Quantcast
Lissone MTB: anno nuovo presidente nuovo Emilio Negro Cusa - MBNews
Sport

Lissone MTB: anno nuovo presidente nuovo Emilio Negro Cusa

Per il prossimo biennio 2020-21 la massima carica dirigenziale, il presidente sarà ricoperta da Emilio Negro Cusa. Conosciamo meglio il neo-presidente. 

Lissone.MTB.nuova.stagione2

Un vecchio adagio che calza a pennello in casa Lissone MTB, la prestigiosa società ciclistica impegnata da 30 anni nell’attività della mountain bike, che si propone in questo anno nuovo, con una novità importante.

Per il prossimo biennio 2020-21 la massima carica dirigenziale, il presidente sarà ricoperta da Emilio Negro Cusa. Conosciamo meglio il neo-presidente.

Quali sport hai praticato e come sei giunto alla MTB?

“Per quanto concerne lo sport ho praticato basket nell’APL Lissone. Dopo il servizio militare, e soprattutto dopo gli studi, accantono lo sport. Dopo il matrimonio, ovvero negli anni ’90, periodo in cui emerge alla grande il rampichino, ed il fenomeno MTB, invogliato da uno zio ciclista (stradista ndr), mi avvicino al movimento off road”

“Negli stessi anni mi avvicino causalmente allo squash praticandolo con la squadra del Fit Monza. All’alba dei 40 anni, per problemi fisici articolari, addio squash. Riprendo i panni del ciclista di montagna, con grande voglia di divertimento”

Veniamo al Lissone MTB: come ha avuto inizio la tua “carriera” dirigenziale?

“Sono entrato nel team nel 2011 come consigliere. In quel periodo ho lavorato molto per portare nuove leve amatoriali alle competizioni.

Nel 2013 sono diventato vicepresidente. In quell’anno, casualmente, ho conosciuto il biker Stefano Lanzi e poi tanti altri grandi campioni della mountain bike.

Sono anche portavoce di una gara di handbike, grandissimo sostenitore della scuola di MTB per i Giovanissimi e convinto dell’importanza del nostro vivaio rappresentato dallo Junior Team”

Il presidente, ci tiene, moltissimo, a ringraziare l’ex presidente: le sue parole

“La storia del club si scrive da sola. Tante persone hanno lavorato con grande determinazione per tenere alti i colori del Lissone MTB. Una di queste è l’ex presidente Celestino Pinessi che mi lascia le redini della società e colgo l’occasione per ringraziarlo”

Obbiettivi?

“Portare un po’ di aria nuova alla società. In primis l’idea di cambiare i colori delle maglie. Un discorso che approfondiremo alla presentazione della società. Diversificare la partecipazione dei nostri atleti nei vari circuiti e rendere la nostra struttura logisticamente più informatizzata. Ed ovviamente lanciare nuovi giovani talenti, e riconquistare titoli nazionali di specialità”

Cosa significa Lissone MTB nel mondo delle due ruote grasse?

“Vivendo all’interno della società non si percepisce molto l’importanza della nostra nomea. Ma, ascoltando le varie voci di corridoio, ed attraverso le parole degli “avversari” sportivi, noto con grande orgoglio la forte considerazione nei nostri confronti. Si percepisce una sorta di rispetto e di “grandezza”. Lo dice, d’altro canto, la nostra storia, il nostro albo d’oro con i nostri 30 anni di attività.

“Il Lissone MTB, a differenza di alcune società che hanno abbassato il sipario, è ancora sul palcoscenico sportivo. Qualcosa vorrà pur dire!”

Un messaggio che lancia il presidente ai propri atleti?

“A tutti i ragazzi che corrono con i nostri colori, con la nostra maglia, voglio solamente ribadire, che la mia, anzi nostra, filosofia di sport e di team, consiste nel considerarvi prima di tutto degli amici. Amici appassionati dello sport. Poi sono pur sempre atleti e come tali devono dare il meglio per sé stessi, per la società, e per cercare di raggiungere i propri obiettivi. Più in alto salirete, più alta sarà la vostra gloria”

Vuoi cogliere l’occasione per dirci dell’altro?

“Certo! Vorrei esprimere tanti ringraziamenti: A coloro che credono in me e nella Lissone MTB. Al mio nuovo direttivo che si presenta con tre nuovi consiglieri. Ai nostri volontari, sostenitori ed ai genitori dei giovani atleti. Senza dimenticare i nostri “padri fondatori” che non mollano mai la presa nell’auto- coinvolgersi in tutte le nostre attività.

Ovviamente grazie anche agli sponsor: la storica Lamplast di Aldo Redaelli; il negozio Cicli Conti nella persona di Franco Conti che ci fornisce le splendide e performanti bici Trek top di gamma; Ima Mobili dei fratelli Montrasio nelle persone di Carlo e Franco; BBF Contract nella persona di Nicoletta Borgonovo e dei suoi fratelli; la ditta ATI Gomma della famiglia Curnis e al maglificio sportivo Dama Sportswear, azienda leader, che da quest’anno veste i nostri atleti.

Un ringraziamento particolare lo rivolgo ai nuovi sponsor delle categorie giovanili che hanno deciso di puntare sui nostri piccoli atleti: in primis Carlo Rivolta consulenze Industriali (papà dei nostri irrefrenabili “Davidino” e “Betta” ndr); il Mollificio Renzo Scotti sito in Lissone del signor Giorgio Scotti; LCM Group di Biassono nella figura del signor Daniele Fossati e V&P impianti di Arosio dei sig. Vaghi e Pogliani.

Un grazie, infine, all’Amministrazione Comunale che ci supporta sempre con grande vicinanza ed agli amici della FCI comitato Monza e Brianza.”