22 Gennaio 2020 Segnala una notizia
Varedo, strade e marciapiedi mal messi. Il Comune: "ci vogliono soldi, che non abbiamo"

Varedo, strade e marciapiedi mal messi. Il Comune: “ci vogliono soldi, che non abbiamo”

15 Gennaio 2020

Strade con buche, marciapiedi consunti e poco praticabili. Una situazione comune a tante città, dove il freddo dell’inverno e le piogge sono andate a peggiorare una situazione di per sé già precaria. E mentre i cittadini di Varedo denunciano la situazione anche sui social, l’amministrazione comunale ne prende atto, sostenendo che purtroppo non ci sono abbastanza soldi per far fronte a tutte le necessità.

È sulla  pagina Facebook dedicata al loro paese, che i cittadini di Varedo raccontano. Testimoniano. Denunciano. Espongono la situazione spesso disastrata in cui si trovano intere strade. Via Feltre, via Pastrengo e poi ancora via Turati e via Madonnina sono solo alcuni esempi. “È ora che qualcuno faccia qualcosa –  tuona R.F. -dato che, ad esempio in via Maddalena, strade e marciapiedi praticamente non esistono più“.

Camminare sui marciapiedi, specie per i più piccoli o per gli anziani in difficoltà non è certo cosa semplice. “Voglio segnalare la situazione ormai tragica dei marciapiedi di via Feltre – testimonia una madre – dove mia figlia di 30 mesi è caduta procurandosi un bel graffio sul ginocchio”.

Tempestiva è la risposta da parte del primo cittadino Filippo Vergani: “Mi rendo perfettamente conto – spiega – della pessima situazione in cui vertono certe via. Alcune di esse le abbiamo rifatte, come ad esempio via Pavia e via Europa, ma più di così non possiamo fare. Abbiamo infatti altre priorità come quella, ormai annosa, di finire la palestra che alle casse del Comune costerà circa 800 mila euro. I costi sono davvero tanti – precisa Vergani – e non abbiamo più le entrate su cui potevamo fare affidamento fino a tempi passati”.

Una spiegazione, quella del sindaco, che in poche parole si traduce con “al momento non abbiamo in programma di sistemare altre strade”. Del resto, ha concluso, “la coperta è corta, cerchiamo di coprire tutto, ma non è purtroppo possibile. A mano a mano che ci saranno i soldi, provvederemo a sistemare la situazione”.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Massimo Chisari
Milanese di nascita, brianzolo d'adozione. Guardo il mondo attraverso la mia macchina fotografica. Osservo. Cerco. E tramite le parole, racconto. Amo il giornalismo, quello sincero perché scrivere significa smettere di respirare per raccontare con il cuore. Ho due grandi passioni. L'arte e la letteratura, quella russa soprattutto. Ma ho un unico grande amore, anzi due. I miei due cani, Hubert e Brunhilde.


Articoli più letti di oggi

Incidente allo svincolo del Gigante: quell’incrocio è pericoloso

Tra gli occupanti dei mezzi non si sono feriti e poco dopo erano già intenti a fare la constatazione amichevole. 

Monza, via Bergamo: chiedono una sigaretta a un ragazzo, poi lo prendono a calci e pugni

Violenta aggressione a Monza, in zona via Bergamo, ai danni di un giovane ragazzo italiano. E' stato lui stesso a chiedere l'intervento delle Forze dell'Ordine.

Capotreno presa a pugni in faccia: identificato l’aggressore

E' stato identificato e denunciato dalla Polizia Ferroviaria lombarda, con la collaborazione dei ferrovieri, l'autore della violenza operata sul regionale Trenord, ai danni di una capotreno.

“I Concerti a Monza”: in Sala Maddalena arriva il pianista Robert Lehrbaumer

Conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo, Lehrbaumer è un artista poliedrico: non solo pianista, ma anche organista e direttore d'orchestra.

Desio, camion si incastra in un sottopasso: traffico in tilt e treni cancellati

Sembra una foto fake eppure è assolutamente vera: un camioncino del corriere GSL è rimasto letteralmente incastrato nel sottopasso di via Lampugnani a Desio.