22 Gennaio 2020 Segnala una notizia
Iniziati i lavori di rimozione delle antenne, il centro Rai del Parco di Monza viene smantellato

Iniziati i lavori di rimozione delle antenne, il centro Rai del Parco di Monza viene smantellato

15 Gennaio 2020

Per oltre cinquant’anni è stato uno dei simboli del parco di Monza. Adesso, dopo che è stato svuotato dagli impiegati di Rai Way, sono iniziate le operazioni di abbattimento delle antenne. Quasi 20 pali di cemento che saranno demoliti dalle ruspe entrati in azione all’inizio della settimana. Si tratta infatti di una tecnologia risalente ai primi anni del dopoguerra che faceva riferimento a fusti di cemento armato attrezzati con dei cavi di acciaio situati ad oltre 2 metri di profondità nel terreno.

LA STORIA

Il centro Rai del Parco è stato progettato da Giò Ponti e inaugurato nel 1954. È stato allestito all’interno del polmone verde per un motivo impreciso. L’ubicazione infatti consente di ricevere e trasmettere il segnale in tutto il mondo. Assieme a Sesto Calende e a Sorrento è stato uno dei centri di trasmissione del segnale Rai più potenti e affidabili di quelli posseduti dalla casa madre di Roma.

Il centro Rai del Parco, che è stato uno dei primi a captare il segnale dello Sputnik, è stato dismesso un anno e mezzo fa. Per il suo utilizzo Roma pagava oltre 100 mila euro di affitto al Consorzio di gestione del parco, presieduto dal sindaco di Monza, Dario Allevi, che diventavano circa 300 sommando i costi di gestione e di manutenzione.

Dallo scorso autunno, quando l’edificio è stato definitivamente dismesso, si sono accavallate diverse idee. Prima è stato ipotizzato di trasformarlo in un museo della storia della televisione, poi di utilizzarlo come scuola di formazione giornalistica e recentemente per allestire un nuovo canale Rai in inglese.

Le antenne, per la precisione 17, sono alte oltre 15 metri e i loro pali scendono a una profondità di 2 metri. Sono attrezzate con cavi di acciaio. Le scavatrici, incaricate di dismetterle, dovranno scavare per rimuoverle completamente. Una volta completato il lavoro dovranno anche preoccuparsi di risistemare la zona esattamente com’era. Le antenne si trovano all’interno del centro Rai. Compito di Roma e di lasciare il prato a posto, mentre la grande antenna che si trova a pochi metri da Villa Mirabellino non sarà toccata dai lavori.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi

Incidente allo svincolo del Gigante: quell’incrocio è pericoloso

Tra gli occupanti dei mezzi non si sono feriti e poco dopo erano già intenti a fare la constatazione amichevole. 

Monza, via Bergamo: chiedono una sigaretta a un ragazzo, poi lo prendono a calci e pugni

Violenta aggressione a Monza, in zona via Bergamo, ai danni di un giovane ragazzo italiano. E' stato lui stesso a chiedere l'intervento delle Forze dell'Ordine.

Capotreno presa a pugni in faccia: identificato l’aggressore

E' stato identificato e denunciato dalla Polizia Ferroviaria lombarda, con la collaborazione dei ferrovieri, l'autore della violenza operata sul regionale Trenord, ai danni di una capotreno.

Usmate, ProntoPannolino tocca i 100mila pannolini venduti al mese

ProntoPannolino ha aperto un negozio fisico in via Medaglie d'Oro 5 a Usmate.

“I Concerti a Monza”: in Sala Maddalena arriva il pianista Robert Lehrbaumer

Conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo, Lehrbaumer è un artista poliedrico: non solo pianista, ma anche organista e direttore d'orchestra.