18 Settembre 2019 Segnala una notizia
Scoprire la regalità di Monza, ecco la "missione" della blogger Raffaella Martinetti

Scoprire la regalità di Monza, ecco la “missione” della blogger Raffaella Martinetti

17 Aprile 2019

Una “monzese DOC” dall’animo romantico. E’ così che ama definirsi Raffaella Martinetti, 46 anni. Che della passione per il capoluogo della Brianza, la città in cui è nata e vive, ha fatto un punto centrale della sua esistenza. Quasi, senza voler essere blasfemi, una religione.

D’altro canto è proprio una sorta di missione, quella di far scoprire le bellezze e le ricchezze storiche, culturali e sociali di Monza, che ha spinto questa vulcanica donna, responsabile dell’ufficio commerciale di una società di Milano, a fondare tre anni fa il blog Monza Reale .

“Ho voluto intraprendere questa esperienza per far scoprire la mia città da un punto di vista curioso e smart – afferma la Martinetti, che abita in centro con il marito Alberto e il suo adorato cane, Ragoo – spesso viene sottovalutata e il mio desiderio era quello di farla amare e conoscere attraverso i miei occhi, sempre alla ricerca di qualcosa di interessante, stimolante e piacevole”.

Alla base del blog Monza Reale, le cui sezioni principali sono eventi, arte, storia e Monza per le donne, c’è, come nelle cose migliori della vita di ognuno di noi, la volontà di andare oltre il proprio ristretto spazio quotidiano. Per aprire la mente e il cuore. Prima di tutto i propri. E, poi, anche quelli degli altri.

“Mi piace seguire gli eventi culturali, le varie iniziative, scoprire posti nuovi, approfondire le notizie storiche, dare vita a nuove collaborazioni – racconta l’ideatrice del sito web dedicato alla “regalità” della città di Teodolinda – da sempre adoro girare con la mia bicicletta, o anche semplicemente passeggiare a piedi, per le vie di Monza, ammirare la sua bellezza, respirare la sua grande storia, perdermi nel verde del Parco, conoscere le persone che la vivono, creare eventi”.

“Credo che la voglia di condividere, il sorriso, la gentilezza, la collaborazione e il desiderio di promuovere cose belle renderanno Monza una città sempre più vivibile e friendly” continua. E, così, dietro il blog Monza Reale, oltre alla “missione religiosa” di cui si è accennato all’inizio, c’è anche un pizzico di filosofia.

“Vorrei adottare per la mia città il ‘metodo Aristotele’ – spiega la blogger – la bellezza, il piacere del bello e del giusto è nelle nostre mani, nelle nostre strade, nelle piazze, nel verde! Basta realizzare il potenziale di Monza e farla diventare la migliore versione possibile di se stessa!”.

Per raggiungere obiettivi così ambiziosi, ma realistici, ci vogliono un grande impegno e dispendio di tempo. Che sono ripagati, però, dall’importanza, innanzitutto personale, del percorso intrapreso. “Ogni giorno dedico diverse ore al blog, iniziando dalla rassegna stampa alla mattina – afferma Martinetti – quotidianamente impiego un’ora di treno per raggiungere il mio lavoro e lo considero un po’ come il mio secondo ‘ufficio’, ottimizzando la vita da pendolare!”.

“Mi informo  sulle notizie riguardanti la città, le seleziono, cerco spunti interessanti, leggo e rispondo alle mail, programmo i post, mentre durante le pause in ufficio scrivo gli articoli – continua – alla sera dopo il lavoro o nei week end svolgo gli appuntamenti, vado in cerca di posti nuovi, scatto fotografie, seguo la pagina Facebook Monza Reale e Istangram monzareale.

Una grande passione, quasi sempre, continua a cercare sbocchi per dare libero sfogo alla propria forza. Ed è successo anche in questo caso. Dal blog, nel gennaio di quest’anno, è nata l’Associazione Monza Reale (A.Mo.Re.) (clicca l’articolo).

Al timone la stessa Raffaella Martinetti. Supportata da un affiatato e ristretto gruppo di residenti desiderosi di portare delle novità sul territorio: Cristina Di Todaro (vice presidente), Sara Ferlazzo (segretaria), Alberto Aiello (tesoriere), Valentina Canzi, Riccardo Ripamonti e Marco Costa (soci fondatori).

L’attivismo della nuova realtà associativa, che sembra riscontrare una buona risposta di pubblico, ha già prodotti molti frutti. Il prossimo in ordine di tempo è “Curiosando pedalando”, in programma domenica 5 maggio. Una biciclettata in 7 tappe, con partenza alle ore 15.30 presso l’Arengario, alla scoperta di angoli e curiosità di Monza. A condurre il racconto di luoghi segreti e pezzi della storia della nostra città saranno le guide turistiche di Art-U. Prenotazione obbligatoria all’indirizzo: monzareale@gmail.com

Sabato 25 maggio, poi, ci sarà un evento alla scoperta delle lucciole e dei rumori della notte nel parco di Monza. Dopo l’aperitivo presso Cascina Frutteto, la guida naturalistica Matteo Barattieri introdurrà la particolare visita.

Nei mesi appena trascorsi non sono mancati altri spunti forniti dall’Associazione Monza Reale. Come “Ludus le rock”, un progetto di sport al Parco. Con quattro lezioni di allenamento nei Giardini della Villa Reale, guidate da un personal trainer. L’ultima è in programma sabato 4 maggio.

C’è poi il progetto “Monza Real Fashion”. Che ha consentito ad alcune cittadine del capoluogo della Brianza di sentirsi modelle per un giorno. Truccate, pettinate, vestite e fotografate in maniera professionale. Un modo non soltanto per dare soddisfazione al proprio gusto estetico. Ma, forse, anche per sottolineare, sulla scia dello scrittore Fëdor Dostoevskij, che la bellezza, nelle sue diverse forme, salverà il mondo.

Il viaggio di MBNews alla scoperta dei volti brianzoli più noti sul web continua. Dopo aver incontrato Valentina Tozza (leggi la news) e nelle scorse settimane i food blogger di Gnam Box (clicca qui), la blogger Silvia Chiesa (clicca qui) e gli youtuber del canale “Rampage e Sxbriix” Sabrina ed Edgardo (clicca qui) aspettiamo alla mail redazione@mbnews.it segnalazioni anche da parte dei lettori per continuare questo nostro percorso nel mondo degli influencer della Brianza.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi

Scoperta officina abusiva: all’interno auto usate da rapinatori e spacciatori

i “titolari”, padre e figlio, sono stati denunciati, mentre per altre tre persone è stato proposto di foglio di via. Arrestato un quinto uomo

Desio, 32enne precipita dall’ecomostro di via Volta: gravissima

Ancora in corso la ricostruzione di quanto accaduto, che riporta alla luce la questione relativa alla sicurezza dell'area

Il Calcio Monza schiacciasassi, ma tra buche e code alla biglietteria

La squadra è una potenza, ma per i tifosi non è così facile accedere allo stadio: tre i maggiori problemi che abbiamo individuato che presto dovranno essere risolti.

Monza, un anno di Ponte Colombo chiuso. A breve la gara per la demolizione

I costi previsti per la demolizione e ricostruzione della passerella sono di circa 750mila euro

Monza, scoppia la guerra del verde fra giunta municipale e giardinieri del Comune

Le aziende titolari della manutenzione lamentano servizi non pagati per 1,6 milioni, ma il vice sindaco Villa evidenzia numerosi inadempimenti.