Quantcast
Samuele Rossi è medaglia d’oro. Esultanza di tutto il Pattinaggio Cornate d’Adda - MBNews
Sport

Samuele Rossi è medaglia d’oro. Esultanza di tutto il Pattinaggio Cornate d’Adda

Una gara veramente perfetta quella di Rossi che si è imposto in vetta alla classifica subito dal primo esercizio.

Pattinaggio Cornate d’Adda

Un altro risultato eccezionale per il Pattinaggio Cornate d’Adda: ai Campionati Europei di Harsefeld in Germania Samuele Rossi vince la medaglia d’oro nella categorie seniores specialità obbligatori.

Una gara veramente perfetta quella di Rossi che si è imposto in vetta alla classifica subito dal primo esercizio, l’otto doppio tre avanti con controvolta, che ha seguito alla perfezione raggiungendo punteggi vicinissimi all’8. Nonostante la pressione dei tedeschi, dati per favoriti, il pattinatore cornatese ha mantenuto una progressione costante anche nel secondo e terzo esercizio, il più insidioso l’otto boccola indietro, chiudendo poi la gara con l’otto contro tre abbinato alla volta, superando di ben 5 punti il connazionale astigiano Federico Trento e il tedesco Aaron Wunder.

Samuele, 20 anni, nato e residente a Milano, dopo aver indossato i suoi primi pattini nel capoluogo lombardo, si è trasferito a Cornate d’Adda sotto la guida tecnica di Michele Terruzzi affrontando sin da giovanissimo la dura vita da pendolare dividendosi tra scuola, oggi studi universitari, e allenamenti quotidiani di 3-4 ore.

“Quando ho preso Samuele all’età di 11 anni non pensavo sinceramente che un ragazzino così giovane potesse affrontare a lungo certi sacrifici: è riuscito a realizzare la sua migliore performance proprio nella gara più importante della sua vita.Quando è uscito l’ultimo punteggio del tedesco e abbiamo realizzato che davvero ce l’aveva fatta, è stata un’esplosione di gioia”-afferma Michele Terruzzi, Tecnico Federale della Nazionale Italiana.

Fondamentale per Samuele la presenza di due genitori sempre attenti e disponibili a sostenere il proprio figlio nelle sue scelte e ambizioni sportive: “Questo per me è un sogno che si realizza” – afferma Samuele ancora con le lacrime agli occhi.“E’ un’emozione enorme che ancora fatico a realizzare. Ringrazio mia mamma e mio papà per tutti i sacrifici che hanno fatto in questi anni e i miei allenatori, Michele e Paolo, che mi hanno portato sino a qui”

E dopo i World Roller Games di Barcellona con il titolo mondiale di Gioia Belloni e il quarto posto di Michela Cima per il Pattinaggio Cornate d’Adda termina una stagione che non poteva chiudersi meglio. “Un anno a dir poco straordinario” aggiunge Valentina Merlo Presidente del Pattinaggio Cornate d’Adda. “Personalmente non posso che essere riconoscente a Samuele per il prestigio che ha portato all’Italia e al Cornate con questo titolo che inseguiva da anni e che è arrivato forse nel momento in cui meno se lo aspettava.”