12 Dicembre 2019 Segnala una notizia
Bames-Sem, il 7 giugno nuovo presidio al tribunale degli ex dipendenti

Bames-Sem, il 7 giugno nuovo presidio al tribunale degli ex dipendenti

3 Giugno 2019

Il 7 giugno prossimo i lavoratori della fallita Bames Sem si riuniranno in presidio davanti alla sede del Tribunale di Monza di via Vittorio Emanuele, in attesa dell’ennesima udienza per decidere del rinvio a giudizio di 10 indagati per bancarotta fraudolenta e della distrazione di beni e risorse economiche che dovevano essere destinate alla re-industrializzazione della società. Una lunga nota degli ex dipendenti spiega il motivo del presidio, ovvero richiamare l’attenzione su quanto è avvenuto e sulla situazione di lavoratrici e lavoratori che hanno perso il posto.
“Tra discussione sulle costituzioni di parte civile e rinvii siamo alla settima udienza” scrive Redaelli, ex sindacalista, da quando il 31 gennaio 2018 è stata emessa la richiesta di rinvio a giudizio, “tra gli ex dipendenti c’è una forte aspettativa affinché venga finalmente presa la giusta decisione di rinviare a giudizio gli imputati e in questo modo far partire il procedimento penale”.
In presidio saranno riuniti gli ex dipendenti Bames che sono costituiti parte civile per i danni morali, “orgogliosi di tutte le iniziative e le lotte che, con il supporto delle organizzazioni sindacali Fim Cisl e Fiom Cgil, hanno fatto in questi anni” e “orgogliosi di aver portato il gruppo dirigente e la famiglia Bartolini in un’aula di tribunale“. Scrive ancora Redaelli, gli ex dipendenti sperano “ci sia finalmente il rinvio a giudizio ed un processo che accerti tutte le responsabilità nei confronti di chi ha portato al fallimento queste aziende creando enormi problemi economici e sociali”, perché ” vengano accertate le responsabilità di chi ha portato delle importanti realtà industriali al fallimento per bancarotta fraudolenta, chiediamo che sia fatta Giustizia”.
La vicenda della ex IBM, ex Celestica, ex Bames ex SEM, spiega l’ex sindacalista, è “una ferita aperta, alcuni ex dipendenti (si stimano circa 70 persone) sono senza nessun reddito”. La storia del declino e del fallimento del colosso della Silicon Valley brianzola è tristemente nota. I dipendenti della multinazionale IBM di Vimercate, nel 2000 sono stati scorporati e ceduti alla canadese Celestica e nel 2006 lo stabilimento (con gli 860 dipendenti rimasti) è stato acquisito da Bartolini Progetti. Da quel, continua Redaelli “è iniziata la loro drammatica vicenda lavorativa che, dopo diversi anni di piani industriali volutamente disattesi e dopo parecchi anni di Cassa Integrazione, ha visto nell’autunno del  2013 il fallimento delle due aziende ed il licenziamento dei circa 480 lavoratori rimasti in quella data”.
Nel 2010, continua la nota “avevamo commissionato un’analisi dei bilanci a una società specialistica che ha svolto una ricerca sulle attività fatte da Bartolini Progetti e dalle società a essa collegate per comprendere meglio quanto stava avvenendo”. Il titolo dello studio fu: “il saccheggio di Bames, Quattro anni di giochi finanziari sulle spalle dei lavoratori”  a cui è seguito un convegno pubblico il 25 febbraio 2011 con la diffusione a più livelli della sintesi della ricerca, il testo completo di questa ricerca è stato messo a disposizione sia della curatela di Bames che della Procura della Repubblica di Monza.
“I dubbi sul ruolo di Bartolini Progetti sono stati denunciati da Fim e Fiom sin dalla sua comparsa in questa vicenda ed in particolare dopo l’acquisizione delle quote di Celestica Italia (settembre 2006) che avevamo contestato fortemente perché veniva stravolto il senso della re-industrializzazione prevista nel Protocollo Istituzionale firmato dalle parti in Regione Lombardia il 2 agosto 2006, dubbi anche formalizzati richiedendo un incontro con una lettera inviata il 3 ottobre 2006″.
Le organizzazioni sindacali, Fim Cisl, Fiom Cgil, RSU, lavoratrici e lavoratori avevano, prosegue redaelli “presentato istanza di fallimento per le due società con l’obiettivo di esautorare la famiglia Bartolini e il gruppo dirigente dalla gestione fallimentare delle aziende” e le indagini hanno evidenziato che c’era dell’altro. Poi Redaelli pone l’accento su ciò che si dovrebbe fare con il polo industriale chiuso. “Il tema del suo riutilizzo è uno degli aspetti che vogliamo ancora una volta evidenziare e lo facciamo rivolgendoci a tutto il mondo della Politica istituzionale (Locale, Provinciale, Regionale e Nazionale), per questo motivo chiediamo loro di essere presenti a questa iniziativa”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi

Da domani maltempo e venerdì arriva la neve in Brianza

Giovedì neve in collina al Nord, a tratti in pianura sull'Emilia; venerdì fiocchi a tratti in Brianza.

Monza, con gli Sky Box un altro passo verso un futuro da grande squadra

Durante la partita con la Giana Erminio si è alzato il sipario sugli Sky box di cui si era parlato molto in questi mesi.

San Gerardo, lancia sedie e aggredisce gli agenti: 65enne sottoposto a TSO

San Gerardo: un 65 enne italiano, ha perso letteralmente la testa, dinanzi alla notizia delle dimissioni della madre 90enne: ha iniziato ad aggredire i poliziotti e poi ha lanciato anche delle sedie lungo le corsie. Denunciato.

Il Capodanno a Seregno sarà rock!

Al PalaSomaschini, concerto-tributo dedicato ai Queen in attesa del 2020

Vedano, La Casa Francesco inaugura il poliambulatorio (gratuito) per i più deboli

L'iniziativa, chiamata “Le comunità della Salute” mette al centro il benessere per ogni cittadino e propone un servizio sanitario di qualità per tutti, senza distinzioni socioeconomiche.