Quantcast
Affari&Sport: 30eLode questo mese è per Michele Cecotti - MBNews
Sport

Affari&Sport: 30eLode questo mese è per Michele Cecotti

Più che al passo coi tempi Michele Cecotti è sempre un passo avanti, dall’analisi delle necessità dei runner all’accoglienza per i neofiti.

affari e sport

Più che al passo coi tempi Michele Cecotti è sempre un passo avanti, dall’analisi delle necessità dei runner all’accoglienza per i neofiti, dalla massima professionalità nei consigli, alla cura di dettagli per il popolo dei runner. Michele Cecotti, titolare dei negozi “Affari&Sport” è un vero amico dei runner.

Questo mese di Gennaio 2020 il nostro “Settebello” di domande è tutto per lui.

1. Come vivi il mondo della corsa?
«Sono un runner, un amatore senza pretese, ma proprio per questo conosco bene le varie fasi dell’amore per la corsa. Dopo la scintilla e l’entusiasmo si vedono i primi risultati, ma ad un certo punto possono venire fuori le delusioni, non si migliora più o sopraggiungono gli infortuni. E’ inesorabile, non siamo noi a dettare il ritmo della corsa ma è la corsa che detta i ritmi. Per questo io cerco di essere sempre al passo con quanto di innovativo c’è nel mondo del running e mi affido molto alla mia esperienza per aiutare chi si avvicina e supportare chi è già addentro lo straordinario mondo della corsa. Tante le iniziative che propongo per neofiti e approfondimenti per runner esperti».

2. Parlaci del tuo negozio
«Allora dobbiamo parlare “dei negozi”. La sede storica del mio negozio è a Villasanta. Qui è nato tutto, forse anche grazie alla vicinanza con il Parco di Monza o al fatto che la Brianza è un territorio di amanti della corsa e di eccellenti campioni. Tradizionalmente qui si svolgono le “tapasciate” (camminate ludico-motorie) della domenica sono un grande richiamo per tutti, runner e camminatori, famiglie con bambini e gente che passeggia col cane. Sono momenti di aggregazione e un modo per confermare l’importanza e vivere il territorio. Inoltre, la Brianza è sede storica di diverse gare dal fascino immutato, come la Monza-Montevecchia e la Monza Resegone. Da qui ho tratto tanta ispirazione, mi sono fatto conoscere attraverso la sponsorizzazione di alcuni eventi (competitivi e ludici) e accogliendo i runner in casa mia con gli allenamenti di gruppo e i corsi di corsa. Negli anni ho aperto poi altre due sedi, a Lecco e a Ballabio, che hanno una mission incentrata sulle esigenze del territorio, quindi anche rivolta ad un popolo di trail runner, camminatori, praticanti di trekking e nordic walking».

3. Raccontaci delle tue iniziative per incontrare le esigenze dei runner
«Ho iniziato dalla considerazione che, per quanto sia un gesto naturale, il runner che si approccia alla corsa ha bisogno di aiuto per imparare a farlo correttamente e limitare gli infortuni. Ho quindi istituito il “5 Steps to Run” un corso di corsa con Mino Passoni che si svolge al sabato mattina. Il lunedì sera è diventato una consuetudine l’allenamento del gruppo “Solo un passo d’altro” che si ritrovano per correre in compagnia.  In generale, i miei negozi sono sempre aperti anche a nuove iniziative. Il mio negozio di Villasanta è un punto di appoggio per i runner che partono da qui per correre insieme nel Parco di Monza. Ormai tredici anni fa per gioco ho lanciato “L’Allenamento di Natale”, all’inizio eravamo in trentadue, adesso è organizzato come un vero e proprio meeting e vi sono circa 1.200 partecipanti. In quella occasione ci sono persino gli stand degli sponsor, tra cui quello di Brooks con il test prodotto, Freelifenergy con gli integratori, la storica rivista Correre, Rovagnati e tanti altri. Inoltre, organizzo test prodotti e serate a tema con esperti legati al mondo del running. Mi piace essere un punto di riferimento, è una comunità di cui faccio e voglio far parte in maniera intensa. La porta di casa mia sarà sempre aperta a tutti».

4. E i tuoi clienti?
«Ho clienti di tutti i tipi, neofiti, fitwalkers, runner, amatori di alto livello e persino professionisti. Moltissimi miei clienti sono anche miei amici. Per i nuovi del campo offro la consulenza con la valutazione dell’appoggio mediante pedana baropodometrica ed un servizio fornito da un tecnico ortopedico per la personalizzazione dei plantari SPORTESI». I clienti storici partecipano alle manifestazioni da me organizzate o delle quali sono sponsor e spesso danno anche una mano. Tra i miei clienti ci sono anche le squadre sportive, mi occupo anche di forniture per le società. Per me i clienti sono una comunità da nutrire con attenzioni continue, per questo cerco sempre di essere aggiornato e, semmai, un passo avanti.

5. Hai mai pensato di creare una ASD?
«Si, da qualche anno esiste Sport&Benessere anche se da sempre ho usato le mie energie per gestire il team Affari&Sport, amatori di ottimo livello che sponsorizzo con l’abbigliamento brandizzato Affari&Sport e le calzature che preferiscono. Tra questi Dario Rognoni, Ivana Iozzia, Claudia Gelsomino, Silvia Radaelli, Davide Raineri, Michele Fontana, Roberto Cella, Tommaso Vaccina, Loris Mandelli, Andrea Ruggiero, Mirko Canaglia e Simone Pessina. Sono ragazzi che sanno il fatto loro in diverse competizioni e mi riempiono d’orgoglio con le loro imprese, se volessi elencarle non basterebbe una settimana…Quando alla domenica vengo a conoscenza dei loro risultati, sento di aver fatto qualcosa di buono con il mio contributo».

6. Affari&Sport come è vicino al cliente online?
«Nell’era del web resto convinto che la vendita online sia negativa in questo settore e se così non fosse cadrebbe tutto quanto ho detto prima della filosofia che mi ha spinto a creare questo mondo. Io voglio aiutare il cliente a usare il prodotto giusto per il percorso giusto che sta intraprendendo, questo non può avvenire attraverso un click collegato ad una carta di credito. Per giunta, ad oggi l’online non ha nessuna regolamentazione e questo mi piace poco, io ho una visione diversa e la difendo con orgoglio».

7. Michele Cecotti è anche un runner, quali sono i tuoi impegni sportivi e in quale gara potremo trovarti al di qua del nastro di partenza e vederti all’arrivo sotto il tuo stesso arco?
«…Preferisco che siano gli altri a correre con i miei consigli…Ho sempre il pallino della Monza Resegone, gara a cui ho partecipato molte volte e che ha sempre un richiamo che mi affascina. Amo la natura e i boschi, mi piace correre senza la fretta dell’orologio e godermi la natura, per ora non penso ad una gara».

(foto di Roberto Mandelli)