25 Febbraio 2020 Segnala una notizia
Seregno. Abbandona i rifiuti davanti ad un'abitazione. Il proprietario vede… e li getta più in là

Seregno. Abbandona i rifiuti davanti ad un’abitazione. Il proprietario vede… e li getta più in là

17 Gennaio 2020

Sembra quasi una barzelletta e invece è un episodio realmente accaduto, a cavallo di Capodanno, in quel di Seregno. L’ennesimo caso di abbandono illecito di rifiuti ma questa volta “dato il gesto eclatante che ci ha davvero lasciati senza parole – fanno sapere il sindaco Alberto Rossi e l’Assessore alla sicurezza William Viganò– abbiamo deciso di parlarne, non solo per far sapere che l’Amministrazione è attiva, ma per denunciare, fra tutto, il comportamento”.

A spiegare la dinamica dei fatti, proprio l’Assessore Viganò che, durante uno dei giri di ispezione si è scontrato con delle immagini davvero grottesche “abbiamo notato uno sversamento di rifiuti e ci siamo subito attivati per visionare le immagini delle telecamere presenti, individuando cosi i colpevoli che sono già stati sanzionati”

L’episodio

In prima battuta le telecamere per il riconoscimento targa registrano il movimento di un’auto che accosta poco distante da una proprietà privata: il conducente scende e poi, dal baule, prende dei sacchi di spazzatura e li getta a terra. Indisturbato se ne va. A lasciare però a bocca aperta gli Agenti, l’Assessore e il Sindaco è quello che è successo dopo.

“Si vede poi uscire il proprietario dell’abitazione che, trovando i rifiuti abbandonati davanti a casa sua, compie un gesto imperdonabile – commenta William Viganò – prende i sacchi e, a sua volta, li getta in un prato poco distante. In pratica un doppio abbandono, effettuato da due residenti di Seregno”.

Sinergia vincente tra Polizia Locale, Gelsia e i servizi informatici.

L’Assessore alla Sicurezza non ha dubbi: “senza questo bel lavoro di squadra sarebbe stato davvero difficile individuare i colpevoli, tra l’altro risultati in regola entrambi con il pagamento della tassa rifiuti – fa notare – abbiamo incrociato le immagini delle telecamere posizionate, quella del riconoscimento targa e quella per la sicurezza, e nel giro di 48 ore abbiamo individuato e sanzionato i due soggetti coinvolti”.

Duecento euro di multa ad entrambi. Il Sindaco però vuole puntare l’attenzione su altro: “è il comportamento delle persone che va cambiato. Abbandonare rifiuti già abbandonati da altri, anziché denunciare, è un atteggiamento sbagliato e per cambiare le cose bisogna cambiare in primis da questo – commenta – ad un anno dal lancio del servizio Tel Disi Mi, abbiamo riscontrato che il 12% delle segnalazioni fatte riguardano proprio i rifiuti. L’Amministrazione continuerà ad impegnarsi su questo fronte, nel 2020, aumenteremo le telecamere presenti soprattutto nelle zone più sensibili”.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Melissa Ceccon
Laureata in Lingue e Letterature Straniere alla Cattolica di Milano. Mamma e moglie. Scrivo sempre e da sempre: nel 2008, il mio primo articolo di cronaca locale. Da allora, non ho più smesso. Sul web racconto anche di libri e di mamme. Nella mia borsa non mancano mai: un romanzo, una penna, un blocco per gli appunti e lo smartphone per catturare immagini e video delle notizie più interessanti.


Articoli più letti di oggi

Coronavirus: gli ultimi aggiornamenti da Regione Lombardia

In corso la conferenza stampa con il presidente Fontana e l'assessore alla Sanità Gallera.

San Gerardo riaperti i reparti chiusi, ecco le nuove disposizioni per il coronavirus

Il Pronto Soccorso è operativo, il Centro Unico Prenotazioni è operativo.

Lissone shock: dalle sterpaglie spunta il cadavere di un 38enne

Trovato cadavere di un uomo di 38 anni tra le sterpaglie di via Toti in frazione Bareggia di Lissone. Indagini in corso per ricostruire la dinamica dell'accaduto.

Brianza, effetto Coronavirus: supermercati e stazioni vuote… Autostrade piene

Questa mattina invece, erano completamente deserte le stazioni ferroviarie. La maggior parte dei lavoratori ha scelto l'auto.

Coronavirus: la risposta dei supermercati agli assalti (ingiustificati) dei clienti

Effetti del Coronavirus si ripercuotono sui principali supermercati presi di mira: rifornimenti in continuo aggiornamento