25 Settembre 2021 Segnala una notizia
Monza, bilancio di previsione sbarca in consiglio. 558 milioni per il 2020

Monza, bilancio di previsione sbarca in consiglio. 558 milioni per il 2020

6 Dicembre 2019

Il Bilancio di previsione per il triennio 2020-2022 approda in consiglio comunale. Il documento dovrà essere approvato entro il 2019 con l’intento di beneficiare delle premialità previste dalla norma per gli Enti virtuosi e assicurare alla macchina amministrativa la continuità gestionale necessaria ad agevolare l’iter degli investimenti.

Per il 2020 la manovra del Comune di Monza, approvata dalla Giunta guidata dal Sindaco Dario Allevi il 27 novembre scorso, si attesta su un totale di 559mila euro. 

“In questo Bilancio– ha spiegato il primo cittadino – ci siamo trovati di fronte a una scelta dolorosa: abbiamo dovuto ridurre la fascia di esenzione dell’IRPEF. Una decisione che non fa parte della nostra cultura politica, ma che era necessaria per continuare a garantire l’erogazione dei servizi e mettere in sicurezza i conti del Comune. Una manovra che è il risultato della polvere che abbiamo trovato sotto il tappeto quando siamo arrivati al Governo della città. E noi di polvere non ne vogliamo nascondere. Vogliamo consegnare alla prossima Amministrazione e, soprattutto, ai nostri datori di lavoro, i cittadini, un Comune con un Bilancio in ordine».

Il provvedimento sopra discusso ha generato diverse polemiche sia da parte del Partito Democratico sia da parte dei sindacati“Per aumentare le entrate del bilancio 2020 la giunta Allevi ha deciso che anche i cittadini monzesi con reddito che va dai 12 ai 18 mila euro lordi all’anno dovranno versare nelle casse comunali l’addizionale IRPEF. Chi a stento arriva a 1.000 euro al mese non può certo definirsi ricco, eppure la giunta di destra ha deciso di accanirsi proprio contro di loro. Quindi, da ora, chi riceve una pensione o uno stipendio di 770 euro al mese dovrà versare quasi 100 euro all’anno nelle casse comunali, mentre se le entrate mensili sono di 1.140 euro la tassa sale a 144 euro. – commentano i consiglieri – Si tratta di un provvedimento che grida vergogna, perché va a colpire circa undicimila cittadini monzesi che già ogni giorno fanno fatica a tirare avanti” questo è quanto aveva dichiarato il gruppo consiliare monzese.

L’Amministrazione, anche nel bilancio di previsione 2020-2022, continuerà le azioni di contrasto all’evasione tributaria e tariffaria, all’efficientamento della spesa, al miglioramento delle capacità di riscossione di tutte le entrate e al monitoraggio del debito con la sua conseguente rimodulazione e/o estinzione. Al fine di mantenere inalterati gli equilibri di parte corrente e mantenere i servizi in essere l’Amministrazione ha modificato la soglia di esenzione dell’addizionale Irpef da 18.000 euro a 12.000. Restano invariate tutte le altre aliquote tributarie, mantenendo le agevolazioni TARI previste dal regolamento dei tributi per euro 540.000.

LE ENTRATE

Per quanto riguarda i capitolo delle entrate (Entrate tributarie, contributive e perequative) saranno di 97.319.827 euro, di cui 11.748.000 euro di trasferimento statale per Fondo di Solidarietà Comunale.

Trasferimenti correnti da Amministrazioni Pubbliche 9.236.850,00 euro, provenienti in prevalenza da Stato e Regione. Entrate extratributarie 33.739.917,00 euro, di cui 15.607.550,00 euro derivanti dalla vendita di beni e servizi e dalla gestione dei beni; 7.769.500,00 euro derivanti dai proventi dell’attività di controllo e repressione delle irregolarità e degli illeciti (in prevalenza sanzioni da violazioni al Codice della Strada).

Entrate in conto capitale 14.778.650,00 euro di cui 1.857.000,00 euro quale contributo agli investimenti da parte di amministrazioni pubbliche (in prevalenza Stato e Regione), 2.400.000,00 euro quale contributo agli investimenti da parte di privati, 2.271.650,00 euro quale entrata da alienazione di beni immobili.

ALIENAZIONI

Per le alienazioni di immobili è stata inserita nel documento di bilancio in entrata, in via prudenziale, solo una parte delle alienazioni previste. Infatti l’intero documento contiene vendite di immobili per complessivi 31 milioni circa di euro, di cui vendita area ex Fossati – Lamperti per oltre 14 milioni di euro, ex area TPM per 10,5 milioni di euro, aree industriali vie Ercolano/Pompei per 4,8 milioni di euro, centro commerciale Cantalupo per 1,2 milioni di euro e aree piani di edilizia economico popolare 250.000,00 euro.

E’ prevista, inoltre, l’accensione di prestiti per 4.981.000,00 euro per finanziare spese di investimento. A questi importi si aggiungono 278.920.000,00 euro di entrate per conto terzi e partite di giro; 60 milioni di anticipazioni di tesoreria; 50 milioni di riduzioni di attività finanziarie; e 9.913.948,06 di FPV per spese conto capitale.

SPESE

Le spese correnti ammontano invece a 136.706.594,00 euro. Queste comprendono i servizi istituzionali, generali e di gestione 848.989,00 euro che includono il funzionamento degli organi istituzionali, della Segreteria Generale, della gestione economica e finanziaria dell’Ente, della gestione delle entrate tributarie e dei servizi fiscali, dei beni demaniali e patrimoniali, delle elezioni e consultazioni popolari, dell’anagrafe e stato civile, dell’ufficio Statistica e dei sistemi informativi.

Vi sono poi le spese per l’ordine pubblico e sicurezza 268.533,00 euro che includono quanto necessario per l’ordine pubblico e la sicurezza sul territorio comunale, sia come attività di Polizia Locale, sia amministrativa, sia commerciale.

Istruzione e diritto allo studio 12.644.070,00 euro ,che contiene quanto necessario per il funzionamento e l’erogazione dell’istruzione (principalmente scuole materne ed elementari anche paritarie) e servizi connessi (come trasporto scolastico e mensa scolastica); tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali 3.783.826,00; Politiche giovanili, sport e tempo libero 2.149.853,00, Turismo 433.000,00 euro; Assetto del territorio ed edilizia abitativa 2.855.329,00 euro; sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente 287.002 euro; trasporti e diritto alla mobilità 9.311.762,08euro; diritti sociali, politiche sociali e famiglia 787.994,50 euro; interventi nell’ambito della disabilità per 8,6 milioni di euro; interventi per gli anziani 2 milioni di euro; interventi per soggetti a rischio di esclusione sociale 2,9 milioni di euro; interventi per il diritto alla casa 1,7 milioni di euro (comprende le spese per la gestione alloggi ERP e per il sostegno alla locazione); interventi vari per il sociale circa euro 4,1 milioni; interventi per il servizio necroscopico 1,9 milioni di euro.

A ciò si aggiungono 99.648,00 euro per il soccorso civile; 5.109,00 per la Giustizia; oltre 934.862,00 euro per lo sviluppo economico e la competitività; 326.000,00 euro per le politiche per il lavoro e la formazione professionale; quasi 9 milioni di euro per fondi e accontamenti.

INVESTIMENTI

Le spese di investimento, poi, ammontano a 26.243.598,06 euro: tra queste il capitolo scuole – Istruzione e diritto allo studio avrà 9,2 milioni di euro che comprende vari interventi per manutenzione straordinaria, adeguamento normativo. Tra gli interventi sono compresi i lavori nella scuola Elisa Sala per 650.000,00 euro ed interventi di recupero/restauro scuola ex Borsa via Boccaccio per 2.881.000,00 euro.

Per gli alloggi comunali il comune ha messo in conto circa 1,265 milioni di euro. Per le strade e i trasporti 5.350.000,00 euro.

A ciò si aggiungono 1.000.000,00 euro per tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali; 185.000,00 euro per ordine pubblico e sicurezza; 134.000,00 euro per la tutela del territorio e dell’ambiente; 100.000,00 euro per il soccorso civile; 13.000,00 euro per lo sviluppo economico e la competitività.

A completamento del quadro delle spese si aggiungono 7.020.000,00 euro per rimborso prestiti; 60.000.000 euro per chiusura anticipazioni di tesoreria; 50 milioni per incremento attività finanziarie e 278.920.000,00 euro per uscite conto terzi e partite di giro.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi