Attualità

Su una moto rubata fuggono alla vista dei Carabinieri e causano un incidente

Nonostante l'impatto, due uomini di 34 e 36 anni hanno tentato la fuga a piedi, ma sono stati scovati e arrestati

WhatsApp Image 2019-09-20 at 09.29.40

Su una moto rubata, sono fuggiti alla vista dei Carabinieri, causando un incidente per poi provare a nascondersi nei giardini delle case.

Due uomini di 34 e 36 anni sono stati arrestati mercoledì 18 settembre. La fuga è iniziata a Varedo, dove i due sono stati notati dai Carabinieri della Compagnia di Desio: indossavano guanti spesso utilizzati dai ladri durante i furti negli appartamenti. Dopo un controllo, i militari hanno scoperto che la moto su cui viaggiavano era rubata: si sono messi alle calcagna dei due, che hanno pigiato il piede sull’acceleratore, costringendoli all’inseguimento.

Giunti a Limbiate a tutta velocità, dopo aver messo a rischio la loro incolumità e quella di pedoni e automobilisti incrociati lungo il percorso, in via Marconi si sono scontrati con una Fiat Panda: la moto è rovinata a terra, ma i due si sono rialzati e hanno tentato la fuga a piedi, cercando rifugio nei giardini delle case vicine, dove hanno pensato bene di nascondersi tra cucce e di cani e tende gioco dei bambini.

I Carabinieri però li hanno scovati e arrestati. Nel frattempo in via Marconi soccorsi e Polizia locale si sono occupati dell’incidente: il conducente della Fiat Panda è stato trasportato all’ospedale in codice verde. Ripercussioni anche sul traffico: per ripristinare la circolazione c’è infatti voluta un’oretta.

Le accuse a cui dovranno rispondere i due malviventi sono di ricettazione, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, nonché omissione di soccorso.