Attualità

Vimercate, vandalizzate le piante della Cavallera: verso la videosorveglianza

Nuova azione incivile ai danni della strada Cavallera chiusa al transito veicolare.

strada cavallera oreno arcore mb

Una lingua d’asfalto senza pace. La strada della Cavallera di Oreno continua a far parlare di sè, dopo la chiusura al traffico veicolare di maggio 2019, in vista della sua conversione in asse ciclopedonale e per il solo transito dei trattori.

Una chiusura che aveva fatto saltare in piedi il comitato dei residenti vimercatesi (qualche decina) di Cascina del Bruno “al di là” della strada, che si sono sentiti tagliati fuori dai servizi offerti dal paese di afferenza. Da qui è partita una serie di atti intimidatori, volti con ogni probabilità a scoraggiare la realizzazione della “nuova Cavallera”.

Dopo lettere alla Prefettura, incendi, l’ultimo atto ha visto il taglio di 22 alberi piantati a bordo della strada, tra aceri, tigli e gelsi, appena piantumati dall’amministrazione, che ha fatto denuncia ai Carabinieri per l’accaduto. Un’azione che non è dato sapere se sia da ritenere puro vandalismo o azione mirata.

“Stiamo valutando seriamente di istituire videocamere in quella che ormai è una zona critica e sappiamo bene perchè – ha fatto presente il sindaco Francesco Sartini – ma non solo, perchè nella stessa area insiste un problema di sversamenti di rifiuti che da quando la strada Cavallera è stata interdetta, siamo riusciti a contenere almeno di fronte alla cascina“.

Questa misura in previsione di una riapertura che non è esattamente dietro l’angolo, visto che mancano all’appello diverse attività da completare, dalla riasfaltatura di tutto l’asse fino all’installazione delle barriere mobili.

Ma ci sono anche altri danni da segnalare, come il cancello di accesso alla strada, lato Cascina Bruno, di recente danneggiato all’altezza della cerniera. Ennesimo segnale di un’opera non proprio ben accolta.