23 Maggio 2019 Segnala una notizia
Sergio Bramini: tradito dalla politica e deluso dal tribunale

Sergio Bramini: tradito dalla politica e deluso dal tribunale

11 Aprile 2019

Deluso, amareggiato, arrabbiato. Cosí ha raccontato di sentirsi Sergio Bramini, imprenditore monzese fallito con 4 milioni di euro di crediti dallo Stato, dopo aver avuto la conferma che l’imprenditore cinese che aveva detto di non voler comperare la sua villa all’asta dopo aver appreso la sua storia, invece la comprerà.

“E pure questa vigliaccata, quando ha finto di ritirarsi l’ho abbracciato”, ha detto Bramini “ho perso i risparmi di una vita con la complicità di un giudice che autorizza un’asta irregolare“. Poi ha aggiunto, “troppo odio nei miei riguardi”. L’imprenditore, che a Sergio ha detto di aver sperato che l’asta fosse annullata, gli ha anche poi confermato che comprerà la sua villa, a fronte di “problemi futuri che rischierebbe di avere” se non lo facesse. Bramini però, oltre che per quella villa costruita con il sudore di una vita, per cui ha lottato ogni giorno da quando gli hanno intimato lo sfratto, è arrabbiato anche per altro.

Quando il suo caso è esploso, la politica si è mossa in sua difesa, con i leader di M5s e Lega al suo fianco persino la sera prima dello sloggio forzato da casa sua. Poi la proposta di diventare consulente del Governo per lavorare a una legge in difesa degli imprenditori falliti per colpa dello Stato. E, ancora, l’idea di una possibile candidatura dello stesso Bramini. Ma di quanto la politica ha promesso, Sergio oggi riesce a vedere solo il burrone infilato, per gli imprenditori come lui, nel disegno di legge presentato a firma di vari esponenti politici, tra gli altri i senatori della Lega Nord Emanuele Pellegrini, Massimiliano Romeo, Simone Pillon. “Una proposta dove gli avvocati dei creditori potranno esplorare i beni del debitore e firmare decreti ingiuntivi senza passare da un giudice”, spiega Bramini con voce mista tra stupore e profonda delusione “Esattamente il contrario di ciò di cui ha bisogno gente come me, essere alla mercé di un sistema ancora meno tutelante, non ho parole”. Insomma, la sua riforma del famigerato articolo 560 della Legge sui fallimenti è stata affossata dal Governo giallo-verde.

Sergio, bandiera dei lavoratori finiti a gambe all’aria non per loro colpa, sul palco dei Cinque Stelle nel giorno della vittoria elettorale, oggi della politica ha deciso di non far parte. “Non fa per me, fine dei giochi”. Ora resta da capire cosa succederà, dato che a fine 2018 il Tribunale di Brescia aveva riconosciuto a Bramini il sovraindebitamento, di fatto bloccando ogni procedura esecutiva a suo carico.

“Il Tribunale di Monza ha fatto orecchie da mercante, come se non fosse accaduto” ha continuato all’imprenditore, “mi ha ordinato di portare via i mobili che non vogliono da casa o li getteranno via”.

Deluso ma mai sconfitto, Bramini promette di continuare la sua battaglia – “ho sollevato un velo mostrando cosa succede nei Tribunali fallimentari e loro vogliono punirmi. Mi hanno tolto tutto, ma finché avrò voce, continuerò a lottare”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi

Sparatoria a Varedo: ferito gravemente un 34enne

Colpi di pistola a Varedo: ferito un 34enne. E’ accaduto questa mattina, giovedì 22 maggio, nel piazzale della stazione.

Meda, avevano in casa una bomba e la usavano come schiaccianoci

L'ordigno della Seconda Guerra Mondiale era a casa di una coppia di ignari anziani. È stato recuperato e fatto brillare

Sui muri scrivono “Lega razzista”. La candidata (di origine peruviana) risponde

La Lega da sempre è accusata di essere razzista. La politica nazionale di Salvini che chiude i porti e accusa il Papa accende la polemica anche nelle amministrative

Maltempo, grandine sul Monzese: distrutti piselli, mais e frumento

a. La bomba d’acqua e la successiva grandinata hanno tritato la verdura in maturazione, come i piselli e le fave, oltre a colpire decine di ettari di cereali.

Monza Visionaria al via con il concerto in Duomo “A Love Supreme”

Si apre oggi il festival musicale firmato Musicamorfosi che per 5 giorni coinvolgerà la città in un mix travolgente di concerti, notturni e luci e suoni.