Quantcast
Vimercate, la Cavallera sarà ciclopedonale? Oggi incontro in Prefettura - MBNews
Attualità

Vimercate, la Cavallera sarà ciclopedonale? Oggi incontro in Prefettura

Davanti al Prefetto Patrizia Palmisani si riuniranno il Sindaco di Vimercate Francesco Sartini, quello di Arcore Rosalba Colombo e i rappresentanti del Comitato del Bruno

parco della cavallera via della santa 01 mb

Cavallera, è oggi, venerdì 28 giugno, il giorno dell’incontro in Prefettura. Questa mattina, infatti, le parti interessate si riuniranno davanti al Prefetto Patrizia Palmisani, che ha convocato alle 11 il Sindaco di Vimercate Francesco Sartini, quello di Arcore Rosalba Colombo e i rappresentanti del Comitato del Bruno.

Una riunione che nasce proprio dall’intervento di questi ultimi, che a maggio, in seguito all’avvio dei lavori per la trasformazione della strada da carrabile a ciclo-pedonale, avevano avviato una raccolta firme che era stata poi allegata a una lettera indirizzata appunto al Prefetto.

Come è noto, infatti, la chiusura della Strada Comunale della Santa che collega Oreno a Cascina del Bruno non è andata giù a moltissimi cittadini, in particolare ai residenti presso la Cascina, che avevano dapprima avviato una protesta, sperando di bloccare i lavori. Da quel momento, nel tentativo di far desistere la Giunta guidata da Francesco Sartini, si sono mossi in tanti. Oltre ai cittadini anche il centrosinistra di Vimercate, che ha richiesto e ottenuto un Consiglio Comunale aperto, durante il quale anche il sindaco del Comune di Arcore, Rosalba Colombo, era intervenuto per esprimere pubblicamente il suo dissenso.

Oltre all’intervento del Prefetto, si attende la risposta dell’Amministrazione anche al ricorso presentato pochi giorni fa da PD e Vimercate Futura. I consiglieri hanno chiesto l’annullamento d’ufficio e/o la revoca delle delibere con cui la Giunta ha stabilito la trasformazione del tratto di strada: secondo Mariasole Mascia, Mattia Frigerio e colleghi di opposizione ci  sarebbero gli estremi per bloccare il tutto, una serie di irregolarità procedurali nell’iter che ha portato all’approvazione del progetto e poi all’avvio dei lavori.