Quantcast
Dichiarazione redditi 2021, CAAF Cgil MB: “Novità importanti già da quest’anno” - MBNews
Economia

Dichiarazione redditi 2021, CAAF Cgil MB: “Novità importanti già da quest’anno”

Per usufruire della detrazione Irpef del 19 per cento, una serie di spese, dalla sanità all'istruzione, nel 2020 dovranno essere fatte con strumenti tracciabili. La consulenza del sindacato.

dichiarazione-redditi-interna-600x320

Il 2020 è iniziato da solo un mese, ma conviene cominciare già a guardare più avanti. Non è il consiglio di qualche esperto di benessere psico-fisico e nemmeno la previsione contenuta in uno dei tanti oroscopi. Molto più realisticamente è l’invito che il Caaf (Centro autorizzato di assistenza fiscale) della Cgil Monza e Brianza rivolge a tutti coloro che nel 2021 faranno la dichiarazione dei redditi.

Perché, per compilarla in modo corretto e, soprattutto, beneficiare delle detrazioni delle spese sostenute nel 2020 con modalità di pagamento tracciabili (bancomat, carta di credito, carta prepagata, assegno bancario e circolare, bonifico bancario o postale), bisogna conoscere le novità in materia fiscale previste dalla Legge di Bilancio 2020. E, quindi, comportarsi di conseguenza.

“In pratica per poter essere inserite nella dichiarazione dei redditi dell’anno prossimo e beneficiare della detrazione Irpef del 19 per cento, a partire dall’1 gennaio 2020, i pagamenti di una serie di prestazioni dovranno essere effettuate con strumenti tracciabili” afferma Erika Volpi (nella foto in basso), responsabile per Monza e Brianza di Caaf Cgil Lombardia.

“Dalle visite specialistiche sanitarie private alle rate del mutuo per la detrazione degli interessi, dalle spese di intermediazione acquisto prima casa a quelle veterinarie e funebri – continua – non mancano le spese per la scuola, per l’Università, per le attività sportiva di ragazzi tra i 5 e i 18 anni, per l’assicurazione, per gli addetti all’assistenza di non autosufficienti, fino ad arrivare alle erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici e all’abbonamento al trasporto pubblico locale”.

Come si può notare le detrazioni riguardano soprattutto spese in ambito sanitario, immobiliare, scolastico e dei trasporti. Ma ci sono delle eccezioni.

“Sono escluse dal pagamento con strumenti tracciabili – spiega la responsabile per Monza e Brianza di Caaf Cgil Lombardia – le spese per medicinali, dispositivi medici e prestazioni sanitarie erogate da strutture pubbliche o da strutture convenzionate con il Sistema sanitario nazionale, spese che, pertanto, risultano detraibili anche se pagate in contanti”.

Il 730 presenta delle novità anche per la dichiarazione dei redditi 2019. Che, con il nuovo modello redatto dall’Agenzia delle Entrate, dovrà essere presentata entro il 23 luglio di quest’anno.

Cambiamenti in arrivo per gli eredi, che potranno utilizzare il 730 per presentare la dichiarazione dei redditi delle persone decedute nel 2019 o entro il 23 luglio 2020. Ma anche per i figli a carico fino a 24 anni. Per i quali il limite complessivo di reddito annuo per essere considerati tali è elevato a 4mila euro.

Tra le altre novità, sul fronte istruzione c’è da segnalare che l’importo massimo su cui si può usufruire della detrazione del 19 per cento per spese in questo ambito è pari a 800 euro, Università a parte.

Per maggiori informazioni sugli adempimenti e le novità fiscali inerenti alla dichiarazione dei redditi, ci si può rivolgere presso tutte le 15 sedi Caaf Cgil Lombardia della provincia di Monza e Brianza oppure collegandosi al sito internet e alla pagina facebook: caafinforma. Il servizio fiscale è disponibile anche al Numero verde 800.990.730.