16 Dicembre 2019 Segnala una notizia
Arcore: festa della Lega, Salvini c’è e attacca gli alleati di Governo

Arcore: festa della Lega, Salvini c’è e attacca gli alleati di Governo

7 Agosto 2019

È tra le note della Turandot e tra gli applausi degli astanti che lui, il titolare del Viminale Matteo Salvini, durante la festa della Lega martedì 6 agosto è salito sul palco di via Monterosa ad Arcore. Con abilità retorica più che politica e senza risparmiare critiche agli avversari, ha parlato di sicurezza, autonomia e questione Tav.

Quando Matteo Salvini ha preso la parola, subito ha chiarito il motivo della sua assenza di lunedì 5, giorno in cui il suo comizio era previsto: “Ero a Roma per l’approvazione del decreto sicurezza bis che finalmente è legge. La Lega è quella dei fatti e delle poche parole, non delle perdite di tempo. E contro la sinistra che dice la qualunque e il vescovo di Lucca che invita alla resistenza, ora ci sono pene più aspre per i delinquenti e più soldi e risorse per le forze dell’ordine“. E da queste parole, tra gli applausi del suo pubblico, tutto ha inizio.

Il ministro degli Interni punta tutto sulla legalità. A partire dai vucumpra delle spiagge “che danneggiano l’economia dei commercianti”, ai 60 milioni di euro spesi per implementare le telecamere all’interno degli asili nido “contro quelle maestre che andrebbero licenziate in tronco perché i bambini, così come gli anziani non si toccano”.  Attacca quindi le ONG asserendo come il decreto sicurezza non sia contro l’aiuto umanitario, ma contro il disordine, contro chi non rispetta un ordine – qui il riferimento a Carola è chiaro – e contro chi fa soldi con i clandestini. “Non siamo il porto dell’Europa“, tuona a gran voce il vicepremier.

Sale l’attenzione del pubblico numeroso. Salvini ironizza sugli attacchi personali e punta il dito contro la stampa, a dir suo, sua nemica. “Con tutti i problemi che ha l’Italia, stanno a guardare la mia pancetta in spiaggia, ma la verità è che io sono stufo dei signor no. L’Italia ha bisogno dei sì, soprattutto quello sulla Tav. Domani mattina – sottolinea – i  5S voteranno per fermarla. Ma come si fa a fermare il futuro? Io voglio un’ Italia collegata al resto del mondo. Parte lo scroscio degli astanti che ad alta voce gridano il suo nome. C’è chi lo incoraggia dicendogli di non mollare. Chi invece gli propone di abbandonare i suoi alleati. Lui, Salvini, accenna un sorriso. Non dice esattamente quello che pensa. Si limita a dire che chi vuol governare con la Lega deve essere disponibile a mettere in campo coraggio, velocità, idee chiare e guardare avanti per crescere. Essere al governo – conclude il ministro – significa lavorare per aiutare gli italiani. Se mi dovessi accorgere che non ci lasciano fare quello che vogliamo fare, la parola la torniamo a chiedere a voi perché questo Paese ha bisogno di correre”. A questo punto, dopo aver paventato lo spettro delle elezioni anticipate, lancia una nuova bordata. “A chi mi dice che bisogna redistribuire la ricchezza, io rispondo che prima di tutto la ricchezza va creata, abbassando le tasse e creando nuove occasioni di lavoro. Mi rifiuto di credere in una manovrina economica per non irritare l’Europa” e qui fa riferimento alla recente querelle con il ministro Tria.

Altro punto cruciale, è quello dell’autonomia “che non toglie niente a nessuno se non la maschera a quei politici incapaci che guardano solo ai loro interessi. Ogni regione – asserisce – dovrebbe avere la propria autonomia, perché più soldi in tasca significa maggior capacità di investimento”. MBNews è riuscito ad intervistare il ministro Salvini. Sentiamo cosa dice:

 

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Massimo Chisari
Milanese di nascita, brianzolo d'adozione. Guardo il mondo attraverso la mia macchina fotografica. Osservo. Cerco. E tramite le parole, racconto. Amo il giornalismo, quello sincero perché scrivere significa smettere di respirare per raccontare con il cuore. Ho due grandi passioni. L'arte e la letteratura, quella russa soprattutto. Ma ho un unico grande amore, anzi due. I miei due cani, Hubert e Brunhilde.


Articoli più letti di oggi

Maxi incidente sul Viale delle Industrie: coinvolte 3 auto, un tir e un furgoncino

Maxi incidente sul Viale delle Industrie all'altezza del cavalcavia di San Rocco. Si è consumato intorno alle 15.00: 3 le auto coinvolte, un tir e un furgoncino. Tre le persone. Intervenuti i soccorsi. Traffico in tilt.

Notte di fuoco a Monza: in fiamme un magazzino cinese

Notte di fuoco a Monza: erano circa le due di notte di domenica 15 dicembre, quando le fiamme hanno fagocitato un intero magazzino di proprietà cinese, in via Buonarroti 182. Si indaga sulle cause.

Tragedia a Brugherio: due persone trovate morte in casa

Tragedia a Brugherio nella serata di venerdì 13: due persone sono state trovate prive di vita nella loro abitazione. Indagini in corso. Disposta l'autopsia su entrambi i corpi.

La Saugella Monza ferma la sua corsa contro Busto Arsizio

Le monzesi, meno brillanti del solito, faticano ad entrare in partita e mancano l'appuntamento con la sesta vittoria di fila.

Agrate Brianza, 46enne in manette: teneva nascosto in casa un fucile abusivo

Arrestato dai Carabinieri un uomo di 46 anni, residente ad Agrate Brianza, per detenzione abusiva di un fucile con matricola abrasa.