro profumo renderà subito accogliente la vostra casa a chi entrerà per visitarla!”.

Il biglietto da visita del proprietario? Una casa in ordine che risponde alle esigenze del cliente

Il decluttering efficace può essere effettuato dal proprietario stesso (senza spendere soldi) oppure ci si può affidare ad un professionista dell’home staging. I due servizi,  infatti, sono strettamente legati tra loro e hanno entrambi il compito di rendere più attraenti gli ambienti della casa tramite un intervento pianificato e garantire così una vendita della casa più veloce ed efficace.

Ecco perché, come detto, occorre eliminare tutte le suppellettili e le foto: questi oggetti personalizzano gli spazi, ma distraggono l’attenzione del potenziale acquirente.

“E’ importante anche liberarsi, oltre che degli oggetti superflui, anche di tutti i mobiletti non necessari. Per due motivi – sottolineano dall’agenzia – il primo è che, in vista dell’imminente trasloco a seguito della vendita della casa, avrete già guadagnato un bel vantaggio sulle cose da spostare o buttare e il secondo, ancora più importante, è che mostrare al potenziale acquirente degli ambienti puliti dall’eccesso vi aiuta a focalizzare l’attenzione sul vostro immobile in vendita e non sugli arredi che, tra l’altro, non rimarranno nemmeno in casa.  Un bravo proprietario, infatti, deve ricordare che si sta vendendo lo spazio e non quello che contiene. E, in più, l’arredo è una cosa molto personale e, spessissimo, il nostro gusto non incontra quello delle altre persone”.

Il garage? Fa parte dell’immobile, non va dimenticato.

L’agenzia immobiliare Meani Real Estate & Business, infine, vuol ricordare a tutti i proprietari che il decluttering deve interessare anche il garage, spesso utilizzato come ripostiglio.

“Nonostante siano in pochi a pensare di organizzarlo e pulirlo, è importante che il proprietario capisca che anche questo ambiente fa parte dell’immobile, viene visitato dal possibile acquirente e, dunque, influisce sull’impressione generale”.  Non commettete l’errore, se volete vendere casa in tempi brevi, di abbandonare scatoloni o sacchetti vari negli angoli di casa e garage perché, così facendo, si sarà solo ‘spostato’ il problema con l’aggravante di aver creato un brutto inestetismo.

Riciclate. Regalate. Buttate.

 

Meani Real Estate & Business

Indirizzo: Via Umberto I 14 20862 Arcore
Telefono: +39 039617231

 Photo credit: Sara Gilardelli, Home Stager

*Redazionale