14 Agosto 2020 Segnala una notizia
Sì al baratto amministrativo. Lavori socialmente utili per famiglie in difficoltà

Sì al baratto amministrativo. Lavori socialmente utili per famiglie in difficoltà

24 Luglio 2019

Lavori socialmente utili per pagare le morosità. Il consiglio comunale di Monza ha approvato la mozione del capogruppo di Civicamente Monza, Paolo Piffer, che impegna la giunta a valutare la possibilità di convertire in lavori di pubblica utilità le morosità dei monzesi piegati dalla crisi economica.

Un’idea non nuova per il capoluogo brianzolo che, prima con l’ex consigliere di Forza Italia, Martina Sassoli (oggi assessore all’Urbanistica), e oggi con il collega di minoranza Piffer, torna a fare capolino nelle sedute del parlamentino cittadino. Ieri, 22 luglio, la fumata bianca: col cambio di giunta dettato dalle ultime elezioni amministrative, il progetto è tornato prepotentemente di moda trovando accoglimento.

“Una grandissima soddisfazione per Civicamente ma soprattutto un’importante risultato per tutta la città. L’approvazione di questo documento permetterà ai cittadini di convertire i debiti nei confronti del Comune in lavori socialmente utili. Servirà un buon regolamento per definire meglio gli argini di questa proposta ma ho piena fiducia nella professionalità dei nostri uffici e nella commissione di competenza. Per capirci, i furbetti che deliberatamente decidono di non pagare il Comune pur potendo, dovranno essere esclusi da questa possibilità. L’intenzione politica è di agevolare chi sta vivendo una condizione di disagio senza colpe. In questo periodo così difficile serve rinforzare l’alleanza tra le istituzioni e i cittadini” ha commentato il primo firmatario.

Certo il provvedimento non sarà estendibile a tutti su tutto. Le modalità di applicazione non saranno semplici e la giunta dovrà ben studiare il da farsi: “Noi prevediamo una forma di baratto amministrativo ma non è di semplice attuazione. Gli uffici lavoreranno per trovare la soluzione più consona a tutti” ha spiegato l’assessore alla Famiglia, Politiche abitative e Politiche sociali, Désirée Chiara Merlini.

Ma non è la sola mozione ad essere stata approvata ieri. L’altro provvedimento, sempre a firma della lista civica, è “Aula di Vetro”. “Finalmente! Ieri sera è stata votata la nostra mozione che chiede di pubblicare sul sito del Comune i verbali dei consigli comunali e delle commissioni con relative presenze/assenze ed esiti delle votazioni. Sarà tutto ancora più accessibile e trasparente. Ogni cittadino potrà personalmente controllare il consigliere che ha votato, e anche tutti gli altri, senza dover ricorrere ad un più faticoso accesso agli atti, basterà un click. Dico sempre ai cittadini: “fidatevi ma controllate”. Siamo felici che l’aula abbia accolto all’unanimità la nostra proposta. C’è ancora molto fare ma la direzione è quella giusta”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Vitagliano
Brianzola d’adozione. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina.


Articoli più letti di oggi

Giussano, auto si ribalta in Valassina. Un ferito e traffico bloccato

Sulla strada statale 36 “Del Lago di Como e dello Spluga” il traffico è provvisoriamente bloccato, in direzione nord, in prossimità di Giussano (MB).

Obbligo di tampone per chi arriva da Grecia, Spagna, Croazia e Malta

Obbligo del tampone entro 48 ore per chi rientra o arriva in Italia dai Paesi Europei con il maggior numero di contagi in questo momento.

Covid, nuova ondata in autunno: arriva il piano del Ministero. Ecco i 4 possibili scenari

L’Istituto Superiore di Sanità ha diffuso il documento  “Elementi di preparazione e risposta a COVID-19 nella stagione autunno-invernale”.

Tragedia in Valmalenco: padre, madre e figlia perdono la vita a causa di una frana

Una valanga di detriti è piombata a valle all'imbocco dell'abitato di Chiareggio, località turistica in quota di Chiesa in Valmalenco (Sondrio). Morte tre persone.

ATS Brianza: quali regole valgono per il rientro dall’estero?

Per le persone di cui è consentito l’ingresso vi è l’obbligo di comunicare immediatamente al Dipartimento di Prevenzione il proprio ingresso in Italia.