31 Marzo 2020 Segnala una notizia
L'ambasciatore Sergio Romano: "I sovranismi mettono in cresi la democrazia"

L’ambasciatore Sergio Romano: “I sovranismi mettono in cresi la democrazia”

25 Novembre 2019

Non capita tutti i giorni di confrontarsi con chi la storia l’ha vissuta in prima persona. E’ successo a chi ha incontrato sabtao 23 novembre nell’aula consiliare di Villa Mella Sergio Romano a Limbiate. Il desiderio di tutti era di sapere sempre di più da lui.

E’ partita proprio sabato “Oltre il Confine“, la rassegna che racconta i temi della politica internazionale attraverso un confronto tra ospiti illustri e cittadinanza. Protagonista del primo appuntamento del ciclo è stato Sergio Romano, uno tra i diplomatici più importanti del nostro Paese.

Dalla NATO ai sovranismi: una lunga chiacchierata con Sergio Romano

Editorialista del Corriere della Sera, storico e docente, Sergio Romano ha ricoperto i più prestigiosi incarichi della carriera diplomatica. Ex ambasciatore NATO a Bruxelles, la sua ultima missione fu a Mosca fra il 1985 e il 1989, dove osservò da testimone gli ultimi anni della Guerra Fredda. A Limbiate ha presentato il suo ultimo libro, “L’epidemia sovranista“. Insieme a lui il sindaco Antonio Romeo e la co-direttrice artistica della rassegna “Voci della Storia”, Eva Musci.

 

Dalla Brexit, all’America di Trump: un dialogo a più voci quello tra il professor Romano e il pubblico limbiatese. Al centro del dibattito il rapporto tra sovranismo, nazionalismo e identità europea.

«La democrazia rappresentativa rischia di andare in crisi – ha raccontato Romano – e quando ciò accadrà gli equilibri saranno difficili da mantenere. C’è un malumore diffuso perché stanno crescendo le disuguaglianze: i dati ci dicono che circa il 7% del mondo possiede l’80% della ricchezza complessiva. Tutto intorno a noi sta mutando ad una velocità mai vista e la tecnologia ha cambiato le carte in tavola. Qui entriamo in gioco noi, i cittadini: dobbiamo comprendere quello che sta accedendo e porci delle domande. E’ importante per noi e per quelli che verranno dopo di noi».

I prossimi appuntamenti

«Oggi iniziamo un percorso che mette al centro la storia, con la sua complessità – ha dichiarato il sindaco Romeo. – L’obiettivo per chi ascolta sarà conoscere, ampliare i propri orizzonti e dialogare con coloro che portano sulle spalle un pezzo di storia importante».

I prossimi appuntamenti di “Oltre il confine” torneranno nel 2020. Il 19 gennaio si parlerà di storia britannica con lo storico e giornalista Antonio Caprarica. Un mese dopo, il 13 febbraio 2020, è previsto il terzo incontro della rassegna in compagnia di Gianni Oliva per parlare di Foibe ed esodo giuliano-dalmata. Chiuderà il ciclo di incontri Alessandro Vanoli, storico, docente e scrittore italiano. Con lui un percorso sulla storia contemporanea, dalla caduta del Muro di Berlino, fino ai rapporti commerciali tra Oriente e Occidente.

Tutti gli incontri, sono organizzati dall’amministrazione comunale e in collaborazione con ‘Mondo di Libri’ di Seregno all’interno del festival letterario ‘Voci della Storia’. La rassegna, composta in tutto da quattro incontri, andrà avanti nel 2020. sono ad ingresso libero presso l’aula consiliare di Villa Mella a Limbiate. Le informazioni sulla rassegna sono disponibili sulla pagina comune.limbiate/oltre il confine.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Agnese Zappalà
Agnese Caterina Zappalà, classe 1993. Laureata in Musicologia e Beni Culturali tra Italia e Francia e diplomata all’ISPI di Milano in Affari Europei, adesso studio Storia Politica all’Università degli studi di Pavia. Mi piace scrivere, entrare a contatto con le persone e raccontare le storie che mi emozionano. Leggo tanto, soprattutto i grandi classici della letteratura. Una passione insana per il caffè, il cinema francese e lo shopping esagerato.


Articoli più letti di oggi

Il corretto uso delle protezioni facciali. Il video che tutti stiamo guardando

In questo video si spiega in maniera semplice quali mascherine utilizzare e come utilizzarle. Anche nel caso si abbia una fornitura limitata o addirittura si abbia la disponibilità solo di una.

Monza, il parroco invocherà la protezione di San Gerardo

Nel frattempo alla stessa ora i tutti i sindaci d'Italia osserveranno un minuto di silenzio per le vittime. A Monza il numero dei deceduti è di 36.

Coronavirus, aggiornamenti dai comuni della Brianza. In provincia 2.362 casi positivi

I numeri della provincia brianzola confermano i trend e le curve dei giorni scorsi. A  Monza e Brianza si registrano complessivamente 2362 casi, con un incremento di 97 pazienti.

Coronavirus, 2.265 brianzoli sono positivi. Ecco gli aggiornamenti dai comuni

Si susseguono in queste ore i consueti messaggi di aggiornamento da parte dei sindaci per informare i propri concittadini circa la situazione di ricoveri, guarigioni e decessi.

ST di Agrate, primo decesso per COVID-19. I sindacati scrivono al Prefetto

C'è il primo decesso nell'azienda ST di Agrate Brianza. I sindacati chiedono adesso un chiarimento al Prefetto Palmisani: "L'azienda deve rimanere aperta?"