01 Ottobre 2020 Segnala una notizia
Parco di Monza, fake news sulla Gerascia: il sindaco Allevi stana la bufala

Parco di Monza, fake news sulla Gerascia: il sindaco Allevi stana la bufala

7 Ottobre 2019

Tanto rumore per una fake news. Da alcune ore su una pagina FB dedicata a Monza gira un post dal contenuto allarmante. Secondo chi l’ha scritto, che risulta essere anonimo poiché non lo ha firmato, la nuova convenzione firmata lo scorso settembre fra Aci Italia e Consorzio di gestione del Parco e della Villa, area della Gerascia sarebbe stata trasformata in una sorta di area privata, aperta al pubblico solo 30 giorni all’anno.

Una soluzione che, come è facile immaginare, ha scatenato una vera e propria polemica social. Da una parte chi attacca l’amministrazione comunale rea di svendere il polmone verde, dall’altra invece chi difende le scelte dell’attuale gestione. Il testo del post dice così: “Gerascia aperta 30 giorni all’anno. Per il resto sarà off limits. È quanto contenuto nel documento sottoscritto tra il Consorzio della Villa Reale (presidente il sindaco di Monza) e Aci”.

Poi, aggiunge: “Cari cittadini, volete fare una passeggiata da quelle parti? No. Volevate sdraiarvi al sole sul pratone della Gerascia? No. Avevate intenzione di portare i vostri piccoli a fare un giro in quell’area? No. Almeno un giro in bicicletta? La risposta è sempre la stessa: no. Insomma scordatevelo”. Il motivo è presto detto: l’area verrebbe utilizzata per organizzare una serie di eventi a scopo prevalentemente commerciale. “E tutto questo – ha aggiunto io post – mentre ancora manca il Masterplan”.

Peccato però che sia tutta una fake smentita direttamente dal sindaco Dario Allevi. Una bufala che sui social sta alimentando polemiche e critiche. La realtà, invece, è che per quanto riguarda l’area Gerascia nulla sarebbe cambiato rispetto al passato. Le condizioni del suo utilizzo sono identiche a quella della convezione precedente.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi

Gli eredi del soldato hanno letto MBNews: la piastrina della Seconda Guerra torna a “casa”

Il figlio Franco, residente a Monza, è stato trovato grazie ai lettori di MBNews che hanno fornito alla nostra redazione informazioni importanti sulla famiglia Svanoni.

Arcore e la polemica sui fuochi d’artificio a Villa San Martino per il compleanno di Berlusconi

Il sindaco risponde alle polemiche: “E’ stata regolarmente chiesta autorizzazione e sono stati regolarmente autorizzati. Secondo le norme. Punto”.

Intervista ad Andrea Tagliabue, l’agricoltore brianzolo premiato per la “Marmellate del banchiere”

Premiato da Coldiretti con gli Oscar green per le sue “Marmellate del Banchiere”, un prodotto unico ed innovativo.

Brugherio, ritrovata piastrina della Seconda Guerra Mondiale: si cercano gli eredi di Salvatore Svanoni

Si tratterebbe di Salvatore Svanoni, nato a Monza nel 1919 da Francesco Svanoni e Vavassori Anna. Adesso inizia la sfida più difficile: rintracciare la famiglia.

Monza: 51enne sul monopattino si scontra con un’auto e finisce in ospedale

L'uomo caduto sull'asfalto è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale San Gerardo in codice verde.