18 Settembre 2019 Segnala una notizia
Varedo: inaugurato il parco inclusivo per tutti i bambini

Varedo: inaugurato il parco inclusivo per tutti i bambini

2 Aprile 2019

Una giornata di sole all’insegna del gioco e del divertimento. A Varedo è stato inaugurato il parco inclusivo. “Un importante  contesto – ha detto il primo cittadino Filippo Vergani – di carattere socio educativo. Un contesto per avvicinare la disabilità alla società”.

 

È successo sabato 30 marzo in via delle Rimembranze. A Varedo nasce il parco giochi inclusivo, un progetto ambizioso patrocinato da Regione Lombardia e dal comune di Varedo. Ma soprattutto appoggiato dalle diverse associazioni del territorio tra cui Avis Varedo, la Croce Rossa, Tiki Taka e l’associazione Volontari Versiera Varedo.

“Il parco giochi inclusivo – ha precisato Vergani – è un’area destinata a garantire alcuni diritti fondamentali per i bambini. Giocare, divertirsi e socializzare senza barriere“.

Insomma, la parola d’ordine è stata giocare. Ma anche divertirsi tutti assieme, proprio perché il divertimento non ha confini né barriere. E allora palloncini, zucchero filato e caramelle. Ma anche bolle di sapone e la pista dell’ambulanza. E poi le poesie lette dai ragazzi disabili del Tiki Taka. Convivialità ed entusiasmo all’insegna dell’inclusione.

Dalle parole ai fatti. Tutti radunati all’entrata del parco. Vergani passa la parola a Cristina Tau, assessore alla Cultura e a Laura Caldan, assessore all’Istruzione. Entrambe rinnovano l’importanza dell’iniziativa, ma soprattutto sulla valenza socio educativa del progetto. “Inclusione – chiosa Cristina Tau – significa amare e accogliere i bambini, tutti allo stesso modo”.

Ma la parola accogliere, a proposito di inclusione, include un concetto cardine. Quello di rispetto. Ed è proprio su questa parola che il primo cittadino si sofferma. Lancia un monito. Lo fa con tono perentorio. “Non è possibile – dice Vergani – che le amministrazioni si facciano in due per sviluppare progetti sociali e che nel giro di poco tempo vedano poi tutto distrutto da incivili e delinquenti”. La frecciatina di Vergani ha senso di esistere, soprattutto considerando “il vicinato”. Parco delle Rimembranze è infatti adiacente all’ex area Snia Viscosa. Triste punto di passaggio di tossici e spacciatori. “Questa è un’area gioco per bambini”, ha tuonato Vergani che hai poi concluso ponendo l’accento su quanto sia fondamentale vivere il territorio creando un forte senso di civiltà, “unico modo per contrastare questa inciviltà.”

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Massimo Chisari
Milanese di nascita, brianzolo d'adozione. Guardo il mondo attraverso la mia macchina fotografica. Osservo. Cerco. E tramite le parole, racconto. Amo il giornalismo, quello sincero perché scrivere significa smettere di respirare per raccontare con il cuore. Ho due grandi passioni. L'arte e la letteratura, quella russa soprattutto. Ma ho un unico grande amore, anzi due. I miei due cani, Hubert e Brunhilde.


Articoli più letti di oggi

Scoperta officina abusiva: all’interno auto usate da rapinatori e spacciatori

i “titolari”, padre e figlio, sono stati denunciati, mentre per altre tre persone è stato proposto di foglio di via. Arrestato un quinto uomo

Desio, 32enne precipita dall’ecomostro di via Volta: gravissima

Ancora in corso la ricostruzione di quanto accaduto, che riporta alla luce la questione relativa alla sicurezza dell'area

Il Calcio Monza schiacciasassi, ma tra buche e code alla biglietteria

La squadra è una potenza, ma per i tifosi non è così facile accedere allo stadio: tre i maggiori problemi che abbiamo individuato che presto dovranno essere risolti.

Monza, un anno di Ponte Colombo chiuso. A breve la gara per la demolizione

I costi previsti per la demolizione e ricostruzione della passerella sono di circa 750mila euro

Monza, scoppia la guerra del verde fra giunta municipale e giardinieri del Comune

Le aziende titolari della manutenzione lamentano servizi non pagati per 1,6 milioni, ma il vice sindaco Villa evidenzia numerosi inadempimenti.