08 Dicembre 2019 Segnala una notizia
Cuccioli e Gran Premio. Cagnolini neonati buttati come rifiuti, uno non ce la fa

Cuccioli e Gran Premio. Cagnolini neonati buttati come rifiuti, uno non ce la fa

18 Settembre 2019

Domenica 8 settembre, pomeriggio. Mentre l’autodromo di Monza si prepara a dare il via al novantesimo Gran Premio d’Italia e una pattuglia delle frecce tricolori disegna nell’aria una lunga striscia biancorossoverde, a un chilometro di distanza si consuma un piccolo dramma. Tre cagnolini di pochi giorni di vita sono stati gettati tra i cespugli di un misero boschetto che ospita un ancora più misero accampamento di nomadi. Due cittadini rumeni, marito e moglie, molto male in arnese, si presentano al canile con due cuccioli in mano. Abitano nell’accampamento da qualche tempo e hanno un cane che è stato sterilizzato da ENPA.

Raccontano, in un italiano molto stentato, che alcuni giorni prima un “signore” è arrivato al campo con una cagnolina che ha partorito. Il “signore” però doveva ritornare in Romania, non aveva passaporto per i cuccioli e pertanto è ripartito con la mamma, liberandosi crudelmente dei piccoli.

I due rumeni sono brave persone: la donna piange ripetendo “sono come bambini”. Sono andati nel bosco alla ricerca dei cagnolini e appena li hanno trovati ce il hanno portati. I due cuccioli, un maschio e una femmina, ancora con gli occhi chiusi sono ipotermici. Immediatamente le bravissime operatrici in servizio Elena e Daria si attivano riscaldandoli, massaggiandoli e togliendo loro alcune larve di mosche che già compaiono tra il pelo. Arriva il latte specifico che viene somministrato con micro biberon. I due piccoli dopo qualche minuto di perplessità si attaccano e cominciano a poppare.

Sembra proprio che il dramma si sia risolto per il meglio. Ai due cuccioli vengono dati i nomi di Charles e Charlotte in onore di Charles Leclerc che nel frattempo, sulla Ferrari, si è aggiudicato il Gran Premio di Monza.

Ma purtroppo un finale meno felice è in agguato. Alle 19.30, mentre il canile sta chiudendo, i due rumeni ritornano: frugando nel bosco hanno trovato un terzo cucciolo. Le sue condizioni appaiono subito preoccupanti: è ghiacciatoma soprattutto l’infestazione da larve di mosche è imponentesu un corpicino così piccolo. Circa due ore durano i tentativi per rianimarlo e per disinfestarlo, ma le sue condizioni purtroppo peggiorano fino alla fine.

I due fratellini superstiti vengono affidati per la notte a una volontaria esperta per essere allattati ogni due ore.

“Alla base di questo gesto crudele c’è sicuramente una grandissima ignoranza: pensiamo anche alla femmina che è stata staccata bruscamente dai suoi cuccioli, alle sue sofferenze fisiche e affettive. Gesto crudele anche quello di gettare i cuccioli in posti diversi ritardando così il ritrovamento. Per evitare tutto ciò sarebbe bastato recarsi al canile dove ENPA da sempre aiuta gratuitamente con uno speciale programma sociale tutti gli animali bisognosi di cure di proprietà di persone prive di mezzi”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Berlusconi e Galliani portano il Monza in prima pagina: Matri in arrivo a gennaio?

Oltre all'attaccante, il Monza a gennaio potrebbe anche acquistare un centrocampista visto l'infortunio a Palazzi.

Monza Maestoso. I negozianti del quartiere: “Rischiamo di chiudere tutti”

Un inizio sold out per il nuovo centro targato Iper. Ma non mancano le polemiche, fuori e dentro i social. Abbiamo chiacchierato con alcuni commercianti del quartiere per avere la loro opinione.

Raptus di follia al pronto soccorso: giovane con un cavatappi tenta di rapinare una donna

Brutta avventura per una donna che al San Gerardo si è vista puntare una cavatappi alla gola per farsi consegnare un telefonino.

Il Monza si sbarazza della Giana: inaugurati gli Sky box al Brianteo

Nella serata in cui sono stati inaugurati i nuovi Sky box al Brianteo, il Monza si sbarazza della Giana Erminio ultima in classifica e resta saldamente al comando del girone A di Serie C.

Natale a Meda: ecco tutte le iniziative in programma

Da non perdere la pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Municipio e il Villaggio di Babbo Natale nel parco comunale di Piazza Cavour.