06 Luglio 2020 Segnala una notizia
Allarme rosso per la Ss36, l'associazione HQ Monza denuncia degrado e pericoli

Allarme rosso per la Ss36, l’associazione HQ Monza denuncia degrado e pericoli

11 Luglio 2019

L’associazione Hq Monza lancia l’allarme sicurezza sulle condizioni della Ss36, già considerata come una delle strade più pericolose d’Italia. In questi giorni sono in corso alcuni lavori di sistemazione degli impianti di illuminazione da parte di Anas e da Milano filtrano voci di una possibile riqualificazione in vista della Olimpiadi. I componenti dell’associazione, tuttavia, hanno messo a punto un documento in cui vengono sottolineati ben sette elementi di criticità che andrebbero risolti a breve. Non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Fra gli elementi di criticità segnalati, compaiono al primo posto le rampe d’ingresso della superstrada, giudicate in molti casi troppo corte e quindi troppo pericolose. Gli accessi alla Statale a Lissone, Desio, Seregno dovrebbero essere poi completamente ripensati per evitare le croniche lunghe code nelle ore di punta, pericolose sulla prima corsia di marcia della Statale stessa e insostenibili per le città coinvolte. I guardrail metallici laterali quasi ovunque non sono a norma per la sicurezza delle motociclette e non hanno adeguata tenuta certificata per i veicoli pesanti sui tratti affiancati da strade complanari, come ad esempio in corrispondenza di Lissone, Desio e Seregno.

Infine, le asfaltature lasciano a desiderare, specie sulla prima corsia di marcia per i veicoli lenti, e sono in condizioni non accettabili per una strada che di fatto è in categoria A, cioè assimilabile ad una autostrada.

“Ricordiamo che la Ss36 è la strada extraurbana più pericolosa d’Italia – spiegano dall’associazione -, in base agli ultimi dati statistici disponibili (riferiti al 2017). L’Aci certifica 311 incidenti all’anno sui 23 km della sola tratta sul territorio della Provincia Mb, quasi uno al giorno. Il segmento peggiore risulta quello tra Desio e Lissone, con 24 incidenti e 47 feriti in un anno”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi

Covid, un nuovo decesso a Seregno. La 38esima vittima da inizio emergenza

Il Coronavirus miete una nuova vittima a Seregno, la 38esima da inizio emergenza. A commentare la triste notizia è il sindaco Alberto Rossi. 

Coop apre a Monza in via Marsala e assume

Al via la campagna di assunzioni per la nuova Coop a Monza. In vista dell’apertura del nuovo supermercato di via Marsala.

Asfalti Brianza, colpo di scena: il sindaco di Concorezzo deposita ordinanza di sospensione delle attività

Il primo cittadino: "Ringrazio tutti coloro che - seppur in forme diverse - stanno agendo per la tutela dei cittadini. Ringrazio tutti coloro che stanno lavorando con me su questa vicenda"

Monza, nessun contagio. Allevi “Situazione stabile”. L’aggiornamento dei sindaci

Nelle ultime tre settimane la curva sembra ormai essersi stabilizzata verso il basso e i pochissimi casi registrati risultano tutti debolmente positivi.

Piscine all’aperto: le aperture a Monza e Brianza

C'è chi apre subito e chi si prende ancora qualche giorno. Ecco come vanno le riaperture delle piscine in Brianza ai tempi del Coronavirus.