26 Gennaio 2020 Segnala una notizia
Cambio di rotta: Candy riporta in Italia la produzione delle lavatrici da incasso

Cambio di rotta: Candy riporta in Italia la produzione delle lavatrici da incasso

3 Dicembre 2019

Candy riporta in Italia la produzione delle lavatrici da incasso. “È un fatto di straordinaria importanza, in contrapposizione con il passato che vede aprire una nuova fase per la Candy di Brugherio” commenta Pietro Occhiuto, Segretario Generale della Fiom Cgil Brianza.

Il  Gruppo Haier Europe ha deciso di riportare in Italia la produzione delle lavatrici a  incasso, precedentemente trasferita presso lo stabilimento cinese di Jinling: una notizia resa nota dai vertici aziendali della multinazionale nell’incontro avuto con i sindacati e la Rsu presso la sede di Assolombarda di Monza.

“È frutto del confronto sindacale e del dialogo costruttivo messo in atto in questi mesi – continua Pietro Occhiuto – che ha portato la multinazionale ad assumere questa decisione importante. Si tratta di un prodotto a maggiore valore aggiunto rispetto a ciò che attualmente si produce nello stabilimento di Brugherio”.

Si parla di oltre 100 mila lavatrici da incasso che per essere prodotte necessitano di investimenti per oltre 600 mila euro.

“Abbiamo sempre sostenuto che lo stabilimento di Brugherio, se debitamente supportato da investimenti, fosse pienamente competitivo. Le professionalità che operano in Candy sono all’altezza di qualsiasi sfida che punti sulla qualità. La decisione di riportare in Italia la produzione di un prodotto di mercato conferma quanto da tempo sosteniamo” afferma Occhiuto, che prosegue “bisogna continuare a battere questa strada, intensificare il confronto a tutti i livelli per trovare tutte le soluzioni che preservino l’occupazione e rilancino la produzione del sito brianzolo e proprio per questo motivo chiederemo al Governo di mettere in programma un incontro per proseguire il confronto di monitoraggio sullo svolgimento del piano industriale”.

“Sembra paradossale ma è così – conclude Pietro Occhiuto – ci voleva una proprietà cinese per riportare in Italia una produzione che italiani avevano portato in Cina”.

Nell’incontro di ieri si è concordato anche di erogare un premio di 800 euro per gli operatori diretti di produzione dello stabilimento.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Enpa scrive ad Amazon: rimuovete dal catalogo gli stivaletti antigraffio per gatti

"Il tuo gatto si fa le unghie sui mobili o sui tappeti? Nessun problema: basta chiudere le sue zampe ben strette in appositi cilindri di silicone e così i tuoi arredi saranno al sicuro". ENPA non ci sta, scatta la segnalazione ad Amazon.

Tragedia a Monza: 18enne precipita da una palazzina e perde la vita

Incidente shock a Monza: un ragazzo di 18 anni è precipitato da un palazzo al numero 106/A di via Borsa e ha perso la vita. Indagini in corso.

Nel cuore di Monza apre la nuova clinica per il benessere firmata Zucchi

Restituita alla cittadinanza la storica struttura in via Appiani 17. Spazio a salute, riabilitazione e benessere psicofisico, insieme a un nuovo servizio dedicato all’infanzia e alle famiglie

Omicidio in fattoria in Inghilterra: l’assassino è un giovane di Vimercate

E' un giovane di Vimercate il responsabile della morte della veterinaria, Katherine Bevan. Gian Luigi Palmas, 26 anni di Oreno, avrebbe aggredito e ucciso la donna, a seguito di un violento litigio. Il ragazzo avrebbe maltrattato alcuni animali.

Sola con un bimbo di 15 giorni, da Monza scatta la gara di solidarietà

Valentina, professionista, giornalista e mamma, è stata la protagonista di una grande storia di umanità e solidarietà che sta facendo il giro del web proprio in questi giorni.