18 Ottobre 2019 Segnala una notizia
Fassoneria l'unica hamburgeria "di razza" nel cuore di Monza

Fassoneria l’unica hamburgeria “di razza” nel cuore di Monza

12 Luglio 2019

L’idea piace. Il progetto è diventato nel giro di pochi anni un brand di successo. Ma soprattutto la carne è di altissima qualità. Si chiama Fassoneria ed è un franchising che conta anche un locale nella centralissima Monza, in via Passerini 7, dove si può gustare solo carne di razza Fassona, tra le più pregiate del Piemonte.

Anche nel cuore della Brianza l’idea sta conquistato il palato di molti amanti della carne. L’idea è semplice, unire il mondo allevatoriale con una formula di ristorazione fresca e vincente. Il progetto Fassoneria, nato nel 2013 da un’idea del giovane imprenditore torinese Fabrizio Bocca ed allora di strada ne è stata fatta, con l’apertura di due punti vendita nel centro di Torino e oltre dieci locali in tutta Italia.

Il tutto ruota intorno a nuova tipologia di ristorazione, che è in grado di proporre un’offerta gourmet anche in un locale monoprodotto. Ad assicurare l’altissima qualità della carne servita in Fassoneria, infatti, sono gli Allevatori di razza della Cooperativa cuneese Compral, che gestiscono direttamente i punti vendita.

Una filosofia questa sposata a pieno da Matteo Racchelliil gestore della Fassoneria Monza, già titolare del Cin Cin bar, che con la nuova apertura ha puntato, come per i suoi precedenti locali, sulla qualità della materia prima in un contesto di design per tutti.

Il menu a Monza propone hamburger gourmet per palati di tutti i tipi: dal classico con carne, insalata e pomodoro alle varianti con melanzana e menta, formaggio di capra, o taleggio, granella di nocciole, peperoncino.

Ma l’offerta della Fassoneria si allarga alla ristorazione, con una proposta di antipasti, secondi e primi creati per valorizzare la carne piemontese e la stagionalità di alcuni prodotti. Non mancano poi le sfiziosità sia salate, come la mozzarella in carrozza con prosciutto cotto, che dolci, come il mega gianduiotto.

Nel locale, a due passi dalla centralissima piazza Trento e Trieste, si respira un’atmosfera informale, ma accogliente e ricercata, dove salta all’occhio la grande cura per i dettagli. Dall’arredamento ai menù, il tutto è studiato per raccontare al cliente la realtà del progetto, come una sorta di narrazione che li coinvolge e li informa della garanzia di qualità della carne servita.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Ultime notizie Monza: un passante salva la vita a un 37enne

Tentato suicidio a Monza: in prossimità dell'ingresso del parcheggio sotterraneo di piazza Cambiaghi, un 37enne originario dell'Est, residente a Sovico.

Seregno: maxi truffa dei toner per stampanti, fatture false per oltre 35 milioni di euro

Seregno: maxi truffa dei toner per stampanti. La Guardia di Finanza ha scoperto fatture false per oltre 35 milioni di euro.

Strisce blu: a Lissone Fratelli d’Italia lancia una raccolta firme contro il pass sosta

Nel comune di Lissone polemiche per il nuovo pass sosta. Fratelli d'Italia: "siamo dalla parte dei cittadini". Da domani il modulo per aderire alla raccolta firme.

Bebè a costo zero: a Seveso un incontro per crescere bambini felici risparmiando

Dedicato a quei genitori genitori che desiderano riflettere su cosa serva davvero acquistare durante la gravidanza e nei primi anni di vita di un bambino.

Cernusco: 63enne ucciso con 11 colpi di pistola nei box del condominio

Omicidio a Cernusco sul Naviglio: un uomo di 63 anni è stato freddato nell'area box condominiale con 11 colpi di pistola. La vittima si chiamava Donato Carbone.