29 Gennaio 2020 Segnala una notizia
Perla di Lepore davanti a Berlusconi: il Monza batte l'ex Zaffaroni e vola in classifica!

Perla di Lepore davanti a Berlusconi: il Monza batte l’ex Zaffaroni e vola in classifica!

13 Ottobre 2019
Minuto 68: Franco Lepore, ex centrocampista prestato al ruolo di difensore, piazza il pallone fuori dall’area di rigore. Il Monza non riesce a sbloccare la partita. Ci pensa allora l’ex leccese, su calcio piazzato, a battere il portiere dell’Albinoleffe. “Dedico il mio gol a mio papà, l’ho perso a soli 10 anni ed è sempre nei miei pensieri” dirà a fine partita Lepore. Dopo le goleade a Juventus, Arezzo e Renate (in Coppa), la squadra di Brocchi vince con il risultato minimo al Brianteo, mostrando di saper conquistare i tre punti anche pur non brillando.
Avvia fulminante della squadra biancorossa davanti al patron Silvio Berlusconi che sfiora il vantaggio al 2′ con Brighenti che colpisce la parte alta della traversa (azione poi fermata da offside). Traversa nuovamente colpita all’11’ da Chiricò. Ospiti chiusi logicamente a riccio per non dare spazio di manovra ai biancorossi com’era nelle previsioni, atteggiamento tipico delle squadre di Zaffaroni. L’ex tecnico dei brianzoli è stato salutato dai tifosi con applausi e dalla curva sud con uno striscione in ricordo dei suoi anni straordinari a Monza da capitano prima e da allenatore dopo. Andrea D’Errico, uno dei pochi reduci del Monza zaffaroniano, alla mezzora impegna Salvini con una conclusione da fuori area. Il numero 10 del Monza sale in cattedra: prima reclama un calcio di rigore, poi innesca Brighenti, ma il bomber non riesce a colpire.
Nella ripresa il tema è identico: Monza che attacca e Albinoleffe che cerca, come può, di chiudere ogni varco. Al 60′ D’Errico, servito da Chiricò, non riesce a sbloccare la partita, stesso destino per un’azione del capocannoniere Finotto. Brocchi allora capisce che è il momento di inserire forze fresche in attacco: dentro tutti insieme Gliozzi, Mosti e Marchi.  I cambi portano bene: è Lepore, come detto, a sbloccare la partita su calcio di punizione, una delle specialità del terzino che aveva un passato come esterno di centrocampo.  Nel finale di partita Gliozzi sfiora la prima marcatura in campionato, ma la rete del bis non arriva. L’attaccante del Monza viene falciato dall’ex Riva, seriani che finiscono dunque in 10 uomini, ma che vanno vicini al gol del pari con una conclusione dalla distanza di Gelli, tiro alto di poco sopra la traversa.
Un successo pesante per i biancorossi che tengono il Renate a -4 e, soprattutto, l’Alessandria a 6 lunghezze. “Non è stato facile vincere contro una squadra schierata praticamente a uomo” le parole a fine partita di Silvio Berlusconi, braccato dalle telecamere delle tv nazionali che, complice la pausa per le Nazionali della Serie A, ha divagato parlando anche di Milan. Del momento del Monza ha parlato invece Cristian Brocchi che guarda ancora tutti dall’alto: “Siamo soddisfatti per quello che stiamo facendo, ma possiamo e dobbiamo ancora migliorare. Voglio vedere nei miei ragazzi la voglia di migliorare”. “Tra Giampaolo e Pioli io scelgo il nostro tecnico” ha scherzato a fine partita Galliani tornando su temi rossoneri. Ritorno non piacevolissimo al Brianteo, infine, per Marco Zaffaroni, tecnico di un Albinoleffe che ha rischiato di portare a casa un risultato positivo: “Ho lasciato da parte le emozioni durante la gara, ma voglio ringraziare tutti i tifosi che mi hanno applaudito. Il Monza ha una squadra fortissima, noi puntiamo a riprenderci dopo queste tre sconfitte”. I brianzoli, invece, guardano tutti dall’alto: domenica D’Errico e compagni giocheranno a Grosseto contro la Pianese, gara che si disputerà sabato alle ore 15. Per i biancorossi un’altra chance per allungare in classifica.
 MONZA-ALBINOLEFFE 1-0 (0-0)

Marcatore: 68′ Lepore (M)

Monza (4-3-1-2): Lamanna; Lepore, Scaglia, Bellusci, Sampirisi (36’st Franco); Palazzi (26’st Armellino), Fossati, D’Errico; Chiricò (19’st Mosti); Brighenti (19’st Marchi), Finotto (19’st Gliozzi) All. Brocchi (Sommariva, Anastasio, Galli, Marconi, Iocolano, Negro, Rigoni)

Albinoleffe (3-5-2): Savini; Riva, Gavazzi, Canestrelli; Gelli, Genevier (36’st Kouko), Giorgione (22’st Quaini), Ruffini, Gusu; Galeandro (22’st Sibilli), Cori (36’st Ravasio) All. Zaffaroni (Pagno, Abagnale, Rasi, Mondonico, Nichetti, Bertani, Mandelli, Petrungaro)

Arbitro: Sig. Cosso di Reggio Calabria (Montagnani-Ferrari)

Note: serata fresca, terreno in ottime condizioni. Spettatori 4500 circa di cui una ventina nel settore ospiti. Espulso: Riva (A) all’84’ per gioco scorretto. Ammoniti: Canestrelli (A) Lepore (M). Recupero: 0+4

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Stefano Peduzzi


Articoli più letti di oggi

Concorezzo: macellaio arrestato con un chilo di cocaina nei pantaloni

E' finito in manette un cittadino marocchino di 30 anni. Di professione faceva il macellaio, ma "sottobanco" spacciava. A sorprenderlo con un chilo di cocaina "stellata" nei pantaloni, i Carabinieri di Sesto.

Monza, automobilista accecato dal sole investe pedone sulle strisce

Il ferito è stato trasportato al pronto soccorso del San Gerardo, ma non era in condizioni gravi.

Monza, via Cavallotti rivenuto in un appartamento un cadavere

Erano giorni che non dava notizie. I carabinieri si sono recati presso la sua abitazione e sono entrati e qui l’hanno trovato già morto.

Coronavirus: la Lombardia attiva il protocollo di prevenzione

Fra i 17 reparti di malattie infettive di riferimento c'è anche il San Gerardo di Monza

Monza, vandalizzato il Bosco della Memoria

Il sindaco Dario Allevi commenta: "Atto inammissibile".