12 Aprile 2021 Segnala una notizia
Monza, al posto del vecchio Maestoso nascerà un mercato al chiuso

Monza, al posto del vecchio Maestoso nascerà un mercato al chiuso

19 Aprile 2019

Dalle ceneri del vecchio cinema Maestoso sorgerà il Covent Garden monzese. Giovedì pomeriggio l’assessore all’Urbanistica Martina Sassoli, ha effettuato un sopralluogo sul cantiere per i lavori di trasformazione della vecchia sala in un moderno mercato aperto.

I lavori, inziati lo scorso inverno, stanno procedendo a ritmo serrato e se non sorgeranno intoppi saranno conclusi entro il prossimo ottobre. Oltre al futuro Covent Garden monzese, sarà anche allestito un ristorante al primo piano della struttura, che complessivamente conterà oltre 3 mila metri quadrati di superficie.

IL PROGETTO

Il mercato sarà allestito al piano terreno. Al primo piano, dove è stata allestita una copertura in legno lamellare sarà invece organizzato il ristorante. Di fronte, sarà invece realizzata una nuova piazza con posti auto, mentre al di sotto verrà realizzato un secondo parcheggio interrato a due piani con una capienza di circa 200 posti.

Il costo complessivo dell’operazione si aggira attorno ai cinque milioni di euro, compreso la realizzazione del centro civico che però, rispetto alle previsioni iniziali, secondo le quali doveva essere costruito dentro la nuova struttura, sarà realizzato in un altro posto ancora da individuare.

La nuova struttura sarà dotata di un giardino pensile e all’esterno saranno allestiti filari di alberi in grado di mitigare l’impatto lungo via Sant’Andrea e via Lissoni.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi