31 Maggio 2020 Segnala una notizia
Usmate, cancelli automatici non funzionanti: le aree "sotto inchiesta"

Usmate, cancelli automatici non funzionanti: le aree “sotto inchiesta”

11 Luglio 2019

Sistemi di chiusura automatizzati deficitari ad Usmate. Il problema riguarda diverse aree pubbliche molto frequentate del paese, e in alcuni casi si trascina da anni.

La neo insediata amministrazione Mandelli, però, non sembra più intenzionata a metterci la classica pezza, ma starebbe piuttosto ragionando sulla possibilità di intervenire alla radice.

LE AREE PROBLEMATICHE

Le due aree più interessate dalla questione sono il parcheggio con accesso regolato tramite sbarra (e solo per chi è in possesso della CEM Card, quindi destinato ai soli residenti) di via Lecco, nelle immediate vicinanze della stazione, e l’adiacente parchetto con annessa area cani, anch’esso chiuso da un cancello che si apre e chiude secondo orari preimpostati.

La problematica per il parcheggio è che spesso il sistema di regolazione di entrata e uscita va fuoriuso e quindi le sbarre restano alzate fino all’intervento della ditta incaricata della manutenzione. Perciò in queste circostanze anche chi non possiede la CEM Card può entrare e parcheggiare liberamente, lasciando comodamente l’auto dentro anche tutto il giorno. A suo rischio e pericolo, però, dal momento che se il sistema viene riparato in giornata, l’utente senza pass resta intrappolato all’interno.

Ma non è neppure così raro assistere a casi in cui la sbarra resta al contrario abbassata, costringendo i pendolari (che spesso si recano a Milano o in altre sedi distanti e hanno necessità di lasciare il mezzo in sosta per molte ore) a lasciare il proprio veicolo nelle vicinanze, dove “regnano” soprattutto stalli a disco orario.

L’altra area che riceve quotidianamente un certo afflusso di utenti, in questo caso anche piccoli, è il parchetto adiacente al parcheggio di via Lecco. Qui è emersa la problematica della chiusura serale automatizzata, che non è però segnalata da nessun cartello e che quindi, anche in questo caso, rischia di intrappolare chi si trova all’interno, che è costretto a scavalcare per uscire.

In entrambi i casi non ci sono neanche cartelli che riportino numeri di emergenza.

IL COMMENTO DELL’ASSESSORE MARIO RAVASI

«In generale mi sono assunto l’impegno di evitare di rincorrere la maleducazione dei cittadini in questa legislatura, fermo restando che in entrambi i casi in questione, un cartello con un numero di emergenza va comunque installato – ha spiegato Mario Ravasi, neo assessore ai Lavori Pubblici – In altre parole, senza fare processi facili, la sbarra del parcheggio si guasta spesso per ragioni che esulano dalla debolezza del sistema ma dovuti a probabile manomissione. E oggettivamente non è sensato continuare a spendere soldi pubblici per la manutenzione in questo modo. Altro discorso riguarda i cancelli che si ritrovano in diverse zone civiche. Stiamo costruendo una società fatta di cancelli e questo mi sembra un po’ esagerato, a fronte di un utilizzo quotidiano degli spazi pubblici. Percui ora valuteremo con attenzione come Giunta una soluzione unanime, ma l’idea è quella di evitare di tenere tutti i luoghi pubblici chiusi. Naturalmente, valutando anche quali potrebbero essere le ripercussioni di questa scelta. A questo proposito abbiamo in agenda una revisione generale di tutti gli automatismi in paese, che analizzeremo caso per caso».

Ad ogni modo, l’intenzione dell’assessore è proprio quella di muoversi per risolvere definitivamente il problema delle chiusure automatizzate “problematiche”.

Sotto questo aspetto non è molto felice nemmeno la situazione del cimitero, che da un paio di mesi, come fatto presente dalla capogruppo di Cambiamo Insieme, Vanessa Amati, in una richiesta protocollata in comune, rimane aperto nelle ore notturne. Un problema di sicurezza non indifferente che riguarda direttamente l’amministrazione che dovrebbe rispondere in caso di danni o altro per l’ingresso di persone non autorizzate.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Lucchini
Amante dell'arte e della (buona) musica, mi diverto ad addentrarmi negli angoli inesplorati della cronaca locale, alla ricerca di verità e curiosità del borgo accanto. Scrivo per passione. Lo stile? Per me non è importante, è tutto.


Articoli più letti di oggi

Intesa Sanpaolo nuove assunzioni di diplomati e laureati

Il nuovo personale sarà inserito presso le 4400 filiali presenti su tutto il territorio nazionale.

A Monza e Brianza 5.514. Ecco l’aggiornamento dei sindaci

Nella provincia di Monza e Brianza i positivi totali sono 5.514. 

A Monza e Brianza 5.510. Ecco l’aggiornamento dei sindaci

Ieri il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato la nuova ordinanza con validità 1 giugno.

Monza, spacciava cocaina olandese e la moglie la tagliava: 9 pusher in manette

Sgominata banda di pusher a San Rocco: in manette 9 soggetti (4 albanesi, 3 italiani e 2 rumeni) ritenuti tutti responsabili di traffico di sostanze stupefacenti.

Aggiornamento Coronavirus: i dati diffusi da Regione Lombardia al 30 maggio

Nella regione Lombardia i casi positivi registrati al 30 maggio sono 88.758 dall’inizio dell’epidemia. I nuovi casi positivi sono 221 (1,5% rapporto con i tamponi giornalieri)