07 Luglio 2020 Segnala una notizia
Monza, Open Day Forti e Liberi: una settimana dedicata ai bambini e alle loro famiglie

Monza, Open Day Forti e Liberi: una settimana dedicata ai bambini e alle loro famiglie

4 Settembre 2019

Far crescere bambini sani nel corpo e nello spirito. Che imparino ad apprezzare l’importanza del fare sport come elemento fondante di un corretto stile di vita e della capacità di stare bene insieme agli altri. Obiettivi ambiziosi, lungimiranti e dal forte impatto sociale.

Traguardi alla base dell’attività della Forti e Liberi 1878, la polisportiva che, superati i 140 anni di vita e dopo l’ultima rifondazione di un anno fa, continua a fare la storia dello sport a Monza con le sezioni di atletica, basket e ginnastica. E, così, al ritorno dalla vacanze estive, tutto è pronto per partire con una nuova stagione.

Il primo atto ufficiale è l’Open Day in programma dal 9 al 13 settembre presso la storica sede di viale Cesare Battisti. Che, profondamente rinnovata due anni fa nella pista di atletica e nella struttura del palazzetto (leggi l’articolo), ha visto allenarsi fior di campioni nei decenni passati.

Da lunedì a venerdì della settimana prossima, dalle 16 alle 18, gli allenatori della Forti e Liberi saranno pronti a far provare ai partecipanti le varie specialità dell’atletica, ma anche il mini-basket e la ginnastica. E, in quest’ultimo caso, ci sarà anche uno spazio, sempre negli stessi giorni, dedicato, dalle 18 alle 19,  alla ginnastica artistica per adulti.

“Dopo un primo anno intenso, ora puntiamo a confermarci come società con un’attività rivolta soprattutto ai bambini – spiega Luca Casale, Dirigente della Forti e Liberi e della sezione atletica – ecco perché l’Open Day avrà un taglio ludico-sportivo, il nostro intento è invogliare i bambini ad acquisire una buona capacità di muoversi con il proprio corpo e nello spazio. Solo successivamente, se vorranno e avranno la passione per farlo, potranno proseguire con lo sport agonistico”.

Ecco perché nella settimana dal 9 al 13 settembre, per quanto riguarda l’atletica, i bambini e i ragazzi si confronteranno con prove di corsa, salto, lancio del vortex. Troveranno sulla pista di viale Cesare Battisti ostacolini e percorsi con cui divertirsi. Per la palla a spicchi, la Forti e Liberi, la cui prima squadra gioca in serie D, le attività saranno essenzialmente quelle del mini-basket.

“Cerchiamo di seguire le esigenze delle famiglie e dei ragazzi nel modo più serio possibile – sostiene Casale – per questo mettiamo in campo tutte le nostre disponibilità e capacità, nel tentativo di consolidare il nome della Forti e Liberi sul territorio di Monza e della Brianza”.

Per farlo, i dirigenti e gli allenatori della storica polisportiva, che si studia anche a scuola sui libri di storia perché involontariamente legata all’episodio dell’omicidio a Monza del re Umberto I il 29 luglio del 1900 per mano dell’anarchico Gaetano Bresci, sono pieni di idee. Che, poi, si concretizzano in iniziative reali, come l’ormai tradizionale festa di fine anno. E non solo.

“La prima settimana di settembre è l’ultima del nostro Camp estivo (clicca la news), che è partito, con un buon numero di partecipazioni, il 10 giugno, subito dopo la chiusura delle scuole, ed è ripreso ora dopo una sospensione a metà luglio – spiega il Dirigente della Forti e Liberi e della sezione atletica – è appena terminato, poi, il nostro Summer Camp di Cesenatico (qui il video), che ha visto 20 ragazzi dai 14 ai 16 anni passare una settimana intensa insieme. Ci si è allenati, ma si sono creati bei rapporti interpersonali. Un’esperienza bellissima”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi

Covid, un nuovo decesso a Seregno. La 38esima vittima da inizio emergenza

Il Coronavirus miete una nuova vittima a Seregno, la 38esima da inizio emergenza. A commentare la triste notizia è il sindaco Alberto Rossi. 

Brugherio, cresce il numero delle sorveglianze attive. Troiano “Non abbassate la guardia”

Nella giornata di ieri la provincia di Monza e Brianza ha registrato 5 nuovi casi positivi al Coronavirus. Ecco gli ultimi aggiornamenti forniti dal sindaci brianzoli.

Aggiornamento Coronavirus: i dati diffusi da Regione Lombardia al 6 luglio

Sono 111, di cui 76 a seguito di test sierologici e 23 'debolmente positivi', i nuovi contagi Covid in Lombardia.

Arcore, da Elisabetta Baggio a “Leli Neeraja” per amore della danza indiana

L'arcorese, insegnante di danza orientale e di yoga, trascorre ogni anno tre mesi in Rajastan per studiare una danza classica originaria dell'Orissa.

Asfalti Brianza, la perizia del Comune: “L’attività è insalubre (di prima classe)”

Megafono dei residenti è anche il Comitato Sant'Albino, che ha analizzato la perizia nel dettaglio. "L'azienda non può più stare vicino ai centri abitati", ci spiegano.