22 Settembre 2021 Segnala una notizia
Arcore, il caso (ancora) della casa senza fogna e gas in viale Brianza.

Arcore, il caso (ancora) della casa senza fogna e gas in viale Brianza.

3 Dicembre 2019

Qualcosa, anche se lentamente, si muove. E nel giro di un paio di anni Stefano Tremolada, arcorese che abita in via Brianza, potrebbe avere l’allacciamento alla fogna. Potrebbe, perché in questi casi il condizionale è d’obbligo dato che si intrecciano questioni private a competenze comunali, di altri enti e aziende di gestione delle utenze.

Ma andiamo con ordine. La questione che coinvolge Tremolada è nota (ne abbiamo scritto qui) e parte tre anni fa quando il ragazzo compra casa nella zona dei boschi di Arcore in viale Brianza. Una casa senza gli allacciamenti al gas e alla fogna già dalla sua edificazione nel 2006-2007. “Il proprietario del terreno aveva versato al comune ben 40mila euro. In cambio questo avrebbe dovuto eseguire gli oneri di urbanizzazione primari. Ciò non è accaduto. Alla fine la fogna l’ho realizzata a mie spese. Ad oggi l’abitabilità non c’è ancora, nonostante abbia ottenuto la residenza e ci paghi le tasse come casa abitabile, il gas non arriva ancora – ha spiegato Tremolada- Siamo al paradosso”.

Il proprietario della casa aggiunge alle sue lamentele anche il fatto che i fossati lungo viale Brianza siano segnalati con cartelli provvisori di cantiere (e ciò è rischioso perché la strada fa una leggera curva). “Vorrei che il comune mettesse dei cartelli a norma, quei fossati sono pericolosi”. E infine “la pulizia e manutenzione dei fossi, necessaria a drenare l’acqua in modo corretto e non farla esondare nella mia casa non viene fatta, con inevitabili conseguenze. La griglia apposta per evitare che la spazzatura buttata dagli incivili finisca ad ostruire i fossati è stata messa a mie spese, e non credo sia giusto così!”

Un disagio evidente portato più volte nel corso degli anni all’attenzione dell’amministrazione comunale arcorese con la richiesta di intervenire per risolvere la problematica. L’ente però, in questi casi, ha una limitata competenza.

“Si tratta di una problematica tra privati. Tremolada ha acquistato una casa senza gli allacciamenti alla fogna e al gas e poi ha chiesto al Comune di farsi carico della soluzione di questo problema – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Fausto Perego -.  Noi, per quanto di nostra competenza e anche oltre lo abbiamo aiutato. In particolare abbiamo richiesto  l’inserimento della zona dove sorge casa sua nel piano fognario 2021 di Brianzacque che ha accettato su nostra sollecitazione. Nel frattempo Tremolada deve gestire la questione in modo privato con un suo tecnico nel rispetto delle procedure previste dalla Provincia.

Anche per quanto riguarda l’allacciamento al gas non è di competenza comunale. L’amministrazione comunale ha voluto comunque intervenire andando insieme ai tecnici di Italgas dai referenti di Pedemontana per chiedere le autorizzazioni per poter estendere la rete del gas anche nella zona delle abitazioni in viale Brianza. Italgas farebbe questa estensione a sue spese e ora sono in corso le verifiche da parte di Pedemontana. Ripeto che anche in questo caso – ha concluso Perego- il Comune può fare ben poco dato che non ha competenze dirette”.

Il caso al momento resta in un limbo, che non si sa per quanto tempo potrà durare.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Paola Brambillasca
Da sempre con una matita in mano. All’inizio disegno, alla fine scrivo. Per diletto e per lavoro. Sono fortunata, riesco a fare ciò che amo.


Articoli più letti di oggi