29 Novembre 2020 Segnala una notizia
La Brianza nel vivo di #IoLeggoPerché: una libraia ci svela quali libri è meglio donare alle scuole

La Brianza nel vivo di #IoLeggoPerché: una libraia ci svela quali libri è meglio donare alle scuole

23 Ottobre 2019

Sono quasi duecento le scuole brianzole che quest’anno si sono gemellate con ventotto librerie del territorio aderendo così alla nuova edizione di #IoLeggoPerché: l’iniziativa nazionale per la creazione e il potenziamento delle biblioteche scolastiche e che vuole puntare i riflettori sull’importanza della lettura.

Mancano ancora pcohi giorni (c’è tempo, infatti, fino al 27 ottobre per donare un libro) ma questa è già un’edizione da record: le scuole di tutti gli ordini e gradi partecipanti sono ben 15.253, pari a circa 140.000 classi in tutta Italia (tra infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado) e quasi 3 milioni di bambini e ragazzi. Insomma, i numeri parlano da soli.

Impennata delle donazioni

E’ ancora presto per fare i conti, ma quest’anno, #IoLeggoPerché ha già ricevuto un buon riscontro dal pubblico che si è recato nelle librerie aderenti al progetto per fare la propria donazione alle scuole: “devo ammettere che ho notato un’impennata nelle donazioni – ci dice Martina Garancini, titolare della Libreria Lo Sciame di Arcore – quest’anno noi abbiamo ricevuto richiesta anche di un bel gemellaggio con la scuola Media di Monticello Brianza: per la prima volta, infatti, saranno i ragazzi stessi a scegliere quali libri vorrebbero aggiungere alla loro biblioteca scolastica. Trascorrerò con loro qualche ora, mostrando e leggendo alcune delle novità letterarie e, al termine dell’incontro, loro decideranno quali testi donare alla scuola comunicandoli ai genitori e agli insegnanti”.

Ma questo è solo uno dei tanti progetti realizzati in collaborazione tra librerie e scuole: saranno numerose, e come da tradizione molto creative, le iniziative messe in campo nelle librerie durante i nove giorni di campagna da scuole, studenti, insegnanti e volontari “messaggeri” per promuovere #ioleggoperché 2019 e incentivare le donazioni.

Per le migliori, torna il contest a cui hanno aderito centinaia di scuole in tutta Italia con la collaborazione delle librerie gemellate. Come gli scorsi anni, verranno ideati e organizzati letture ad alta voce, incontri con l’autore, flash mob letterari, lezioni, gare di abilità, spettacoli, installazioni in vetrina. Alle 10 scuole che avranno organizzato le attività più efficaci e originali, verranno consegnati altrettanti buoni del valore di 1.500 euro per l’acquisto di libri in libreria, grazie al supporto di SIAE.

Donare un libro fa bene, ma quale scegliere?

Leggere è importante e fa bene, a piccoli e grandi. Non servirebbe neanche specificarlo ma è rincuorante constatare che i numeri di #IoLeggoPerché sono sempre in costante aumento, di edizione in edizione, a sottolineare il fatto che le scuole e le persone sono sempre più consapevoli di quanto la cultura sia fondamentale nella crescita e nella libertà dei ragazzi, gli adulti di domani. Ma quanto e cosa bisogna donare in questi giorni di #IoLeggoPerché?

“Ognuno è libero di fare la propria donazione – commenta Martina Garancini – ma quello che consiglio sempre io è quello di scegliere per i ragazzi dei libri nuovi, attuali, perché loro oramai vivono in un mondo molto diverso dal nostro ed è giusto adeguarsi alla loro visione: quale studente vorrebbe leggere un libro, vecchio, rovinato oppure troppo datato? Oggi, per esempio, abbiamo a disposizione libri scritti anche con caratteri e font adatti anche agli studenti che hanno delle difficoltà nella lettura  – e conclude – quello che mi sento di dire è che non è importante quanti libri vengono donati, l’importante è che chi lo fa, dai nonni, agli zii, alle scuole stesse, creda veramente nell’iniziativa: nell’importanza di leggere, di leggere ad alta voce, di portare la cultura nella scuola e che, quest’ultime, coinvolgano i ragazzi in progetti che non si esauriscono al termine dell’iniziativa”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Melissa Ceccon
Laureata in Lingue e Letterature Straniere alla Cattolica di Milano. Mamma e moglie. Scrivo sempre e da sempre: nel 2008, il mio primo articolo di cronaca locale. Da allora, non ho più smesso. Sul web racconto anche di libri e di mamme. Nella mia borsa non mancano mai: un romanzo, una penna, un blocco per gli appunti e lo smartphone per catturare immagini e video delle notizie più interessanti.


Articoli più letti di oggi