15 Luglio 2019 Segnala una notizia
Concorezzo, lasciano un milione di euro in eredità alla Parrocchia

Concorezzo, lasciano un milione di euro in eredità alla Parrocchia

10 Luglio 2019

Un’eredità da un milione di euro, lasciata alla Parrocchia di Concorezzo. La notizia è arrivata nei giorni scorsi, anche se il grosso lascito risale ormai a qualche anno fa.

I concorezzesi, però, l’hanno ufficialmente appreso nei giorni scorsi, quando Emmaus, il bollettino parrocchiale, è arrivato nella loro case. Tra le sue pagine, infatti, è stato reso pubblico il rendiconto economico dell’anno 2018. A sorprendere è stato soprattuto il rendiconto straordinario, dove compaiono cifre da capogiro lasciate in eredità da due concorezzesi alla Parrocchia: 1.044.033,43 euro da Franco Meroni, a cui si aggiunge la polizza vita pari a 346.102 euro, e altri 40.396 di Diomira Casati, con 426.532 euro di polizza vita.

Nel primo caso, buona parte è stata destinata, come nelle volontà dell’uomo, in beneficenza a diverse associazioni, tra cui la Lega del Filo d’Oro, i Frati Francescani di Monza, alla Messa dei Poveri di Milano, ai Padri Missionari Camboniani. Ma si parla di meno della metà. Tolta questa cifra e tolte tasse e spese varie, alla Parrocchia di Concorezzo sono rimasti 679.319 euro, a cui si sommano i 417.211 euro lasciati dalla Signorina Casati. In totale, insomma, più di un milione di euro.

Cifre che sono state investite per opere di intervento e sistemazione degli edifici parrocchiali: sostituzione dei serramenti dell’oratorio, realizzazione della nuova area sportiva attrezzata, con campetto in sintetico e nuovi spogliatoi. In più, questa estate è prevista anche la sistemazione del cineteatro San Luigi, con il cambio delle poltrone: per poterlo fare, in realtà, si è dovuto anche accedere a un bando regionale, che ha rimpolpato la cifra.

Insomma, un lascito di tutto rispetto, di cui sta beneficiando la comunità intere e a cui si aggiungono anche appartamenti e immobili. «Il nostro grazie va al signor Franco e alla signorina Miretta, che hanno voluto ricordare la comunità nelle loro ultime volontà e hanno reso possibile nell’anno 2018 la realizzazione delle opere straordinarie» ha commentato don Angelo Puricelli.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi

Il Monza Calcio ospite a Villa Gernetto: Silvio Berlusconi vuole la serie A

Il Calcio Monza approda in villa Gernetto per parlare del suo futuro assieme al patron Silvio Berlusconi e a tutto lo staff dirigenziale

Europei Under 23, Gobbo trafitto da un listello di legno. Polmone perforato

Il 16enne brianzolo, tesserato con il GB Junior Team, è caduto durante lo scratch venendo perforato da un  listello lungo oltre mezzo metro.

Polizia Locale, giro di vite contro il degrado in Brianza. In arrivo droni e telecamere

Una ventata hi tech per alzare l'asticella della sicurezza, che costerà a Regione Lombardia, solo nella Provincia di Monza e Brianza, 125.300 euro.

Brianza, trasporti pubblici: la nuova tariffazione unica c’è ma non i biglietti

Inizia oggi la rivoluzione biglietto unico, ma nelle biglietterie Trenord ancora non sono state aggiornate le tariffe: si paga 2,50 per il passante più 2 euro per metro, al posto di 2,80

Stragi del sabato sera, controlli sulla strade brianzole: 79 fermati, 19 ubriachi

Maxi servizio della Polizia Stradale. A 17 persone è stata ritirata la patente a una anche l'autovettura: aveva un tasso superiore al 2,50