29 Maggio 2020 Segnala una notizia
Monza in festa per San Giovanni: in 50mila con il naso all'insù per i fuochi

Monza in festa per San Giovanni: in 50mila con il naso all’insù per i fuochi

25 Giugno 2019

Grande festa a Monza per il suo patrono San Giovanni. Iniziata con la premiazione dei cittadini benemeriti, la giornata si è conclusa con il tradizionale spettacolo pirotecnico, anche quest’anno organizzato nell’area dell’ex Ippodromo.

Lo spettacolo è stato un percorso che ha voluto raccontare le bellezze della nostra penisola. “Notte Italiana”, questo il nome dato all’evento, che si è proposto come un vero e proprio viaggio nei sentimenti e nelle emozioni. Un’esperienza che è stata colta, secondo i dati del comune, da oltre 50 mila spettatori di ogni età. C’erano le coppie di amici che nell’attesa giocavano a carte e le coppie di innamorati, che al chiaro di luna si scambiavano qualche bacio. Ci sono anche stati visitatori da altre città, giunti a Monza proprio per l’occasione. Musica e fuochi d’artificio. Un crescendo d’emozioni che si è snodato attraverso 5 quadri dedicati all’amore, al mare e al paesaggio, all’arte e alla storia. Il tutto sotto le note della “Cavalleria rusticana” di Pietro Mascagni o della musica coinvolgente di Mambo Italiano anziché sotto la musica di Ennio Morricone.

 

Ecco il video di alcuni minuti dei fuochi d’artificio:

 

L’ORGANIZZAZIONE:

L’evento è stato un successo. Nonostante la circolazione sia stata chiusa al traffico lungo viale Cavriga, nel tratto compreso tra viale dei Tigli e l’uscita della Porta di Villasanta, è stato possibile raggiungere l’area dedicata allo spettacolo senza particolari disagi segnalati da parte dei 17 agenti preposti alla viabilità. Le numerose persone che hanno assistito all’evento sono infatti riuscite a parcheggiare le loro autovetture nelle vie limitrofe agli ingressi del Parco o nei parcheggi disponibili, ossia quello di Porta Monza con 1200 posti e quello dell’Ospedale San Gerardo con 650 posti, raggiungendo poi la zona d’interesse a piedi.

Diversa invece la faccenda per i rivenditori di cibi e bevande. Sono in totale 8 i sequestri di merce avvenuti da parte dei 5 agenti in servizio della sezione annonaria, 8 a carico di ignoti e uno soltanto invece noto. Secondo quanto riportato il totale ammonterebbe a 220 bottiglie di plastica e 250 bottiglie in vetro di birra. Sulla lista non sono mancati 140 “giochi luminosi” venduti irregolarmente.

 

*Articolo aggiornato alle 17:32

Guarda la gallery di Luca Colnago

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Massimo Chisari
Milanese di nascita, brianzolo d'adozione. Guardo il mondo attraverso la mia macchina fotografica. Osservo. Cerco. E tramite le parole, racconto. Amo il giornalismo, quello sincero perché scrivere significa smettere di respirare per raccontare con il cuore. Ho due grandi passioni. L'arte e la letteratura, quella russa soprattutto. Ma ho un unico grande amore, anzi due. I miei due cani, Hubert e Brunhilde.


Articoli più letti di oggi

A Monza e Brianza 5.466. Ecco l’aggiornamento dei sindaci

La provincia di Monza e Brianza dall’inizio dell’emergenza conta: 5.466 (+6)

Area Migranti Cgil Monza Brianza: al via le consulenze per la “Regolarizzazione 2020”

In due giorni oltre 200 consulenze telefoniche e 75 appuntamenti per il perfezionamento delle richieste.

Brugherio, incendio nella pizzeria Lo Stregone: evacuate 3 famiglie

Notte di fuoco a Brugherio. Intorno alle 4.00, un incendio è divampato all'interno della pizzeria Lo Stregone. Nessun ferito, tre famiglie evacuate residenti ai piani superiori.

La risposta rosa al Covid-19, in Confimi Monza e Brianza nasce il progetto “Con-diVision”

All'iniziativa, promossa dalla Lisa Fumagalli, collaborano Paola Marras (Niklas), Simona Ronchi (Silap) e Laura Parigi (NPI Italia). Obiettivo: produrre dispositivi di protezione. Con un nuovo modello di business.

San Gerardo, da giugno un ambulatorio multidisciplinare per i pazienti post Covid

L'ASST di Monza vuole proporre una risposta innovativa ad un bisogno di salute emergente nella popolazione interessata da questa malattia.