27 Settembre 2021 Segnala una notizia
Tentò di strangolare la moglie: trasgredisce gli arresti domiciliari e finisce in carcere

Tentò di strangolare la moglie: trasgredisce gli arresti domiciliari e finisce in carcere

29 Novembre 2019

L’incubo apparentemente senza fine di una donna di Monza, maltrattata e tormentata dall’ex marito, sembra aver trovato la sua conclusione: per il 48enne è scattata la custodia cautelare in carcere, dopo la violazione degli arresti domiciliari, a cui era stato condannato.

Le aggressioni

L’ex marito della vittima, ignorando il divieto di avvicinamento, aveva raggiunto la donna nella lavanderia che gestisce, a Triante, Monza, e l’aveva aggredita. La vicenda risale ai primi giorni di novembre: il 48enne, una volta entrato nel negozio, aveva preso a male parole l’ex moglie e poi le aveva messo le mani intorno al collo come se volesse strangolarla. La vittima era riuscita nella difficile impresa di liberarsi e rinchiudersi in auto. Lì aveva chiamato la Polizia.

La vicenda purtroppo non si è fermata a quell’episodio. L’uomo, nonostante gli arresti domiciliari, si è allontanato da casa e si è ripresentato nel negozio della ex moglie, per perseguitarla. A seguito della violazione delle misure disposte, il 48enne è stato condannato alla custodia cautelare in carcere.

Nel passato della coppia si erano consumati altri episodi di minacce, insulti e richieste di denaro dopo la separazione avvenuta un paio di anni fa. Per questo la donna aveva sporto anche altre denunce.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi