10 Agosto 2020 Segnala una notizia
Monza, “Compagnia del Centro”: fermati altri tre giovanissimi rapinatori

Monza, “Compagnia del Centro”: fermati altri tre giovanissimi rapinatori

29 Maggio 2019

Nuovo colpo alla cosiddetta “Compagnia del Centro”, banda di ragazzini responsabili di furti, rapine e violenze tutti perpetrati nel centro di Monza. Prosegue l‘Operazione “G.T.A. – Monza” della Polizia di Stato, che nei giorni scorsi ha fermato altri tre soggetti poco più che maggiorenni,responsabili di rapine in danno a giovanissimi.

Si tratta di A.A., italiano di 21 anni, accusato di aver rapinato un coetaneo, M.C.E., cittadino dominicano minorenne, e U.C., italiano da poco 18enne, che insieme sono accusati di aver commesso una rapina a due ragazzini in via Manzoni. Il primo è stato denunciato a piede libero per rapina e ricettazione, il secondo arrestato, mentre il terzo denunciato in stato di libertà.

LA COMPAGNIA DEL CENTRO

Tutti e tre, residenti a Monza, sono noti agli investigatori come appartenenti alla “Compagnia del Centro”, sei membri della quale, al termine dell’operazione “G.T.A. – Monza”, erano stati arrestati ad aprile in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, con l’accusa di aver commesso almeno dieci rapine, un tentato omicidio, oltre a lesioni, furti, minacce gravi e spaccio di stupefacenti, tutti commessi a Monza tra il mese di marzo 2018 e gennaio 2019. La banda non era solo nota alle forze dell’ordine, ma anche ai giovani monzesi, che spesso si trovavano a non passare “nella loro zona” pur di non incontrarli.

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Monza e condotta dai poliziotti della Squadra Mobile di Monza, aveva delineato l’esistenza di un vero e proprio sodalizio finalizzato alla commissione di reati predatori a danno di giovani vittime, scelte perché trovate in situazioni di minorata difesa, sempre sfruttando la forza intimidatrice del branco. «Una violenza che spaventa – aveva commentato il Procuratore capo di Monza, Dottoressa Luisa Zanetti – Solo allo scopo di soddisfare una volontà di umiliare e affermare il loro potere».

L’operazione prende il nome da un videogioco a cui sembra che i malviventi si ispirassero per commettere i loro reati. In un caso, quello per cui sono accusati di tentato omicidio, un ragazzo di 32 anni di Monza è stato picchiato così violentemente da fratturargli il cranio. Finito nelle grinfie del gruppo anche un senzatetto, picchiato di santa ragione per essersi opposto al furto della sua bicicletta.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi

Lutto nel calcio brianzolo: Pol. Di Nova piange il suo allenatore Gianluca De Martino

Fatale un malore per il neo coach brianzolo. Oltre nel mondo dello sport, De Martino era noto e stimato anche nel campo della ristorazione: era infatti titolare di un ristorante a Carate Brianza. 

Intervista al sindaco di Monza, Dario Allevi: “Credo nei monzesi e nella loro grande forza di volontà”

In prima linea durante l'emergenza Covid, il sindaco di Monza Dario Allevi ha raccontato alla nostra redazione le fasi più delicate vissute durante la pandemia.

Covid, nessun decesso in Lombardia. Due nuovi contagi i Brianza

Nessun decesso, aumentano ‘Guariti e dimessi’ (+72), calano i ricoveri (stabili quelli in terapia intensiva e diminuiscono di 5 quelli in terapia non intensiva).

Brugherio, infortunio sul lavoro: 45enne perde la falange di una mano

Un 45enne, per un infortunio sul lavoro, ha subito l'amputazione della 3° falange dell'indice della mano destra.

Lissone, pacco dono per i nuovi nati: le famiglie ritirano il kit in farmarcia

I kit Pacco dono, già disponibili nelle 4 LloydsFarmacie di Lissone, potranno essere ritirati dalle famiglie previa presentazione della lettera ricevuta da parte del Comune.