14 Giugno 2021 Segnala una notizia
Seregno, con l'anno nuovo una buona azione: i cittadini ripuliscono il Cristo imbrattato

Seregno, con l’anno nuovo una buona azione: i cittadini ripuliscono il Cristo imbrattato

2 Gennaio 2020

Piazza Fari è stata trasformata in un campo esplosivi, alcune auto sono state date alle fiamme, una pensilina completamente distrutta e un crocifisso è stato imbrattato di blu. Questi gli episodi di vandalismo registrati nella notte di San Silvestro a Seregno che vanno ad aggiungersi al bilancio già registrato in altri comuni brianzoli. Questa volta però, al danno non si è aggiunta la beffa ma un bel messaggio di civiltà: “Se l’ultima notte del 2019 si è chiusa con una nota di amarezza, il primo giorno del 2020 ha portato con sé un gesto di resistenza – lo annuncia Alberto Rossi – Il grande Crocifisso è stato rimosso dai Confratelli della parrocchia Sant’Ambrogio, che lo laveranno e rimetteranno al suo posto. Questo è il buono che scelgo di cogliere, il buono di chi, davanti a gesti che un po’ turbano la serenità del quotidiano, la mattina dopo è pronto a rialzarsi e combattere raccogliendo i pezzi e rimettendoli insieme, reagendo con decisione al degrado, alla violenza e alla volgarità di quanto accaduto.

“Vogliamo un cordone di sicurezza culturale”, l’appello del quartiere Sant’Ambrogio

I primi a denunciare quanto avvenuto nella notte del 31 dicembre sono stati proprio i rappresentati del quartiere Sant’Ambrogio, una delle zone del comune di Seregno più soggette a episodi di vandalismo: “Il Direttivo chiede al Sindaco un sopralluogo urgente su questi luoghi perché l’amministrazione si adoperi per individuare i responsabili e porre in essere le giuste misure riparative – affermano – Invita inoltre tutti gli operatori della città a fare un cordone di sicurezza “culturale” attorno la piazza Fari, la via Solferino e la via Bottego, occupando lo spazio civico della stesa via in modo permanente e portando cultura nel quartiere, unica arma di contrasto a tali attacchi. Sant’Ambrogio chiede più controllo del territorio e cultura!”

Il Sindaco: “Segnali davvero brutti”

Immediato l’intervento dell’Amministrazione che ha già effettuato un sopralluogo  insieme al Maggiore Amorosi, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Seregno, e al Commissario Allegro della Polizia locale, l’Assessore alla Sicurezza William Viganó.

“Sono segnali davvero brutti. Segnali – come minimo – di un’emergenza culturale ed educativa da colmare, relative alla maniera di vivere civilmente insieme agli altri, in certi contesti incancrenita da anni – conclude così il suo sfogo il Sindaco di Seregno – Al di là delle azioni con cui ora si muoveranno le forze dell’ordine e l’amministrazione, voglio iniziare questo 2020 esprimendo con forza sostegno, solidarietà e vicinanza a quei cittadini, quelle associazioni, quegli imprenditori ed esponenti della società civile che ogni giorno si impegnano nel contrastare con fermezza gli atti di degrado. Non siete soli. Siamo con voi, e vogliamo essere sempre di più al vostro fianco.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Melissa Ceccon
Laureata in Lingue e Letterature Straniere alla Cattolica di Milano. Mamma e moglie. Scrivo sempre e da sempre: nel 2008, il mio primo articolo di cronaca locale. Da allora, non ho più smesso. Sul web racconto anche di libri e di mamme. Nella mia borsa non mancano mai: un romanzo, una penna, un blocco per gli appunti e lo smartphone per catturare immagini e video delle notizie più interessanti.


Articoli più letti di oggi