28 Luglio 2021 Segnala una notizia
Usmate, stranieri a scuola: la Lega contesta i numeri

Usmate, stranieri a scuola: la Lega contesta i numeri

17 Ottobre 2019

Atmosfera tesa in consiglio comunale ad Usmate sul “nodo scolastico”.

Ad accendere gli animi nell’ultima assise, che ha visto al centro dei lavori la discussione e la relativa approvazione del nuovo Piano di Diritto allo Studio, è stata la questione controversa del numero di stranieri iscritti nelle scuole usmatesi.

Una distribuzione nei vari plessi scolastici che non è passata inosservata alla Lega, che ha trovato l’indicazione quantomeno strana. “Guardando al numero di iscritti stranieri alle scuole dell’infanzia di quest’anno – ha osservato Virgilio Alberti della Lega – abbiamo notato che la percentuale è del 29% alla Rodari, dell’11% alla Fracaro, e scende poi a zero adesioni alla Sant’anna.

“E poi qualcuno si riempe la bocca di parole come integrazione”. Sulla stessa linea d’onda si è assestato il commento del consigliere leghista Stefano Vimercati, che ha ampliato il raggio del discorso, includendo nell’analisi tutte le scuole. Gli interventi di risposta della maggioranza hanno tentato di motivare il perchè dell’importante forbice di distribuzione.

“La constatazione che è stata appena fatta deve essere sostenuta da uno o più casi di alunni stranieri respinti – ha commentato l’assessore Marcello Ripamonti – altrimenti stiamo parlando di indici che fanno riferimento unicamente alla scelta delle famiglie, che preferiscono mandare i loro figli in una scuola piuttosto che in un’altra, per questioni di comodità o per altre motivazioni a noi sconosciute. E sulle quali l’amministrazione non può comunque imporre nulla”.

A balzare all’occhio della Lega è anche la differenza di presenze straniere nelle singole classi dei plessi, con squilibri numerici piuttosto importanti tra una sezione e l’altra. Un argomento che se vogliamo ha toccato il paradosso politico, con la Lega a chiedere lumi di numeri su un’integrazione, cavallo di battaglia della maggioranza, che non si rispecchierebbe nella anomala ripartizione delle iscrizioni scolastiche.

In realtà, a ben vedere, Sant’Anna e Fracaro sono istituzioni paritarie, per cui anche su eventuali domande non accolte, neanche l’amministrazione potrebbe sindacare.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Lucchini
Amante dell'arte e della (buona) musica, mi diverto ad addentrarmi negli angoli inesplorati della cronaca locale, alla ricerca di verità e curiosità del borgo accanto. Scrivo per passione. Lo stile? Per me non è importante, è tutto.


Articoli più letti di oggi