16 Luglio 2020 Segnala una notizia
Monza, Scuole Preziosine: quando il teatro mette insieme poesia, pittura e musica

Monza, Scuole Preziosine: quando il teatro mette insieme poesia, pittura e musica

17 Novembre 2019

L’arte ha per costituzione, se così si può dire, la vocazione alla commistione di generi, interessi e capacità. Perché l’artista, qualsiasi sia la sua espressività, è colui che è capace di interpretare la realtà e, a volte, prevederne possibili sviluppi futuri. Sta poi allo spettatore, visitatore o, più in generale, fruitore, dare un proprio senso all’opera d’arte che gli si pone di fronte.

Tutto questo, in una società perennemente interconnessa come quella in cui tutti ci troviamo a vivere, può avvenire a tutti i livelli e con i mezzi più disparati. Un’occasione utile e particolare arriverà nei prossimi giorni a Monza. Mercoledì 27 novembre alle 19 andrà in scena, presso il teatro delle Scuole Preziosine, “Ubi vult – Parole di vento”.

Che è il titolo di un libro di Fabiola Chiara Colabraro, 92 pagine pubblicate l’anno scorso da “La Memoria del Mondo”, Libreria Editrice di Magenta. Ma in questo caso, con la collaborazione di Filippo Cozzi, diventa una performance in grado di unire poesia, pittura e musica.

Le cose più belle accadono quasi sempre per caso: per caso ho incontrato un artista, un amico, il cui personalissimo gesto pittorico ispirato ad uno dei miei testi ha saputo cogliere un’intimità profonda a condivisa – afferma Colabraro – ho dunque deciso di vedere cosa sarebbe successo se le mie parole fossero divenute linee e colori. E così il “passa-poesie” è continuato: per caso, altri pittori le hanno lette, pittori sparsi un pò ovunque per l’Italia e l’Europa, pittori che non conoscevo, se non attraverso qualche loro illustrazione”.

“Per caso sono piaciute – continua la poliedrica scrittrice, impegnata anche nel campo psico-pedagogico, del counseling e della fiabaterapia – da ognuno di loro sono state scelte le parole più evocative, secondo il gusto personale, e trasformate in quello che avevano in testa. Dalla parola ai tratti, dai tratti al suono. Ecco che il “passa-poesie” arriva all’orecchio del musicista”.

La scena del teatro delle Scuole Preziosine di Monza, così, si popolerà di una scrittrice, cinque pittori e un sassofonista. E, come testimone dello spettacolo artistico, il pubblico che, nella casualità dell’incontro, potrà essere protagonista di ulteriore arte. “L’arte, prima di tutto, è occasione di incontro, come di fatto è successo a me – spiega Colabraro – e gli incontri, a loro volta, generano arte. E le persone hanno tanto bisogno di tornare a incontrarsi”.

Il teatro, insomma, continua ad essere protagonista a Monza. Anche come esperienza di vita. Sono, infatti, ancora aperte le iscrizioni a tre percorsi, ‘Pillole di teatro per tutti’, ‘I consigli della cicogna’ e ‘Le regole del gioco’ (La locandina) che si svolgeranno presso il teatro delle Scuole del Preziosissimo Sangue.

A condurli è Anna Russo, che ha ideato ed ha già dato il via anche a tre corsi di teatro per adulti presso i centri civici del Comune di Monza. La tappa finale è la messa in scena di un saggio in un teatro di Monza. Ma il vero viaggio è nella ricerca espressiva dentro noi stessi (qui le info).

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi

Incidente aereo in Polonia: perde la vita 25enne di Lentate sul Seveso

Sibilla, 25 anni, aveva una vera passione per il volo tanto da volerla tramutare nella sua professione. Fin da piccola aveva sempre sognato di diventare un pilota di linea. 

San Gerardo di Monza, porte aperte al settore B. Entro il 2020 la sfida Ircss

Il nuovo blocco, con 300 posti letto, è operativo da poco prima del Covid. Che ha fatto rinviare l'inaugurazione ufficiale. Ora lo sguardo è sulla trasformazione dell'ospedale in Istituto di cura e ricerca.

Rottamazione ed ecobonus, come usare gli incentivi del Decreto rilancio

Esistono portali web che forniscono tutte le informazioni necessarie sui nuovi contributi auto, come Rottamazione 2020.

Il Ministero per i Beni Culturali premia Seregno. Al comune il titolo “Città che legge”

Determinanti, nell’attribuzione del riconoscimento, sono state alcune esperienze e realtà consolidate sul territorio.

Hub Agrate Brianza, ospite debolmente positivo. Scatta la quarantena

Un ospite dell'hub di Agrate Brianza è stato trovato "debolmente positivo" al Covid. A confermare la notizia è il sindaco Simone Sironi.