27 Luglio 2021 Segnala una notizia
Cava Molinara, Corbetta (M5S): “Dopo 11 anni nessuna bonifica, intervenga il Ministro”

Cava Molinara, Corbetta (M5S): “Dopo 11 anni nessuna bonifica, intervenga il Ministro”

31 Ottobre 2019

Chiedere al Ministro dell’ambiente di intervenire sulla “cava della ‘ndrangheta” per accelerare i controlli della falda acquifera, la caratterizzazione del sito e poi la bonifica, ossia tutto ciò che in 11 anni non è ancora stato fatto: è questo l’obiettivo dell’interrogazione presentata dal senatore brianzolo del Movimento 5 stelle Gianmarco Corbetta al ministro Sergio Costa.
Era il 2008 quando, nell’ambito dell’operazione ‘Star Wars’, la polizia provinciale scoprì la discarica abusiva di via Molinara a Desio. Con le sue centottantamila tonnellate di rifiuti illegali, anche pericolosi, la discarica fece molto scalpore: non solo una bomba ecologica ma anche il segno inequivocabile della capacità della ‘ndrangheta, tra scarsi controlli e molta omertà, di agire indisturbata nel territorio brianzolo.
“Oggi, undici anni dopo, una fitta vegetazione ha ricoperto la cava ma le centottantamila tonnellate di rifiuti illegali sono ancora lì: in undici anni il Comune non ha prodotto nessun risultato concreto” denuncia il Senatore. “Non ha fatto nemmeno quei controlli minimi che erano stati subito proposti dal consulente del comune, l’ingegner Farina, proprio per tenere sotto controllo la situazione, verificare nel tempo lo stato della falda acquifera e poter intervenire d’urgenza in caso di necessità.”
Nel 2014, da consigliere regionale della Lombardia, Corbetta aveva portato la commissione regionale antimafia in visita alla cava per sensibilizzare i consiglieri regionali e cercare di sbloccare una situazione immobile già da troppi anni. “L’obiettivo” spiega il senatore “era di usare fondi regionali per finanziare la caratterizzazione ambientale, ossia quelle attività previste dalla legge che servono a ricostruire la contaminazione e prendere decisioni corrette per la bonifica o messa in sicurezza; ma, tra beghe e rimpalli, il Comune (centrosinistra) e la Regione (centrodestra) non hanno prodotto nulla.”
“È inaccettabile” conclude Corbetta “che la discarica di via Molinara, emblema dello sfregio delle mafie all’ambiente e alla legalità in Brianza, dopo 11 anni sia ancora in attesa che le istituzioni intervengano in maniera concreta! Confido che il grande impegno del ministro Costa per l’ambiente e la legalità possa produrre un importante risultato nel territorio brianzolo.”

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi