11 Agosto 2020 Segnala una notizia
Primo giorno di saldi a Monza, buona la partenza: “Qui per lo shopping e la città”

Primo giorno di saldi a Monza, buona la partenza: “Qui per lo shopping e la città”

5 Gennaio 2020

Anno nuovo, vita nuova. O almeno, nuovo guardaroba. Come nelle migliori tradizioni post-natalizie tornano i saldi invernali, l’occasione di inizio anno per acquistare prodotti a prezzi scontati. Nella maggior parte delle regioni italiane, Lombardia compresa, sono iniziati ieri, sabato 4 gennaio e termineranno tra due mesi esatti, il 5 marzo 2020. L’ONF (Osservatorio Nazionale Federconsumatori), stima che oltre 9 milioni di famiglie (circa il 38%) effettuerà acquisti approfittando delle promozioni, per un totale di 179,20 euro per ogni nucleo familiare. Un dato leggermente in calo, – 1,3% rispetto allo scorso anno, dovuto, secondo Federconsumatori e Codacons, anche ai “saldi anticipati” del Black Friday.

Ma come è andato il primo giorno di sconti a Monza? Siamo stati nelle vie principali della città e abbiamo chiacchierato con consumatori e commercianti, che ci hanno dato il loro punto di vista.

«Siamo solo all’inizio e i saldi sono un po’ bassi, ma vedremo a fine giornata come è andata – ci racconta una coppia in giro per negozi. – Intanto, è stata una bella scusa per mettere il naso fuori dalla porta. Monza sotto Natale è bellissima».

Saldi sì, ma molti scelgono Monza a prescindere

Un via vai continuo nel pomeriggio del 4 gennaio, che inizia da Largo Mazzini e prosegue per tutto il centro pedonale. Tra i negozi, cittadini brianzoli e non solo. «Sono di Cernusco Lombardone – ci racconta Alessandro. – Ho comprato, ma sarei venuto a prescindere: penso che Monza sia un bel centro, anche solo per fare una passeggiata in tranquillità. I saldi? Non so quanto siano utili: si compra quando si ha la necessità, non ci sono momenti dell’anno migliori di altri. Lo dico con un po’ di esperienza: ho gestito un’attività commerciale per 32 anni, so di cosa parlo».

«Sicuramente saremmo venuti lo stesso in centro  – confessano Francesco e Sara, residenti a Monza. «Abbiamo dato un’occhiata in giro nei prodotti in saldo, saltando l’area delle nuove collezioni. Non abbiamo comprato, ma i saldi hanno ancora un senso: ci fanno uscire di casa ed evitano lo shopping online. La bella giornata di oggi aiuta e anche l’area pedonale monzese così allestita invoglia a rimanere».

«Siamo qui in vacanza e ne abbiamo approfittato – ci spiegano Lorenza e Adriana, all’uscita da Zara in via Italia. – Acquistare in saldo è un bel risparmio, ci stiamo lanciando soprattutto sull’abbigliamento».

Rinascente, apertura straordinario fino a mezzanotte

I saldi sono ancora all’inizio, eppure gli sconti in alcuni negozi toccano il 70%. E’ il caso de “La Rinascente“, uno degli store più amati dai consumatori, che per l’occasione ieri è rimasto aperto fino alla mezzanotte. «Si compra bene perché si percepisce realmente il risparmio – ci raccontano Angelo e Lucia, 27 e 29 anni, da qualche mese residenti a Monza. – Abbiamo speso una bella cifra, ma sappiamo che i prodotti sono di qualità. Black Friday? Sì, abbiamo comprato, ma non c’è paragone: i saldi di gennaio sono un appuntamento fisso».

«Sarà conveniente, ma non è per niente rilassante: tante file e molta confusione per le strade – aggiunge Andrea. – Ho comprato alla Rinascente, ma che fatica. Col Black Friday invece non ho acquistato niente: forse non sono ancora abituato ad iniziative spot del genere».

La parola ai commercianti: «è ancora presto per parlare»

«L’utilità dei saldi dipende dalla tipologia del negozio – ci racconta Jessica Cosentino di “Sio Outlet”, in Corso Milano. – Per noi che facciamo sconti tutto l’anno è un giorno come un altro e l’affluenza è più o meno quella tipica del sabato pomeriggio. Però non penso che iniziative come il Black Friday condizionino le spese dei consumatori: i saldi sono ancora radicati nella mentalità comune».

Sono dello stesso parere alla Feltrinelli di Largo Mazzini. «Questi sono i numeri del sabato pomeriggio, per noi è un classico weekend – dichiarano. – Sui libri ci sono leggi ad hoc che non lasciano autonomia e le promozioni sono decise dagli editori. Insomma, siamo un caso un po’ particolare. Però Monza è una città che risponde bene a questo tipo di commercio e le file in cassa lo dimostrano».

«Troppo presto per parlare di come sta andando – aggiungono da “Calzature Cereda”. – Quest’anno abbiamo un weekend lungo, di tre giorni: andremo avanti fino a lunedì 6 gennaio no stop. Solo dopo quella data potremo fare un stima e capire come i monzesi hanno risposto a questi saldi. Insomma: per ora ci tocca sospendere il giudizio».

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi

ATS Brianza: quali regole valgono per il rientro dall’estero?

Per le persone di cui è consentito l’ingresso vi è l’obbligo di comunicare immediatamente al Dipartimento di Prevenzione il proprio ingresso in Italia.

Carate, il Covid miete la 29° vittima. Veggian: “L’emergenza non è terminata”

L’emergenza ad oggi non è terminata. Usa pochi giri di parole il sindaco di Carate Brianza, Luca Veggian, per comunicare ai suoi concittadini la morte per Covid del 29° caratese. 

Lombardia, zero decessi per il quarto giorno consecutivo. In Brianza 6 nuovi contagi

Nessun decesso per il quarto giorno consecutivo, aumentano 'Guariti e dimessi' (+101). A Lodi si registrano zero contagi. Un contagio a Cremona, Lecco, Pavia e Sondrio.

Arcore, il San Giuseppe chiude. Il Cda non riesce nell’impresa del salvataggio

Arriva l'epilogo per la vicenda dell'asilo san Giuseppe: il tentativo di accordo con una fondazione padovana è saltato. Ecco tutti dettagli.

Intervista al sindaco di Monza, Dario Allevi: “Credo nei monzesi e nella loro grande forza di volontà”

In prima linea durante l'emergenza Covid, il sindaco di Monza Dario Allevi ha raccontato alla nostra redazione le fasi più delicate vissute durante la pandemia.