Attualità

Firmò illustri inchieste a Monza, scomparso il Procuratore Walter Mapelli

A Monza per decenni a dirigere inchieste sulla corruzione e gli illeciti finanziari e contro la pubblica amministrazione.

walter-mapelli

Ha condotto molte delle inchieste più note della Procura di Monza, per poi assumere l’incarico di Procuratore della Repubblica di Bergamo nel 2016.

Walter Mapelli,
sessantenne di Limbiate, è scomparso stamane, 8 aprile, dopo aver lottato a lungo con la malattia. Dopo essersi diplomato a pieni voti a Monza ed essersi laureato a Milano, Mapelli ha vinto il concorso in magistratura nel 1985, collaborando con alcuni dei più illustri Pm milanesi, come Francesco Greco e Ilda Boccassini. Promosso sostituto procuratore della Repubblica, nel 1987 Walter Mapelli è arrivato a Monza.

Nel corso degli anni si era specializzato nei reati contro la pubblica amministrazione e in quelli fiscali e finanziari, firmando alcune delle inchieste più famose della Brianza, come “Sistema Sesto”, tra gli imputati l’ex presidente della provincia di Milano Filippo Penati, poi assolto da ogni accusa, e quella sull’ex Golden Boy di Forza Italia ed ex assessore regionale Massimo Ponzoni che, in seguito al processo “sistema Desio”, fu condannato a dieci anni e mezzo. Firmò ulteriori importanti indagini nella sua carriera, come quella sul riciclaggio Imi-Sir, sui Bond Cirio e l’inchiesta Impregilo.

A Bergamo, due anni fa, aprì un fascicolo di inchiesta su Ryanair, dopo un esposto presentato dal Codacons sulle cancellazioni dei voli da parte della compagnia aerea low cost. Non solo, nel 2016 prese in carico per competenza territoriale una parte dell’indagine sui conti della Lega con l’ipotesi di reato di finanziamento illecito ai partiti. Il suo ‘battesimo’ nella magistratura fu il caso dell’Acna di Cesano Maderno, che riguardava la morte per tumore di molti operai a causa dell’esposizione a sostanze tossiche.
Sorridente, tenace, ricordato con profonda stima da chi lo ha conosciuto.
I funerali di Mapelli si terranno mercoledì pomeriggio alle 15.30 nel Duomo di Monza.