21 Aprile 2021 Segnala una notizia
Brianza elezioni amministrative 2019, la diretta dello spoglio [Live]

Brianza elezioni amministrative 2019, la diretta dello spoglio [Live]

27 Maggio 2019

Domenica 26 maggio 2019 si è votato in 31 comuni della provincia di Monza e Brianza. Alle 23 si sono chiusi i seggi e oggi alle ore 14 sono iniziate le operazioni di scrutinio. Ecco la diretta con dati, interviste, foto e video.

Ricordiamo che ieri si è votato anche per le Europee, lo spoglio è stato successivo alla chiusura dei seggi. In provincia di Monza e Brianza ha votato il 63,27% degli aventi diritto. E come nel resto d’Italia la Lega si conferma il primo partito raggiungendo nella nostra provincia il 41,52% dei voti. Seguono il PD (23,52%) e il M5S (10,33%). Subito dopo troviamo Forza Italia (9,97%) e Fratelli d’Italia (5,38%).
CLICCA QUI PER CONOSCERE TUTTI I RISULTATI DELLE EUROPEE

AMMINISTRATIVE – DIRETTA LIVE
CLICCA QUI PER LA SINTESI DEI RISULTATI

ORE 20.15

Scrutini chiusi anche a BOVISIO MASCIAGO, dove il candito sindaco Giovanni Sartori (centrodestra) vince al primo turno. La situazione si è delineata solo sul finire dello spoglio. Per diverse ore, si era prefigurata l’ipotesi del ballottaggio. Ma alla fine Sartori ce l’ha fatta: i numeri lo vedono al primo posto con il 50.41%. Sconfitto per pochi punti percentuali l’avversario Giuliano Soldà (centrosinistra) 43.78%. Ben distante invece Domenico Spreafico di “Idea per Bovisio Masciago” con il 5,81%.


A ORNAGO ha vinto il giovane candidato, Daniel Siccardi, della civica SìAmo Ornago (38,88%)
, che avuto la meglio rispetto ai candidati sostenuti dal centrodestra e dal centrosinistra.

ORE 19.00

A BESANA BRIANZA vince al primo turno il centrodestra con Emanuele Pozzoli con il 54,70%. 
Ecco il commento del neo eletto: “Grazie di cuore alla mia squadra. Un risultato insperato. Hanno lavorato tutti con grande impegno. Grazie a Sergio che mi ha aspettato. Si è battuto come un leone. Adesso non vedo l’ora di iniziare. Tra i primi obiettivi ci sono i nidi gratis da realizzare per settembre”. Alla domanda tradizionale qual è la prima cosa che farà domani da sindaco? “La colazione”.
Lo sfidante Sergio Cazzanica (centrosinistra) ha raggiunto il 37,55%. Molto più dietro Piero Alfieri con il 7,75%.
LEGGI L’ARTICOLO CON TUTTI I COMMENTI.


A BOVISIO MASCIAGO
lo spoglio continua lentamente.
Pare che nel seggio 1 siano state trovate 49 schede che sembrerebbe non essere state conteggiate. In corso la decisione se riconteggiare tutto o sommarle. Intanto i dati ufficiali sul sito del Comune, su 11 sezioni scrutinate, danno in testa Giovanni Sartori (centrodestra) con il 50,2%. Segue Giuliano Soldà (centrosinistra) con il 44,2% e Domenico Spreafico (Idea Bovisio Masciago) con il 5,6%.

ORE 18.15

A MUGGIO’ si va ai ballottaggi. Nessuno dei candidati ha raccolto sufficienti consensi per vincere al primo turno. La sfida il 9 giugno sarà tra Pietro Zanantoni (centrodestra) che ha raggiunto il 47,32% e il sindaco uscente Maria Fiorito (centrosinistra) che invece ha totalizzato il 42,35%.
Il commento di Zanantoni: “Da domani iniziamo a lavorare per il ballottaggio. Un pelino di delusione c’è, ad ogni modo è un bel risultato anche se è un peccato “vincere” ma dover andare al ballottaggio. Ora tutto dipende da quanti di centro destra l’8 giugno non andranno al mare per recarsi a votare”.


A GIUSSANO vince al primo turno Marco Citterio del centrodestra.
I dati finali lo vedono primeggiare con il 69% dei voti. Viganò del centrosinistra si ferma al 21,6%. Distante invece il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Luigi Stagno, fermo all’8,8%. LEGGI L’ARTICOLO CON TUTTI I COMMENTI.


A BUSNAGO il successore di Danilo Quadri e del gruppo di Progetto Busnago, Marco Corti
, ha vinto le elezioni confermando alla guida del paese la civica che governa da 20 anni. Ha vinto con il 48,93%. Sconfitti i due avversari Pieralberto Galbusera della Lega e del centrodestra (39,42%) e Paolo Martini con Noi per Busango (11,65%).

CAVENAGO BRIANZA per i prossimi 5 anni sarà guidata da Davide Fumagalli. Con la sua lista Uniti per Cavenago ha raggiunto il 59,44%. Sconfitto con discreto margine il candidato di Insieme per Cavenago e Lega, Davide Baragetti.

ORE 17.30

A CONCOREZZO, non ce l’ha fatta Mauro Capitanio a diventare sindaco al primo turno. Il favorito sostenuto dal centrodestra si ferma al 45% dei voti. Tre i candidati e quindi era difficile passare al primo turno. Gli altri contendenti alla poltrona di sindaco sono Carmen Trussardi e Claudio Bossi (centrosinistra). Quest’ultimo si è fermato al 32%. Insomma, a Concorezzo sarà ballottaggio.

A BESANA BRIANZA lo spoglio procede a rilento. Dalle prime 9 sezioni scrutinate su 14 conduce il centrodestra con Pozzoli (54,51%). Segue Cazzaniga centrosinistra con il 38,14% e staccato Alfieri con il 7,35%.

A USMATE VELATE si conferma il centrosinistra. Eletta sindaco Lisa Mandelli (Per Usmate Velate) con il 55,82%, che la spunta su Daniele Ripamonti (Lega Cambiamo insieme) che si ferma al 44,18%.

Daniele Ripamonti della Lega di Usmate : “Purtroppo prendiamo atto dei risultati che provengono dalle sezioni scrutinate. Abbiamo perso. Ma lo facciamo con onore, senza esserci piegati a compromessi o ai ricatti di altre forze politiche che hanno poi mandato i loro rappresentanti di lista per le europee a sostenere la parte opposta, e senza aver accettato nel nostro gruppo i fuoriusciti della maggioranza che bussavano alla nostra porta e che poi, con nonchalance, sono tornati a sinistra. Abbiamo presentato un progetto per il futuro, volti nuovi e persone desiderose di mettere la propria esperienza di commercianti, professionisti e semplici cittadini al servizio di Usmate Velate. Il nostro sogno era quello di cambiare aria al palazzo. Purtroppo, nonostante le tante manifestazioni di stima, non siamo riusciti a scardinare un sistema di potere ormai ultra-trentennale, con, in alcuni casi, gli stessi cognomi che si susseguono nella gestione del Comune da tempo immemore. Nemmeno le condanne per il caso A&B e caso FIMER sono state sufficienti a rappresentare agli occhi dei cittadini la mala gestione portata avanti nel territorio”.


A CORREZZANA la coalizione uscente si conferma alla guida dalla piccola cittadina brianzola
. Hanno votato in 1.678 e Uniti per Correzzana ha preso 980 voti mentre Vivi per Correzzana ha fermato la sua corsa a 625. (Schede bianche 41, nulle 32). Sindaco eletto è Marco Beretta (61,06%), Ada Civitani resta all’opposizione (38,94%). Vista la sconfitta si chiude dietro un laconico “No Comment”. Parole di ringraziamento invece da parte del neo sindaco eletto: “Grazie ai cittadini di Correzzana, grazie a tutti quanti ci hanno dato fiducia e che hanno riconosciuto l’impegno profuso in questi anni e soprattutto l’entusiasmo che abbiamo cercato di trasmettere per l’impegno che metteremo nei prossimi cinque anni siamo carichi grazie a tutta la squadra perché è una squadra fortissima. Non lesineremo un grammo di energia per il bene della nostra comunità”.

Si è delineata anche la situazione a CAPONAGO dove è stato confermermato il sindaco uscente Monica Buzzini. Candidata nuovamente per Rinnovamento 2.0, ha totalizzato 1.563 voti (65,70%). Nettamente sconfitto il candidato di Nuova Caponago (Partito liberale e Fratelli d’Italia) Maurizio Mauro (34,30%).

CAMPARADA incorona sindaco Mariangela Beretta di Forza Italia e Lega con il 39,20%. 

A BRIOSCO Antonio Verbicaro è il nuovo sindaco. Il centrodestra vince con 46,91% dei voti.

ORE 17.15

Matteo Rigamonti è stato riconfermato dagli elettori di RENATE. Rigamonti con la lista “Cresce Renate” porta a casa 1343 voti, ovvero il 59% dei voti. Odilla Agrati di “Insieme per Renate” si ferma al 40% con 903 voti.

Il commento di Rigamonti “Abbiamo vinto con il 59% in aumento rispetto a 5 anni fa. Il risultato ottenuto è meglio rispetto a quello pronosticato. La gente ha visto i risultati e ci ha premiato. Eravamo abbastanza tranquilli, ottimisti e ora davvero contenti. Nei primi 100 giorni faremo la pianificazione delle risorse proprio per non perdere neppure un giorno di lavoro. Puntiamo a replicare il successo precedente e avvieremo una collaborazione con l’opposizione che, anche in campagna elettorale, si è dimostrata corretta è aperta al dialogo”.

A RONCELLO vince il candidato Cristian Pulici della Lega e Civica (53,33%). Alle sue spalle il sindaco uscente Luca Signorile di Cambiamo Roncello (36,67%) e, con un grande stacco, Roberto Colle di Per Roncello-Centrodestra unito (10%).

ORE 17

A CERIANO LAGHETTO confermato il centrodestra con Roberto Crippa con il 57,74% (2.134). Non c’è l’ha fatta Alessandra Stefan (Orizzonte Comune) che si ferma al 33,12%. Più staccati gli altri due candidati: Mara Ceriani (La Polveriera) che ha totalizzato 6,22% e Bruna Tandurella (Grande Nord) che ottiene solo il 2,92%

A MUGGIO’ continua, sezione dopo sezione, la battaglia fra il sindaco uscente Maria Fiorito (centrosinistra) e Pietro Zanantoni (centrodestra). Su 6 sezioni scrutinate su 19, Zanantoni conduce con il 44,56%, Fiorito segue al 43,31%, mentre Cristian Ioculino del M5S si ferma al 12,13%.

Clamoroso a MEZZAGO per un pugno di voti vince Massimiliano Rivabeni con il 50,23% (1178 voti). Non c’è l’ha fatto il sindaco uscente di centro sinistra Giorgio Monti che perde per 11 voti. Ma quello che più sconvolge è che dopo 42 anni il centrosinistra perde una delle sue roccaforti.

Il commento di Rivabeni: “È un risultato che ancora una volta ci dice che dobbiamo unire il paese e soprattutto unire gli uni agli altri, confido che dall’altra parte ci sia la stessa volontà d’intenti per il bene del paese”.

“Prendo atto della scelta dei cittadini – commenta invece Monti -. Le elezioni sono sempre una festa della democrazia e anche questa scelta è contemplata. Devo dire che i dati dimostrano non una bocciatura di Mezzago Democratica visto che tre anno fa la somma della civica più Lega dava molti più voti. Non ho particolari recriminazioni e rimpianti e penso di aver fatto una campagna corretta”.

A SOVICO vince Barbara Magni del centrodestra con il 53,14% (2.478). Mentre Franco Galli di Uniti per Sovico e Stefania Greco del M5S si sono fermati rispettivamente al 36,76% e 10,10%.

ORE 16.45

A BERNAREGGIO si riconferma sindaco Andrea Esposito  della lista di centrosinistra “Bernareggio per tutti”. Non ce la fa invece Emanuela Baio con la lista civica Vita nuova per Bernareggio. Il sindaco è stato votato da 3700 persone (67,68%), mentre la sfidante ha preso solo 1764 voti (32,32%).

A GIUSSANO su 11 seggi scrutinati su 22 è avanti il centrodestra con Marco Citterio. Gli ultimi dati lo indicano in vantaggio con oltre il 69,8% dei voti. Distanti gli sfidanti Viganò-centrosinista (21,8%) e Stagno-M5S (8,4%).

ORE 16.30

E’ di nuovo sindaco a TRIUGGIO Pietro Cicardi (Progetto Triuggio). Il sindaco uscente si conferma con il 56,89%. A bocca asciutta resta Giuseppe Perego (Tradizione e Futuro) (43,11%). Dichiarazione Cicardi: siamo molto soddisfatti, il risultato è stato straordinario e abbiamo ribaltato il voto di ieri alle europee. Eravamo fiduciosi e i cittadino ci hanno premiato per tutto il lavoro svolto. Ora molte cose sono in cantiere: il recupero spazio nella palazzina dei vigili, le panchine per il parco giochi, il recupero del centro sportivo è molto altro ancora Abbiamo vinto con il 57% dei voti”.

A BELLUSCO Mauro Colombo è il nuovo sindaco con la lista Progetto democratico Popolare con il 53,50% (2.131). Non ce l’hanno fatta Cinzia Parolini 29,80% (Centrodestra) e Giuseppe Baldasarre 16,70% (Noi per Bellusco).

 ORE 16.15

I dati sono ancora ufficiosi a VILLASANTA ma Luca Ornago (Cittadini per Villasanta) sindaco uscente, sta già festeggiando. Restano senza poltrona Massimo Casiraghi (Casiraghi Sindaco), Nicola Gamino (Movimento Cinque Stelle) e Roberto Manzato (Grande Nord)“.

Luca Ornago: “Dimostrato che se lavori bene col civismo, il civismo prende. Ha vinto il nostro bilancio di fine mandato e il nostro programma fatto di progetti e non pettegolezzi”

A BARLASSINA Piermario Galli è confermato sindaco con il 59,61% (2.088 voti). Sono 2.088 i voti raccolti dalla lista “Insieme per Barlassina” contro i 1438 di “Nuova Barlassina” del candidato di centrodestra Riccardo Pelucchi.

ORE 16

Sono terminati gli scrutini anche a BURAGO, eletto sindaco Angelo Mandelli (Impegno per Burago) con il 57,19%.

A MEZZAGO è un testa a testa tra il sindaco uscente Giorgio Monti (Mezzago Democratica) e Massimiliano Rivabene (Cambia Mezzago).

A CERIANO LAGHETTO, feudo da sempre del Carroccio, Roberto Crippa (Lega-ForzaItalia-Civica) conduce con il 58,87% (1 sezione su 5 scrutinata).

Anche nella piccola CAMPARADA la situazione non è ancora delineata, dura battaglia fra Maurizio Mariotti (lista centro sinistra Vivere Camparada) e Mariangela Beretta (lista centro destra Per Camparada – Lega – Forza Italia).

Da TRIUGGIO i primi dati danno in vantaggio il sindaco uscente Pietro Cicardi (di Progetto Triuggio)

ORE 15.55

A MISINTO eletto sindaco Matteo  Piuri “Nuovi Orizzonti”.  Luisella Monti di Insime per Misinto, invece non ce l’ha fatta. Esulta, quindi, il vice presidente di Regione Lombardia, natio di Misinto che afferma: “Il centro destra, Forza Italia e Lega, quando sanno fare squadra vincono. Non solo, Forza Italia in Brianza sia dove si è votato per le comunali sia dove si è votato solo per le europee è forte. E’ la provincia dove ha preso più voti superando abbondantemente il 10% (a livello nazionale si è fermata al 9%). Nella difficoltà del momento, dove abbiamo lavorato bene siamo stati premiati. Si riparte da qui, stando in mezzo alla gente.”

A RONCO BRIANTINO è ufficiale: Kristiina Loukiainen (centrosinistra) è stata rieletta sindaco con il 59% (1128 voti). Lo sfidante della Lega Giuseppe De Gradi si è fermato al 41%.

A VEDUGGIO CON COLZANO ha vinto Luigi Dittonghi (centrodestra) con il 59,05%. La sfidante Maria Molteni si è fermata al (40,95).

Ad AGRATE BRIANZA ha vinto Simone Sironi con il 52%. Successo per il vicesindaco uscente (Insieme per Agrate), successore di Ezio Colombo dell’area centrosinistra. Nonostante il successo del centrodestra alle Europee, anche ad Agrate, Angelo Dino Bosisio, candidato di “Agrate con” (sostenuta anche da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia) non ce l’ha fatta. Netta la vittoria di Sironi con il 51,96% (4.153 voti).

Il commento del neo eletto sindaco Simone Sironi: “Sono emozionato e contento perché abbiamo ribaltato i voti delle Europee. Questo Significa che i cittadini hanno apprezzato il lavoro fatto dall’amministrazione uscente e il nuovo progetto che abbiamo messo in campo, fatto di persone giovani e motivate in grado di fare la differenza”

ORE 15.45

Ad ALBIATE è eletto sindaco Giulio Redaelli  della coalizione di centrodestra formata da Lega, Forza Italia, è dalle civiche “Con Albiate” e “SiAmo Albiate”con 54,67% (1.813). Vince su Longoni Maria Angela 45,33% (1.503).

Giulio Redaelli

A BURAGO DI MOLGORA è arrivato il dato del primo seggio scrutinato: Angelo Mandelli è in testa con il 61%.

A BERNAREGGIO, 4 sezioni ufficiali su 8 danno nettamente a vantaggio di Andrea Esposito (Bernareggio per Tutti) su Emanuela Baio (Vita Nuova per Bernareggio e Villanova).

A BOVISIO MASCIAGO danno il centro destra al 48,2% dopo i primi 5 seggi.

ORE 15.35

A CORNATE D’ADDA vince il sindaco Giuseppe Felice Colombo con la lista civica centrodestra e Lega-Salvini (60,91%). Ecco in foto le congratulazioni con lo sfidante Gabriele Beretta (Insieme si può).

 

ORE 15.30

A MUGGIO’ c’è molta attesa e si preannuncia una grande sfida fra Maria Fiorito (Centrosinistra) e Pietro Zanantoni (Centrodestra) che commenta: “Speriamo di replicare risultati europee. I presupposti ci sono tutti, ma i primi dati non ci lasciano tranquilli”. Le prime sezioni scrutinate danno infatti in vantaggio l’ex sindaco.

ORE 15.10

Ad AICURZIO è stato eletto sindaco Matteo Baraggia (Per Aicurzio, centrodestra). Correva da solo per la rinuncia delle opposizioni. Con l’affluenza ai seggi del 68% e così il raggiungimento del quorum è il sindaco della piccola cittadina brianzola.

ORE 15.10

I primi dati giungono da AGRATE BRIANZA. Sono stati scrutinati i primi 3 seggi che danno in vangaggio Simone Sironi con Insieme per Agrate (centrosinstra) con il 57,09%.

ORE 14

E’ iniziato lo spoglio delle schede nei 31 comuni brianzoli al voto, di cui 5 – Concorezzo, Giussano, Besana Brianza, Bovisio Masciago e Muggiò, sono sopra i 15mila abitanti e quindi potrebbero andare a ballottaggi il 9 giugno.

Alle urne si è recato il 68,15% degli aventi diritto al voto. (Clicca qui per sapere il dettaglio di ogni paese)

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi