20 Agosto 2019 Segnala una notizia
Brianza, disoccupazione in calo al 6%: lo sportello Cisl aiuta il reinserimento

Brianza, disoccupazione in calo al 6%: lo sportello Cisl aiuta il reinserimento

16 Luglio 2019

Secondo gli ultimi dati Istat, nel 2018, la disoccupazione a livello nazionale è scesa e si è attestata sotto al 10%. In Brianza lo scenario è ancora migliore: la percentuale è calata al 6%, rispetto al 7,1% dell’anno precedente. Anche il tasso di occupazione nel territorio brianzolo è migliore rispetto al dato nazionale: si parla di un 67,4%. Tuttavia il primo trimestre del 2019 sembra segnare un cambio di rotta. Ci sono alcuni campanelli di allarme: il saldo negativo tra avviamenti al lavoro e cessazioni (i primi sono stati 47.247, le seconde 60.700) e l’aumento dell’utilizzo della cassa integrazione. La situazione di incertezza riguardo alle prospettive delle imprese è stata peraltro confermato anche dalla Camera di Commercio. In questo scenario, la Cisl diventa protagonista con due servizi a sostegno dei lavoratori rimasti senza impiego: Ial e lo sportello lavoro.

Disoccupazione in calo in Brianza

‘Nonostante i dati positivi registrati nel 2018, il primo trimestre del 2019 sottolinea come la crisi sia ancora presente. Secondo un’analisi della Camera di Commercio, a Monza, anche il saldo tra le iscrizioni di nuove imprese (1.609) e le cessazioni di attività (1.822) è negativo’, spiega Enzo Mesagna, responsabile dipartimento mercato del lavoro Cisl Monza Brianza Lecco.

‘Nel dettaglio, emerge che sotto i 34 anni, il turn over è decisamente più alto, sia per la precarietà dei contratti, sia per un diverso approccio al mondo del lavoro. La perdita di occupazione colpisce maggiormente la fascia di età centrale, dai 35 a 50 anni. Capita spesso che si tratti del capofamiglia di nuclei familiari monoreddito. Ed è proprio qui che bisogna focalizzare l’attenzione, per sviluppare interventi ad hoc. Inoltre è doveroso non perdere di vista quella fascia di giovani, che ha smesso di lavorare e studiare. Anche qui bisogna lavorare perché questi ragazzi possano essere reinseriti’, ha aggiunto Mesagna.

‘D’altro canto si registra anche un aumento di tutte le forme contrattuali, tranne quella a somministrazione, per la quale si evidenzia un 25% in meno. Crescono le trasformazioni a contratto a tempo indeterminato. Nello specifico gli avviamenti contrattuali sono molto più numerosi per le qualifiche basse. Inoltre aumenta il numero di assunzioni nei settori economici, nei Servizi, nelle Costruzioni e nell’Agricoltura, a discapito del settore dell’Industria, che cala del 7,6% (dati regione Lombardia).

‘In definitiva, la situazione attuale è positiva rispetto agli anni precedenti, tuttavia esistono delle zone di chiaro scuro su cui bisogna lavorare. Ad esempio è importante andare ad analizzare tutto quel sottobosco di forme contrattuali atipiche, penso ad esempio alle false P.IVA, dove la legislazione è deficitaria e non va a limitarne l’utilizzo’.

Cisl: lo Sportello Lavoro

In questo quadro del mondo del lavoro brianzolo, fatto di chiaro scuri, si inserisce la Cisl con due importanti servizi al lavoratore. Il primo, lo Sportello Lavoro, aperto a settembre 2018, è operativo sul territorio di Monza e Seregno. Gestito da Eleonora Bescapè, si rivolge a tutti quei lavoratori che sono stati licenziati e agli studenti che intendono trovare un primo impiego, dopo aver terminato gli studi.

‘Lo Sportello Lavoro offre un supporto a 360 gradi, partendo dalle pratiche legate alla Naspi, per poi passare alla costruzione di un curriculum vitae e alle informazioni necessarie per svolgere al meglio un colloquio di lavoro. Lavora in stretta collaborazione con lo Ial, Innovazione apprendimento lavoro, un servizio che offre percorsi formativi finalizzati sempre al reinserimento lavorativo – ha spiegato Mesagna – Finora sono state prese in carico più di 500 persone’.

Cisl: Ial, Innovazione apprendimento lavoro

‘Ial è un ente accreditato per la formazione e i servizi al lavoro, che si pone l’obiettivo di aiutare chi non ha un impiego, attivando percorsi di qualificazione professionale, che aumentino le possibilità di reinserimento in una nuova realtà. Per raggiungere tali risultati – spiega Barbara Guardamagna, Direttrice IAL direttrice Ial di Milano, Monza, Lecco – Ial sfrutta strumenti come la dote unica lavoro’.

‘Ultimamente siamo intervenuti per limitare le conseguenze di alcune crisi aziendali verificatesi sul nostro territorio, che hanno visto la fuoriuscita di diversi lavoratori cinquantenni, che svolgevano la stessa mansione da più di 30 anni. Per costoro sono stati attivati percorsi di valorizzazione delle loro capacità professionali. In situazioni di questo genere è importante procedere anche con un percorso motivazionale, che consenta di acquisire una maggiore consapevolezza di un mondo del lavoro completamente diverso, e sviluppare una maggiore proattività‘.

‘Ial ha effettuato diversi interventi di supporto ai lavoratori, ad esempio da 3 anni, per gli operai della Candy, in cassa integrazione straordinaria, ha messo a disposizione corsi di inglese e informatica. Ha preso poi in carico 26 lavoratori della William Araldi della zona di Vimercate: a costoro verrà offerta una formazione focalizzata sulla vendita nella GDO. Infine, anche per i dipendenti della Peg Perego, in cassa integrazione straordinaria, stiamo organizzando percorsi formativi’, spiega Barbara Guardamagna.

‘Lavorando a stretto contatto, da un lato con le aziende e dall’altro con i lavoratori in cerca di un nuovo impiego, abbiamo potuto individuare le skills più richieste dalle società. Innanzitutto i lavoratori più ricercati sono i saldatori e gli operai specializzati, manutentori di macchine. Ma ciò che emerge chiaramente è che al di là della capacità professionali, sono molto ricercate alcune soft skills: l’adattabilità, la forte motivazione, la flessibilità, la capacità di lavorare in team e la capacità di comunicazione’.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi

Arcore, rotta la carrozzina dell’azzurro Mattia Muratore. Lo sfogo

Brutta disavventura per Mattia Muratore, ex capitano della Nazionale di hockey in carrozzina, al termine delle sue vacanze in Norvegia.

Gran premio di Monza, viabilità e sicurezza: tutti i numeri dell’organizzazione

I costi straordinari del personale, stimati in 113 mila euro, saranno sostenuti da Sias, la società che gestisce l’Autodromo.

Lo stadio di Desio si colora di nerazzurro per l’arrivo dei talenti della Primavera

Per tre settimane, i giovani talenti U19 dell'Inter si alleneranno presso il centro sportivo comunale di via Agnesi.

Limbiate, minaccia e rapina una donna: 24enne arrestato nel Parco delle Groane

La violenta rapina era avvenuta a luglio a Corsico. L'uomo è finito in manette solo ieri, domenica 18 agosto

Piscine all’aperto in Brianza: ecco gli orari e i costi estivi

L'estate si avvicina ed il caldo si fa sempre più torrido, l'unica soluzione per chi resta in Brianza? Le piscine all'aperto!