15 Luglio 2019 Segnala una notizia
Risparmiare energia con l'isolamento tramite insufflaggio

Risparmiare energia con l’isolamento tramite insufflaggio

4 Luglio 2019

Vi state chiedendo come risparmiare in bolletta, migliorando il comfort della vostra abitazione?

Se non avete ancora provveduto a farlo, uno dei metodi migliori per risparmiare energia è intervenire con l’isolamento termico tramite insufflaggio. Ricordate però che per effettuare questo tipo di isolamento è necessario che la vostra abitazione disponga di intercapedini nelle pareti, caratteristica tipica delle case costruite a cavallo tra gli anni 60 e gli anni 90.

In cosa consiste l’insufflaggio? Nel riempimento di quello spazio vuoto (che può essere compreso tra due elementi verticali e dunque nelle pareti, o tra due elementi orizzontali e quindi nel sottotetto) attraverso un apposito materiale isolante. Materiale che può essere di diverso tipo, sebbene solamente la lana di vetro garantisca un risultato ottimale, motivo per cui ci sentiamo di consigliarla.

Perché scegliere l’isolamento tramite insufflaggio?

Scegliere l’insufflaggio, tra tutte le tecniche di isolamento, significa scegliere una metodologia d’intervento dal costo relativamente contenuto e con possibilità di agire sia dall’interno dell’abitazione che dall’esterno, realizzabile quindi sia in una casa abitata che in un edificio in fase di ristrutturazione.

Stiamo parlando di una tecnica veloce, che per un appartamento di 80 – 100 metri quadrati può essere eseguita anche in un solo giorno lavorativo.

Rispetto al cappotto termico i vantaggi sono notevoli: l’isolamento termico tramite insufflaggio è meno costoso, facilmente e velocemente realizzabile, non ruba spazio all’abitazione, mantiene inalterata la traspirabilità dei muri ed elimina le correnti d’aria presenti nelle intercapedini. 

In che modo l’insufflaggio permette di risparmiare in bolletta?

La risposta è semplice: una parete o un tetto non isolati lasciano fuoriuscire il calore prodotto dal riscaldamento, e lasciano entrare il caldo in casa quando – al contrario – la raffreddiamo con i condizionatori.

Così, i costi di riscaldamento e di raffreddamento aumentano, in quanto gli impianti devono lavorare molto per mantenere la temperatura desiderata tra le mura di casa.

Al contrario, un’abitazione isolata trattiene al suo interno il calore e il fresco prodotti, impedendo loro di fuoriuscire e riducendo notevolmente l’utilizzo della caldaia o condizionatori.

Il risparmio che si ottiene sulle bollette è quindi notevole, soprattutto se consideriamo che annualmente i costi di luce e gas spesso aumentano.

Oltre a questo, bisogna ricordare che anche per tutto il 2019, scegliendo di isolare la propria casa con questa tecnica, si può godere della detrazione fiscale del 50% o del 65%, ripartendo la detrazione in dieci quote annuali di eguale importo.

Possiamo quindi dire che grazie agli incentivi e al risparmio energetico in bolletta, l’intervento di insufflaggio delle pareti è un investimento da cui si può rientrare in un periodo variabile tra i 12 e i 36 mesi.

Perché è importante scegliere un professionista?

L’isolamento tramite insufflaggio, pur essendo un intervento rapido e a costi relativamente bassi, rimane pur sempre un operazione che dev’essere eseguita da professionisti e con regole precise.

Per garantire un isolamento ottimale bisogna saper utilizzare in maniera corretta i macchinari per praticare l’insufflaggio e fare in modo che non rimangano spazi vuoti nelle intercapedini dei muri, altrimenti il lavoro eseguito verrebbe vanificato.

Oltre a questo bisogna prestare attenzione anche ai materiali utilizzati, devono essere di alta qualità per fare in modo di attutire notevolmente la percezione dei rumori esterni e ridurre la necessità di ricorrere al riscaldamento.

Per questo motivo se decidete di eseguire un lavoro di insufflaggio alle pareti vi consigliamo di rivolgervi a Ergontek azienda con sede in provincia di Monza e Brianza operante in tutta la Lombardia e Piemonte.

Ergontek esegue l’isolamento di pareti e tetti utilizzando la lana di vetro Supafil, un materiale d’altissima qualità che rappresenta la miglior soluzione sul mercato in termini di resa.

Isolando la propria casa con la lana di vetro Supafil – che per sua natura è incombustibile e non-igroscopica (non assorbe umidità ed è classificata A1 per la sua resistenza al fuoco) – si possono ottenere straordinari risultati in termini di comfort abitativo, di isolamento termico ed acustico, di risparmio in bolletta.

Ecco dunque che, tra detrazioni e risparmio in bolletta, l’isolamento termico tramite insufflaggio è decisamente una scelta conveniente: il risparmio economico va dal 30% al 60%, e il guadagno in termini di isolamento arriva fino a 4 gradi centigradi recuperati rispetto ad un edificio non isolato.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Il Monza Calcio ospite a Villa Gernetto: Silvio Berlusconi vuole la serie A

Il Calcio Monza approda in villa Gernetto per parlare del suo futuro assieme al patron Silvio Berlusconi e a tutto lo staff dirigenziale

Europei Under 23, Gobbo trafitto da un listello di legno. Polmone perforato

Il 16enne brianzolo, tesserato con il GB Junior Team, è caduto durante lo scratch venendo perforato da un  listello lungo oltre mezzo metro.

Polizia Locale, giro di vite contro il degrado in Brianza. In arrivo droni e telecamere

Una ventata hi tech per alzare l'asticella della sicurezza, che costerà a Regione Lombardia, solo nella Provincia di Monza e Brianza, 125.300 euro.

Brianza, trasporti pubblici: la nuova tariffazione unica c’è ma non i biglietti

Inizia oggi la rivoluzione biglietto unico, ma nelle biglietterie Trenord ancora non sono state aggiornate le tariffe: si paga 2,50 per il passante più 2 euro per metro, al posto di 2,80

Stragi del sabato sera, controlli sulla strade brianzole: 79 fermati, 19 ubriachi

Maxi servizio della Polizia Stradale. A 17 persone è stata ritirata la patente a una anche l'autovettura: aveva un tasso superiore al 2,50