20 Agosto 2019 Segnala una notizia
Sui muri scrivono “Lega razzista”. La candidata (di origine peruviana) risponde

Sui muri scrivono “Lega razzista”. La candidata (di origine peruviana) risponde

23 Maggio 2019

Le sue origini peruviane avevano già fatto discutere, nel 2013, quando venne eletta segretaria della sezione besanese della Lega. Oggi, il nome di Paola Patrizia Riva, ritorna per le amministrative 2019 perché candidata  come consigliere comunale con la Lega sostenendo il candidato Emanuele Pozzoli. Una candidatura che fa la differenza, soprattutto alla luce dei numerosi attacchi che il partito di Matteo Salvini sta ricevendo sia a livello nazionale che locale: una peruviana tra i militanti del Carroccio, ma la Lega non è razzista?

Scritte ingiuriose e manifesti di propaganda strappati

La nostra domanda è provocatoria, ma le scritte che sono apparse sui muri di Besana no. A documentarle il consigliere Regionale Alessandro Corbetta che commenta: “scritte infamanti, manifesti strappati di continuo, bugie e attacchi gratuiti sui nostri candidati. Evidentemente qualcuno a sinistra ha paura di noi! Noi andiamo avanti a testa alta e col sorriso, forti delle nostre idee.”

E se è vero che, nel 2019, il colore della pelle può essere ancora una discriminante, abbiamo chiesto direttamente a Paola Patrizia Riva qual è il suo pensiero su quanto, a pochi giorni dal voto, sta succedendo alla Lega e quali sono, davvero, le idee del partito soprattutto in merito alla questione dell’immigrazione.

“Lega razzista? Direi proprio di no e ne sono un chiaro esempio visto che, in passato, le critiche sul colore della mia pelle e la mia presenza nella Lega mi sono state sempre mosse dai partiti avversari e non dai miei compagni politici – ci racconta – noi non siamo contro l’immigrazione, ma vogliamo un’immigrazione controllata. L’arrivo dei richiedenti asilo deve avere dietro una progettualità, altrimenti non funziona.”

Via Moneta, come andrà a finire?

E dalla politica nazionale, si passa in fretta a quella locale. Quando si parla di richiedenti asilo, a Besana, il riferimento a via Moneta (che ospita una cinquantina di profughi) è immediato: “è l’esempio concreto di cosa succede se dietro l’immigrazione non c’è un progetto – ci spiega – credo sia normale che dei ragazzi, che non hanno la possibilità di lavorare o fare altro, facciano poi delle bravate o peggio”. E il sentimento di paura e poca integrazione che, da anni, provano i residenti della zona è sintomo di qualcosa che non va: è’ per questo che, il candidato sindaco Emanuele Pozzoli, ha voluto incontrare personalmente i residenti , assicurando loro che, in caso di vittoria, la situazione verrà rimessa sul banco della discussione. “Sono assolutamente d’accordo con Pozzoli – conferma Paola Patrizia Riva – abbiamo promesso loro più attenzione alle loro necessità e richieste. Ora però è presto per parlare di questo”.

e se la politica tira in ballo la religione.

Insomma, porti chiusi sì ma a ragion veduta. Questa la posizione della candidata consigliere comunale besanese che ha le idee ben chiare sulla questione dell’immigrazione. Ed è netta anche quando le chiediamo il suo pensiero in merito all’ultima bomba mediatica che ha coinvolto il leader Salvini che ha tirato in ballo Papa Francesco durante uno dei suoi ultimi comizi in piazza prima delle elezioni di domenica: “Sono cattolica praticante e tutte le domeniche vado a Messa – conclude – dico solo questo: la politica deve fare la politica, la Chiesa deve fare la Chiesa. Ognuno ha il suo ruolo”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Melissa Ceccon
Laureata in Lingue e Letterature Straniere alla Cattolica di Milano. Mamma e moglie. Scrivo sempre e da sempre: nel 2008, il mio primo articolo di cronaca locale. Da allora, non ho più smesso. Sul web racconto anche di libri e di mamme. Nella mia borsa non mancano mai: un romanzo, una penna, un blocco per gli appunti e lo smartphone per catturare immagini e video delle notizie più interessanti.


Articoli più letti di oggi

Arcore, rotta la carrozzina dell’azzurro Mattia Muratore. Lo sfogo

Brutta disavventura per Mattia Muratore, ex capitano della Nazionale di hockey in carrozzina, al termine delle sue vacanze in Norvegia.

Gran premio di Monza, viabilità e sicurezza: tutti i numeri dell’organizzazione

I costi straordinari del personale, stimati in 113 mila euro, saranno sostenuti da Sias, la società che gestisce l’Autodromo.

Lo stadio di Desio si colora di nerazzurro per l’arrivo dei talenti della Primavera

Per tre settimane, i giovani talenti U19 dell'Inter si alleneranno presso il centro sportivo comunale di via Agnesi.

Limbiate, minaccia e rapina una donna: 24enne arrestato nel Parco delle Groane

La violenta rapina era avvenuta a luglio a Corsico. L'uomo è finito in manette solo ieri, domenica 18 agosto

Abusi sessuali su un bimbo di 11 anni: arrestato 37enne di Monza

Le indagini hanno raccolto elementi incontrovertibili circa un episodio di violenza avvenuto a luglio