Quantcast
Biassono, una "piscina" in stazione: difficile raggiungere la banchina - MBNews
Attualità

Biassono, una “piscina” in stazione: difficile raggiungere la banchina

Contestata la gestione di una segnalazione degli uffici comunali di Biassono da parte di un cittadino.

biassono stazione lago - mb

La stazione è allagata, ma gli uffici comunali “snobbano” i disagi dell’utente.

È andata così, stando ad una pendolare che ogni mattina si reca alla stazione di Biassono-Lesmo Parco per prendere il treno per lavoro. E che nei mesi di ottobre e novembre, complice l’incessante pioggia caduta in Brianza e anche sullo scalo biassonese, ha dovuto fare i conti con una immensa pozza d’acqua che ha reso un’impresa raggiungere la banchina.

La sola strada di collegamento alla stazione, presenta infatti un avvallamento che in occasione di piogge di lungo corso, rende di regola impraticabile il percorso che diventa una piscina, costringendo chi è obbligato a passarvi ad inzaccherarsi scarpe e vestiti. Tenendo conto, per giunta, che non vi sono altri accessi sicuri.

 

LA DOPPIA SEGNALAZIONE

“Mi sono quindi rivolta una prima volta a fine ottobre agli uffici, per fare presente il disagio che dovevo affrontare ogni giorno, sia al mattino che al ritorno, dovendomi per forza bagnare per prendere il treno – racconta l’utente – per farlo ho utilizzato la mail dell’Ufficio Tecnico. Ricevendo in risposta che il loro ufficio non ha competenza sulla materia specifica. La mia richiesta è stata quindi inoltrata per copia conoscenza agli uffici preposti, ossia quello “manutenzione” e “lavori pubblici”.

Nel frattempo non ho però ottenuto alcuna risposta, fino a che a metà novembre, peril persistere delle stesse condizioni impraticabili della strada ho riscritto nuovamente all’ufficio tecnico, dal quale però è arrivato un altro “questo settore non ha la specificità sulla competenza in materia” e si specifica che “non si provvede alla comunicazione ai servizi competenti in quanto già informati”.

Non mi sembra un atteggiamento idoneo, e sottolineo che per questa incombenza, alcuni biassonesi hanno deciso di spostarsi alla stazione di Macherio, almeno lì non devono indossare la tuta da sub per prendere il treno”.

La replica dell’assessore alla partita Lavori Pubblici non si è fatta attendere. “Dopo le segnalazioni dell’utente Brianzacque sono intervenuti per un sopralluogo alla stazione, tenendo conto anche che in quel tratto non ci sono fognature – ha precisato Alessio Anghileri – posso dire che nel punto incriminato, anni fa erano stati realizzati quattro pozzi perdenti, proprio per ovviare a questa incombenza degli allagamenti. Vedremo durante i prossimi eventi meteorici intensi se la situazione è migliorata.

L’intervento della giunta dovrebbe quantomeno aver messo tra le priorità il tentativo di risoluzione della problematica.