17 Settembre 2021 Segnala una notizia
Un'auto a guida autonoma a zero impatto ambientale? Una realtà con il progetto Teinvein

Un’auto a guida autonoma a zero impatto ambientale? Una realtà con il progetto Teinvein

3 Dicembre 2019

Anno dopo anno le nostre città sono sempre più ‘smart’, cioè intelligenti. E, centrale nella costruzione delle Smart City, è il ruolo dei trasporti che diventano sempre più ‘green’ e sono sempre più attenti alle esigenze degli utenti. Ecco perché, oggi giorno, si sente spesso parlare di e-mobility – cioè veicoli che utilizzano l’elettricità come fonte primaria di energia – e di auto a guida autonoma. Insomma, tutto sta cambiando alla velocità della luce ed è importante che in questa trasformazione siano tanti gli attori protagonisti: ecco perché Regione Lombardia ha deciso di finanziare diversi progetti che mettono sul campo innovazione e collaborazione tra imprese e centri di ricerca.

Il progetto Teinvein per i veicoli a guida autonoma

Una macchina che possa prendere decisioni autonomamente, possibile? Sta lavorando in questa direzione il progetto Teinvein, cioè tecnologie innovative per veicoli intelligenti, un piano di lavoro finanziato dall’assessorato a Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione con un contributo di 4,5 milioni  (sugli oltre 8 milioni di costo complessivo del progetto) a valere sul fondo europeo POR FESR 2014-2020 . In pratica l’obiettivo è questo: realizzare una piattaforma riconducibile a un veicolo intelligente, che funga da base per lo sviluppo di un veicolo completamente autonomo. I sistemi ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) monitorano lo stato psico-fisico del guidatore e dei passeggeri, degli ostacoli e persone sul percorso, e facilitano la guida ai disabili. Inoltre interagiscono con altri veicoli con un’infrastruttura di controllo. L’obiettivo di un veicolo intelligente, ambizioso e raggiungibile nell’arco di non meno di 10 anni, deve necessariamente essere supportato da una serie di progetti intermedi, e Teinvein è uno di questi.

Quali sono gli obiettivi del progetto

Parlare di veicoli intelligenti non significa parlare esclusivamente di tecnologia applicata al settore automobilistico perché, in realtà, si va ben oltre. I benefici di un progetto come quello Teinvein si ripercuotono in molti altri settori. Per esempio, su quello ambientale: uno degli obiettivi del progetto, infatti, è quello di ridurre l’impatto ambientale mediante l’implementazione a bordo veicolo di sistemi meccatronici di ausilio dei comandi pilota che lo spingano ad adottare strategie di guida meno inquinanti. C’è poi anche l’importante tema della sicurezza stradale, sia per i passeggeri che per i pedoni mediante il monitoraggio dello stato psicofisico del pilota e dell’ambiente circostante il veicolo, mediante lo sviluppo di logiche ADAS nonché mediante la comunicazione di informazioni da e verso l’infrastruttura e da e verso i veicoli adiacenti. E in ultimo, ma non certo per importanza, l’obiettivo di Teinvein è quello di semplificare la guida ai portatori di handicap mediante l’implementazione di sistemi meccatronici di ausilio dei comandi pilota e mediante l’installazione di sensori che possano facilitare la guida.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Melissa Ceccon
Laureata in Lingue e Letterature Straniere alla Cattolica di Milano. Mamma e moglie. Scrivo sempre e da sempre: nel 2008, il mio primo articolo di cronaca locale. Da allora, non ho più smesso. Sul web racconto anche di libri e di mamme. Nella mia borsa non mancano mai: un romanzo, una penna, un blocco per gli appunti e lo smartphone per catturare immagini e video delle notizie più interessanti.


Articoli più letti di oggi