27 Settembre 2021 Segnala una notizia
Il Monza si sbarazza della Giana: inaugurati gli Sky box al Brianteo

Il Monza si sbarazza della Giana: inaugurati gli Sky box al Brianteo

8 Dicembre 2019

Nella serata in cui sono stati inaugurati i nuovi Sky box al Brianteo, il Monza si sbarazza della Giana Erminio ultima in classifica e resta saldamente al comando del girone A di Serie C. Nella squadra di Brocchi debutta Paletta al centro della difesa con i ritorni di D’Errico, Finotto e Brighenti.

E’ subito pericolosa la squadra di Brocchi che al 1′ spreca una buona occasione con capitan D’Errico. A sbloccare la gara è Brighenti, bravo a sfruttare di testa un cross di Chiricò.  Dopo una partenza con ritmi altissimi, la squadra di casa smette di attaccare: bisogna aspettare il 36′ per ritrovare un’azione degna di tale nome, con Chiricò che serve Brighenti, pallone fuori. L’ex Lecce sigla il 2-0 al 37′ chiudendo di fatto una partita mai in discussione. Pochi istanti dopo è Armellino (sempre assist di Chiricò), pallone fuori. E’ poi Finotto a calciare sull’esterno della rete una palla gol invitante. E la Giana? La cenerentola del girone A si fa vedere dalle parti di Lamanna soltanto al 41′ ma Perna non sfrutta una dormita della difesa di casa.

Nella ripresa il Monza va vicino al tris con Finotto (60′ e 62′), ma l’attaccante sbaglia in maniera clamorosa.  Inevitabile la sostituzione dell’ex Cittadella (insieme al compagno di reparto Brighenti): al loro posto dentro le altre due punte Marchi e Gliozzi. E’ proprio quest’ultimo al 72′ a chiudere la pratica Giana Erminio (assist di Chiricò, primo centro per l’ex Siena). Nel finale lo stesso Gliozzi si divora la palla del 4-0. “Volevamo iniziare così per dare poca fiducia agli avversari, era importante dimostrare sul campo di essere superiori, ma non siamo stati perfetti” le parole di Cristian Brocchi dopo la vittoria sulla squadra di Gorgonzola. “Campionato finito? Non ancora, c’è un girone di ritorno ancora da giocare. Paletta? Era tanto che non giocava, è ancora indietro di condizione, ma volevo farlo giocare per mettere minuti nelle gambe”. Prime parole da biancorosso per il difensore: “La squadra mi ha fatto sentire subito parte integrante di questo gruppo, Brocchi e Galliani mi hanno cercato a tutti i costi. Matri e Paloschi? Qui si sta benissimo, alcuni ex compagni mi hanno già contattato”.

Dall’altra parte Cesare Albè, tecnico della Giana Erminio, applaude il Monza: “E’ una squadra di un’altra categoria, non potevamo fare di più. Gli acquisti di gennaio? Credo che verrà Di Munno, mentre è difficile arrivare a Galli e Negro” la smentita del tecnico ospite.

I biancorossi scenderanno di nuovo in campo domenica prossima contro il Pontedera in trasferta (ore 17:3o), mentre la domenica successiva si aprirà il girone di ritorno contro la Pro Patria, ultima gara dell’anno solare di questo indimenticabile 2019.

MONZA-GIANA ERMINIO 3-0 (2-0)

Marcatori: 11′ Brighenti (M) 37′ Chiricò (M) 72′ Gliozzi (M)

MONZA (4-3-1-2): Lamanna; Lepore, Paletta, Bellusci, Anastasio (36’st Marconi); Armellino (36’st Iocolano), Fossati, D’Errico; Chiricò (29’st Mosti); Brighenti (21’st Marchi), Finotto (21’st Gliozzi) All. Brocchi (Sommariva, Del Frate, Galli, Scaglia, Negro, Rigoni, Franco)

GIANA ERMINIO (4-3-1-2): Marenco; Madonna, Montesano, Gambaretti (1’st Capano), Solerio; Pinto, Greselin (1’st Pedrini), Serafini; Remedi (31’st Fumagalli); Perna (31’st Bellazzini), Cortesi All. Albè (Leoni, Perico, Duguet, Otelè, Zulli, Sosio, Pirola, Cazzago)

Arbitro: Sig.ra Marotta di Sapri (Dicosta-Perrelli)

Note: spettatori 3mila circa, di cui una ventina da Gorgonzola. Terreno in condizioni discrete, serata fredda. Ammoniti: Solerio (G) Fossati (M).

(fonte foto: Emagestudio)

 

 

 

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Stefano Peduzzi


Articoli più letti di oggi