13 Aprile 2021 Segnala una notizia
Seveso, la proposta del M5S contro le slot machine

Seveso, la proposta del M5S contro le slot machine

21 Maggio 2019

Viene dal consigliere del Movimento 5 Stelle la mozione, che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale, volta a contrastare le ludopatie e le patologie legate al gioco d’azzardo sul territorio di Seveso. «La proposta è maturata all’interno del Movimento a livello nazionale – spiega Antonio Cantore -. Anche in Regione è stata presentata in questi giorni una mozione per combattere la dipendenza dal gioco delle macchinette. Preferisco questo termine – aggiunge – a “ludopatia”, che è più ampio, generico e, diciamoci la verità, meno facilmente comprensibile».

Scopo della mozione, dare il via a una serie di azioni per il contrasto del gioco d’azzardo: dalla creazione di un regolamento apposito all’attuazione di una serie di iniziative per scoraggiare e ridurre il fenomeno, come gli incentivi fiscali per i commercianti che scelgono di non mettere slot machine nei loro negozi).

«L’Italia è il terzo paese al mondo per spesa alle slot machine – afferma Cantore -. A Seveso, che non è nemmeno uno dei comuni dove le giocate sono più alte, solo nel 2016 sono stati giocati 8,84 milioni di euro: vuol dire una spesa pro capite di 376 € – spiega, facendo riferimento al sito web “L’Italia delle slot”, che offre la possibilità di conoscere, per ogni comune d’Italia, numero di macchinette o video lottery installate, ed entità delle giocate -. I dati sono fermi al 2016, ma considerando che tra il 2015 e il 2016 c’è stato un aumento del 3%, possiamo pensare che sia continuato ad aumentare anche in questi ultimi anni». La mozione chiede all’amministrazione, tra le altre cose, di limitare l’utilizzo delle macchinette a un massimo di 8 ore giornaliere, censendo gli apparecchi e il loro posizionamento rispetto alle zone “sensibili” (scuole, luoghi di culto, strutture socio-sanitarie, centri di aggregazione giovanile), ma soprattutto mettendo in atto delle strategie premianti per gli esercizi “No Slot”.

«Sarebbe bello se si potessero sostituire le macchinette con i biliardini – sogna Cantore -. Leggevo di un proprietario di un bar che ha deciso di eliminare le slot machine e sostituirli con il calcio balilla: ha visto la clientela nascere e il clima ridistendersi. Vorremmo coinvolgere l’amministrazione per capire insieme come incentivare gli esercenti a togliere le macchinette – prosegue –  D’altra parte il contrasto alle ludopatie era nelle linee programmatiche di questa amministrazione, ma per ora non è ancora stato fatto nulla. Invece dobbiamo muoverci per evitare questo dissanguamento continuo».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Giulia Santambrogio
Inseguo le storie sin da quando ero bambina: per farmele raccontare, per leggerle, e, ovviamente, per scriverle. Su MBNews, però, mi occupo di fatti.


Articoli più letti di oggi